Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio A 5, Serie C1: il resoconto della 9^ giornata

Calcio A 5, Serie C1: il resoconto della 9^ giornata

Bovalino – Polisportiva Futura  2 – 2
Marcatori: Avarello (B), Pelle (B), 2 Ecelestini (P)

Avarello G

Dopo la sorprendente vittoria della scorsa settimana sul campo dello Zefhir, il Bovalino sfiora un’altra impresa, impattando per 2 – 2 contro la capolista Polisportiva Futura. Amaranto che dunque allungano a quattro la loro striscia di risultati utili consecutivi; mentre la squadra di mister Alfarano, dopo aver festeggiato in settimana l’accesso alla final four di Coppa Italia, interrompe la sua serie di otto vittorie consecutive, ma riesce comunque a sorridere, aumentando il distacco sul gruppo delle seconde a 6 punti.
Ritmi alti sin dalle prime battute, in cui si vede un Bovalino molto determinato, che cerca di trarre il massimo vantaggio da un avvio blando da parte degli ospiti, probabilmente ancora ebbri dopo la vittoria in Coppa sullo Zefhir che ha consentito loro di accedere alle final four. I primi venti minuti della squadra di casa sono a dir poco perfetti e vengono ricompensati dal doppio vantaggio, frutto delle reti di Giovanni Avarello (bravo a recuperare palla e superare Lo Gatto) e di Pelle. Dopo il black-out iniziale gli uomini di mister Alfarano provano a farsi sotto, accorciando le distanze grazie ad Ecelestini. Le battute finali della prima frazione vedono occasioni da una parte e dall’altra, ma le offensive delle due squadre trovano poca fortuna, soprattutto a causa della troppa imprecisione in fase di finalizzazione. Si va dunque al riposo con il Bovalino avanti 2 – 1.
In avvio di secondo tempo la Polisportiva Futura sembra tornare in campo con il coltello tra i denti, trovando dopo pochi minuti il goal del 2 – 2 ancora con Ecelestini, che supera Panuzzo dopo un inserimento dalla sinistra. Nonostante col passare dei minuti i ritmi inizino a calare, le occasioni non mancano. Gli ospiti sfiorano il vantaggio cogliendo un palo, ma le chance più colossali ce le hanno gli amaranto, che prima falliscono un contropiede in due contro uno, con Avarello che non riesce a concretizzare, e successivamente non sfruttano un’altra ripartenza, con Morabito che viene ipnotizzato da Lo Gatto in uscita. Bovalino anche sfortunato quando su rilancio di Panuzzo, Avarello prova di prima intenzione a battere l’estremo difensore ospite, graziato però dalla traversa. Dopo quattro minuti di recupero finisce dunque 2 – 2 con le due squadre che tornano a casa con un punto a testa che, tutto sommato, non dispiace a nessuna delle due.

Five Soccer Cz – Futsal Enotria  5 – 3
Marcatori: 2 Zurlo (F), Mardente (F), Giampà (F), Tavano (F), 2 Brandonisio (E), Galera (E)

Zurlo Emanuele 88 Five CZ

La Five Soccer si aggiudica in rimonta per 5 – 3 il derby contro il Futsal Enotria, che dopo aver giocato un grande primo tempo ha subito il ritorno degli uomini di mister Brescia, bravi a ribaltare il parziale ed a non mollare fino all’ultimo. Con i tre punti odierni i padroni di casa si riavvicinano alla zona play-off, portandosi ad un solo punto dagli stessi avversari odierni, che al contempo vedono interrotta la loro striscia di cinque risultati utili consecutivi.
Primo tempo di marca Enotria, brava a mostrare più tranquillità ed a gestire il possesso palla, trovando con Brandonisio e Galera due reti che portano il parziale sullo 0 – 2. La reazione dei padroni di casa c’è, ma la traversa dice di no, mandando la Five al riposo in doppio svantaggio.
Dopo l’ottimo primo tempo, gli uomini di mister Romano entrano un pò troppo leggeri nella ripresa, subendo il ritornodi fiamma di una Five Soccer che da subito si riporta in partita, con la rete dell’1 – 2 di Mardente che suona la carica. Sulle ali dell’entusiasmo i padroni di casa trovano anche il pareggio, ad opera del solito Zurlo. L’inerzia della partita sembrerebbe definitivamente cambiata in favore della Five, che però viene trafitta da un gran goal di Brandonisio, che fa partire un bolide che si insacca sotto la traversa per il 2 – 3 Enotria. La squadra di mister Brescia però non accusa il colpo del nuovo svantaggio e reagisce con la rete del 3 – 3 siglata da Giampà. Passa qualche minuto ed è Zurlo a mettere dentro il suo secondo goal di giornata, ma soprattutto completando la rimonta in favore dei suoi. Nel finale la Five chiude poi i conti, con Tavano che mette il punto esclamativo con la rete del 5 – 3.

