Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5, Serie C1: il punto sulla 10° giornata. Parità nel big match tra Polisportiva Futura e Zephir

Calcio a 5, Serie C1: il punto sulla 10° giornata. Parità nel big match tra Polisportiva Futura e Zephir

Polisportiva Futura – Zefhir Mega Five 2 – 2
Marcatori: 2 Votano (P), Zappellini (Z), Pratticò (Z)

Votano Antonio 89 Futura

Termina in parità il big match di giornata tra Polisportiva Futura e Zefhir Mega Five, che al “Botteghelle” danno vita ad una bella e spettacolare partita, conclusasi sul punteggio di 2 – 2.
Zefhir che prova a tenere il baricentro basso in avvio, attendendo la Polisportiva Futura e ripartendo non appena ne ha l’opportunità. Dopo una fase iniziale di studio è proprio la squadra ospite a rendersi per prima pericolosa. Le occasioni per la squadra di Carella sono il prologo alla rete di Zappellini, che fa 0 – 1. I padroni di casa provano a reagire, ma lo Zefhir continua a fare buona guardia e riesce a condurre il vantaggio fino alla pausa.
Al rientro in campo la squadra di Alfarano prova a dar vita ad uno sprint che dà i suoi frutti in pochi minuti, con la rete di Votano che porta il parziale sull’1 – 1. Gli ospiti non mollano e continuano a rendersi pericolosi in ripartenza, ma subiscono un duro colpo tattico quando l’arbitro mostra il secondo giallo a Latella, lasciando dunque lo Zefhir in quattro uomini. La Polisportiva Futura non si fa pregare e sfrutta la superiorità per portarsi in vantaggio, ancora con Votano che ben appostato sul secondo palo sigla la sua rete numero 23 in campionato. La partita si fa sempre più bella e spettacolare e Tamiro e Lo Gatto devono ricorrere agli straordinari per abbassare la saracinesca. A cinque minuti dal termine i padroni di casa commettono però una clamorosa ingenuità difensiva, con Rappocciolo e Martino che, su una respinta di Lo Gatto, non si intendono e lasciano il pallone proprio lì per la zampata di Pratticò, che impatta nuovamente il punteggio. Nel finale arriva un’altra espulsione per gli ospiti, questa volta si tratta di Carella, che viene allontanato dal direttore di gara per proteste. Gli ultimi istanti di partita scivolano via senza particolari sussulti e l’incontro si conclude su un giusto risultato di parità.
Da segnalare, dopo il saluto finale da parte delle due squadre, un pò di parapiglia al momento del rientro nel sottopassaggio, il tutto però sedato in maniera veloce e tranquilla.
Incontro seguito dalla redazione di calabriafutsal.it

Real Rogit – Bovalino  5 – 4
Marcatori: 2 Labonia (R), 2 Apprezzo (R), Amodeo (R), 2 Pipicelli (B), Federico P. (B), Baldissarro (B)

Labonia Pasquale 76 Rogit

Dopo la battuta d’arresto della scorsa settimana sul campo dell’Amantea, il Real Rogit torna alla vittoria, interrompendo la striscia di risultati utili del Bovalino, sconfitto nell’incontro odierno per 5 – 4. Con i tre punti odierni i padroni di casa si prendono il secondo posto solitario e si portano a meno quattro dalla vetta.
Partita che, nonostante l’assenza dei due uomini più rappresentativi (Adelmo Pereira da una parte e Giovanni Avarello dall’altra) regala un bello spettacolo al pubblico presente. Grande avvio della squadra locale, che riesce subito a sbloccare la partita con Labonia. La reazione del Bovalino non tarda ad arrivare e si concretizza nella rete di Pasquale Federico. Prima del rientro negli spogliatoi c’è ancora spazio per un botta e risposta tra le due squadre e per altre buone occasioni, che vengono però ben neutralizzate dai due estremi difensori. Alla pausa il risultato è di 2 – 2.
Nella ripresa continua la girandola di emozioni, con i padroni di casa bravi ancora una volta a trovare il vantaggio. Stavolta però non arriva l’ennesimo pareggio del Bovalino, perché il Real Rogit riesce ad allungare per la prima volta nel corso della partita, mettendo dentro il goal del 4 – 2. Gli ospiti provano ad accorciare le distanze, ma nel finale è ancora la squadra di casa ad andare in rete, fissando il punteggio sul 5 – 3 e chiudendo i conti.

