Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Vigor Lamezia, la smentita del Ds Maglia dopo la squalifica subìta

Vigor Lamezia, la smentita del Ds Maglia dopo la squalifica subìta

In merito alle decisioni del Giudice Sportivo N.82/Div del 25 Novembre 2014 e in particolare all’inibizione inflitta al direttore Fabrizio Maglia per aver rivolto, durante la gara, ad un calciatore della squadra avversaria, che aveva subito un infortunio, la frase “devi morire”, lo stesso DS ritiene opportuno e doveroso smentire quanto riportato nel referto sopra citato.

“Da credente, da uomo impegnato nel sociale mai e poi mai pronuncerei una tale frase contro una persona. Non augurerei la morte al mio peggior nemico, figuriamoci ad un giocatore solo perché avversario in una partita di calcio. La mia dignità di uomo, di professionista amante di un calcio fatto di valori viene mortificata, lesa e non posso permetterlo. Non mi importa né della squalifica, né della multa: queste passano in secondo piano. Mi importa solo far emergere il vero, far sapere che sono stato allontanato solo per un battibecco avuto con l’allenatore della Lupa Roma. Mi tutelerò nelle sedi opportune avvalendomi, se necessario, delle immagini che dimostrano che al momento del mio allontanamento nessun giocatore avversario era a terra infortunato. Tali espressioni non mi appartengono e farò di tutto per smentire tale calunnia”.
fonte: vigorlamezia.net