Home / Sport Strillit / BASKET / Basket: oggi la Viola torna a casa! Finalmente il PalaCalafiore per la sfida con Legnano

Basket: oggi la Viola torna a casa! Finalmente il PalaCalafiore per la sfida con Legnano

di Giovanni Foti – Dopo i 33 mesi di inagibilità e tutte le peripezie, finalmente la Viola ha di nuovo la sua casa: il PalaCalafiore.
Il palazzo dello sport, tanto atteso da società e tifosi e in cui la squadra potrà finalmente continuare il cammino fin qui intrapreso con una sicurezza in più, è ora aperto al pubblico per la prima sfida stagionale in un impianto di grande prestigio, patrimonio del basket, non solo reggino, ma di tutta Italia.
I ragazzi di Benedetto, che negli ultimi giorni si sono allenati sul nuovo parquet, sono infatti entusiasti di poter tornare al PalaCalafiore, che si spera possa attirare sempre più gente al suo interno.
La prima ospite dopo la riapertura è la Legnano di coach Mattia Ferrari, che si troverà sicuramente in difficoltà davanti all’eccitazione della Viola dopo la bella notizia, ma che è comunque squadra tosta e in forma e che, come la Viola si trova ad 8 punti in classifica di Lega Due Silver.
L’Europromotion può contare sulla splendida condizione fisica della sua punta di diamante, Ousman Krubally, da 18.5 punti di media, nelle 8 gare giocate fin qui. Un atleta impressionante, che darà del filo da torcere a capitan Ammannato sotto le plance, avendo raccolto più di 10 rimbalzi ad allacciata di scarpe.
L’altro americano è la guardia John Merchant III, altro giocatore molto fisico, con 10.6 punti di media ed una buona propensione al rimbalzo (6.6 raccolti a partita).
A guidare la squadra è l’esperto playmaker Fabio Di Bella, che smista 4.6 assist a partita, oltre gli 11 punti, viaggiando con il 48% da 2 (percentuale molto alta per un esterno) e il 32% dalla lunga distanza.
A completare il quintetto, l’ala forte Tommaso Milani, che sta disputando una stagione credibile e Niccolò Petrucci, chiamato ad aprire il campo col suo tiro da 38%.
In panchina Marco Arrigoni, che da’ fiato ai lunghi, portando 6 punti e 4 rimbalzi di media alla causa di coach Ferrari.
Dall’altra parte, la Viola si presenta alla sfida casalinga, dopo una buona prova in amichevole contro l’Upea, con un Casini ancora in crescita, che potrà dare un grosso contributo in uscita dalla panchina, oltre a Rezzano e Rossi, ultimamente leggermente sottotono, che hanno tuttavia risposto bene al test-match di Capo d’Orlando.
Benedetto, ovviamente, punterà sul fattore campo, coinvolgendo emotivamente il duo Ammannato-Deloach, ma soprattutto Erik Rush, che sta salendo in cattedra, risultando fondamentale nell’economia della squadra.
Sarà importante, inoltre, il contributo dei lunghi in uscita dalla panchina per arginare il potente centro di Legnano, Krubally, che il solo Ammannato non può tenere per 40 minuti.
Al PalaCalafiore si attende finalmente il grande pubblico per dare una svolta al futuro di una squadra che ha una storia importante alle spalle e che merita di tornare ai vertici del basket italiano.