Roglianese – Barcollando  2 – 1
Marcatori: Stumpo (R), Catania (R), Fiorentino (B)

Stumpo Roglianese

La Roglianese riscatta la brutta sconfitta nello scontro salvezza della scorsa settimana sul campo del Città di Fiore, superando grazie ad una grande prova corale il Barcollando con il punteggio di 2 – 1 e rilanciandosi a pieno nel discorso salvezza.
Padroni di casa che disputano un primo tempo di grande sacrificio, difendendosi bene dal possesso palla prolungato di un Barcollando che però non sembra mai in grado di sfondare il muro eretto dagli atleti locali. L’equilibrio viene sbloccato dalla rete di Stumpo, che sblocca il punteggio in favore dei suoi. Gli ospiti continuano a muovere la palla troppo lentamente e la buona lena della retroguardia locale non consente agli uomini di mister Carrozza di reagire alla rete subita. La Roglianese non si limita però a chiudersi, ma quando ne ha l’occasione prova anche a ripartire, trovando proprio in occasione di un contropiede la rete del 2 – 0 con Catania. Prima del rientro negli spogliatoi arriva però la rete di Fiorentino, che consente al Barcollando di accorciare le distanze e di portarsi al riposo sul 2 – 1.
Sulla scia della rete siglata in chiusura di prima frazione, ci si aspetterebbe tutto un altro secondo tempo, ma la musica non cambia per nulla: Barcollando ancora con la palla tra i piedi, ma incapace di portare seri pericoli ad una difesa della Roglianese che sembra perfetta in ogni suo movimento. Neanche la carta del portiere di movimento giocata dagli ospiti nel finale riesce a scalfire la tranquillità dei padroni di casa, che gestiscono alla grande il punteggio e portano a casa tre punti fondamentali per rincorrere la salvezza.

Futsal Kroton – Five Soccer Cz  3 – 2
Marcatori: 2 Zanda (K), Arcuri (K), Zurlo (F), Capicotto A. (F)

Arcuri Fabio F Kroton

Lo aveva dichiarato in settimana la dirigenza e così è stato, il Futsal Kroton si riscatta dalla brutta batosta patita sul campo del Barcollando, superando per 3 – 2 tra le mura amiche la Five Soccer, toccando quota 13 in graduatoria, ma soprattutto tirandosi momentaneamente fuori dalla zona play out.
Prima frazione in cui le due squadre si danno battaglia, con la Five Soccer che prova da subito a prendere in mano le redini del gioco ed il Futsal Kroton che è bravo a difendersi e ripartire, sfruttando gli spazi lasciati da una squadra ospite alla ricerca dei tre punti. I catanzaresi non riescono però a trovare la via della rete, fermati anche dai legni della porta locale. Al 27′ della prima frazione è il Futsal Kroton a trovare la via del vantaggio, con Arcuri che fa 1 – 0 su punizione. Gli ospiti accusano il colpo ed al primo minuto di recupero subiscono anche il raddoppio, siglato da Zanda, che manda le squadre negli spogliatoi sul 2 – 0.
Nella ripresa il copione è sempre lo stesso, con la Five che tiene in mano il pallino del gioco, ma questa volta gli ospiti iniziano ad essere molto più incisivi. La rimonta viene lanciata dal solito Zurlo, che al 44′ accorcia le distanze e rimette i suoi in partita. Sulle ali dell’entusiasmo arriva qualche minuto dopo anche il pareggio, firmato da Andrea Capicotto, che azzera il distacco tra le due formazioni. L’inerzia della partita è radicalmente cambiata ed ora è la Five che sembra più vicina a portare a casa la posta in palio, ma gli ospiti sprecano un paio di buone occasioni per siglare la terza rete. Tris che invece non viene mancato da un implacabile Zanda, che proprio allo scadere finalizza al meglio una ripartenza, portando il parziale sul 3 – 2. La Five prova la carta del portiere di movimento, ma gli sforzi della squadra di mister Brescia non vengono premiati ed il Futsal Kroton può dunque festeggiare il ritorno alla vittoria.

Futsal Enotria – Amantea  2 – 2
Marcatori: Brandonisio (E), Mirante M. (E), Forte (A), Piluso (A)

Mirante Peppe Marco

L’Enotria non sfrutta i passi falsi delle rispettive concorrenti per la zona play off, bloccata sul 2 – 2 sul proprio terreno di gioco da un’Amantea che, sotto di due reti, non ha mollato ed è riuscita a strappare via un punto importante.
Avvio di gara che si presenta subito con ritmi non molto elevati e vede i padroni di casa tenere il pallino del gioco, senza però dare vita ad accelerazioni importanti che possano mettere in crisi la retroguardia dell’Amantea. La squadra locale riesce comunque a trovare la via del vantaggio grazie alla rete del solito Brandonisio, che deposita in rete l’1 – 0 con una gran botta sotto l’incrocio. Gli ospiti accusano il colpo e dopo appena cinque minuti arriva il raddoppio siglato da Marco Mirante. Prima del rientro negli spogliatoi l’Amantea riesce però a rimettere in discussione il risultato, con Forte che mette dentro il 2 – 1 in seguito a schema da calcio d’angolo.
Nella ripresa i ritmi continuano ad essere bassi, con l’Enotria che non preme sull’acceleratore e punta piuttosto a gestire il risultato, correndo però il rischio di lasciarlo in bilico fino alla fine. La poca cattiveria dei padroni di casa viene punita al 50′, quando Piluso riesce a trovare il varco per impattare il punteggio. Gli ultimi dieci minuti vedono l’Enotria lanciarsi all’attacco per ritrovare il vantaggio (trovando Porco sempre molto attento), ma anche rischiare qualcos sui contropiedi della squadra ospite. Nessuna delle due compagini riesce però a trovare il guizzo vincente e l’incontro si conclude su un 2 – 2 che sicuramente serve più alla squadra di mister Prati.

Città di Vibo – Maestrelli  5 – 2
Marcatori: 2 Policaro (V), Grillo (V), Bardi (V), Felipe (V), Chiaia (M), Spanò (M)

Policaro Citta Vibo 1

Seconda vittoria interna consecutivaper il Città di Vibo, che supera per 5 – 2 la Maestrelli e prova a mantenersi in scia alle altre squadre nella lotta per evitare i play out.
Primo tempo molto equilibrato, con le due squadre che provano sin da subito a trovare la via del goal. I primi ad andare in rete sono i padroni di casa, che grazie a Grillo sbloccano il parziale in loro favore. La reazione della Maestrelli dà i suoi frutti allo scadere, quando Chiaia riesce a depositare alle spalle dell’estremo difensore locale la palla dell’1 – 1 con cui si va al riposo.
Nella ripresa il copione non cambia e la gara continua a basarsi su continui capovolgimenti di fronte. Sono ancora una volta i padroni di casa a portarsi in vantaggio, questa volta con Policaro, che fa 2 – 1. La risposta della squadra di Milici arriva però prontamente e porta la firma di Spanò. L’equilibrio regna sovrano fino a dieci minuti dal termine, quando ancora Policaro trova la via della rete, siglando la sua doppietta personale, ma soprattutto portando nuovamente in vantaggio i suoi. Gli ospiti provano il tutto per tutto giocando la carta del portiere di movimento, ma la mossa si rivela fallimentare, perché Bardi, estremo difensore del Città di Vibo, con una palombella dalla sua area di rigore riesce a trovare la rete del 4 – 2 che chiude virtualmente i giochi. Nel recupero ci pensa poi Felipe ad arrotondare il punteggio ed a fissarlo sul 5 – 2 finale.

Sporting Club Corigliano – Città di Fiore  2 – 4
Marcatori: Busa (S), De Luca (S), 2 Madia (CdF), Mannarino (CdF), Simari (CdF)

Madia Giovanni 83 Citt Fiore

Seconda vittoria consecutiva in altrettanti scontri diretti, è questo il bilancio del Città di Fiore che, dopo un avvio di campionato abbastanza difficile, si rilancia in ottica salvezza grazie alla vittoria odierna con il punteggio di 2 – 4 ottenuta sul campo dello Sporting Club Corigliano, che fa il paio con quella della settimana scorsa, conseguita a San Giovanni in Fiore contro la Roglianese. Sporting Club che invece con la sconfitta odierna si vede sempre più solo in fondo alla classifica, con la penultima in classifica (proprio il Città di Fiore) distante adesso cinque punti.
Padroni di casa che ci provano di più nella prima frazione, ma trovano sempre pronto l’estremo difensore del Città di Fiore a dire di no. Anche la squadra di Federico crea qualche occasione, senza però riuscire mai a trovare la zampata vincente. L’imprecisione delle due squadre e la bravura dei due portieri fanno sì che le squadre vadano al riposo a reti bianche.
La partita si accende dopo pochi minuti dal rientro campo delle due squadre, quando Madia sfrutta alla perfezione uno schema da calcio d’angolo per portare in vantaggio il Città di Fiore. La reazione dello Sporting Club arriva e dopo una decina di minuti è Busa a pareggiare i conti con una bella azione personale. I coriglianesi sfruttano il momento propizio e riescono a ribaltare il punteggio, con una triangolazione De Luca-Orefice-De Luca, che vede quest’ultimo depositare in rete la palla del 2 – 1. Gli ospiti non ci stanno e provano a giocare la carta del portiere di movimento per tornare in partita. La mossa di Federico si rivela azzeccata, perché a pochi minuti dal termine arriva il 2 – 2 firmato ancora da Madia, ma nell’occasione i padroni di casa reclamano un fallo sul proprio estremo difensore che l’arbitro Cannistrà, tuttavia, non ravvisa. Il Città di Fiore non si accontenta e lascia in campo il quinto uomo, trovando il rocambolesco goal del 2 – 3 con Mannarino. Anche i padroni di casa, a questo punto, provano la carta del portiere di movimento, con una fortuna decisamente minore; infatti è ancora la squadra ospite ad andare in rete, con Simari che cala il poker e fissa il punteggio sul 2 – 4.
Nelle dichiarazioni del post-partita, la società del Città di Fiore, per mezzo del suo presidente, Cordua, ci tiene a ringraziare lo Sporting Club Corigliano per l’ospitalità mostrata quest’oggi.