Amantea – Real Rogit  5 – 2
Marcatori: 2 Pellegrino (A), autorete, Furano (A), Piluso (A),2 Adelmo Pereira (R)

furano fazio 80  amantea

Il Real Rogit crolla sul campo dell’Amantea con il punteggio di 5 – 2 e si vede raggiunto al secondo posto in classifica da Zefhir e Barcollando. Padroni di casa che, invece, con i tre punti odierni fanno un bel balzo in classifica, staccandosi dalla Roglianese ed agganciando il Futsal Kroton a quota dieci.
Prima frazione molto equilibrata, che vede le due squadre darsi battaglia da subito. E’ la compagine locale a trovare per prima il vantaggio, grazie ad una sfortunata autorete da parte del Real Rogit. L’Amantea riesce anche a raddoppiare, con Furano che va ad insaccare il 2 – 0. La reazione degli ospiti è affidata ad Adelmo Pereira, che sigla il 2 – 1 con cui si va al riposo.
In avvio di ripresa la squadra di mister Crucedi sembra rientrare in campo pronta a cambiare volto alla partita, trovando dopo qualche minuto il pareggio ancora con Adelmo Pereira, che sigla così la sua doppietta personale. La squadra di mister Prati però non rimane a guardare ed è brava a sfruttare al meglio le ripartenze per riportarsi in vantaggio con Piluso. Inevitabilmente il Real Rogit si sbilancia alla ricerca del pari, subendo il contropiede della squadra di casa, brava a finalizzare ancora una volta con Pellegrino. Gli ospiti, che nel post-partita lamenteranno un arbitraggio a loro dire inadeguato (soprattutto per i troppi falli non ravvisati dai direttori di gara), non riescono a mettere in piedi una reazione degna di tale nome ed iniziano a disunirsi, subendo anche la rete del 5 – 2, ancora ad opera di Pellegrino. Partita ormai persa per il Rogit, che però nell’ultimo dei tre minuti di recupero vede degenerare la situazione, quando Adelmo Pereira a seguito di un fallo non fischiato a suo favore dal direttore di gara, si scaglia con parole irrispettose verso di lui, ricevendo in cambio un meritato cartellino rosso. Ma lo scalpore più grande sta nella reazione dell’asso brasiliano, che sferra un calcio al direttore di gara, che comunque dopo qualche minuto di parapiglia, riprende in mano la situazione e decreta la fine dell’incontro. Rogit che dunque, oltre al danno della sconfitta subita, dovrà anche fare a meno per un periodo non ancora identificato di uno dei suoi giocatori più rappresentativi.

Zefhir Mega Five – Città di Vibo  6 – 2
Marcatori: 2 Sarica (Z), Stuppino (Z), Cuzzocrea (Z), Zappellini (Z), Martino (Z), 2 Briga D. (V)

Stuppino

Dopo la sconfitta interna contro il Bovalino e l’eliminazione dalla Coppa, lo Zefhir Mega Five torna a sorridere, superando per 6 – 2 il Città di Vibo sul proprio terreno di gioco, agganciando così il Real Rogit (oggi sconfitto ad Amantea) al secondo posto.
La squadra di mister Carella prova sin da subito a prendere in mano le redini del gioco, non lasciando scampo ad un Città di Vibo che non riesce mai ad essere pungente in contropiede. Le reti di Stuppino, Sarica e Cuzzocrea, consentono ai padroni di casa di portarsi su 3 – 0. Prima della fine della frazione gli ospiti riescono ad accorciare con Daniele Briga, che manda le squadre al riposo sul 3 – 1.
Il goal arrivato nel primo tempo non rivitalizza i vibonesi, che continuano a subire il gioco dello Zefhir, che continua a gestire la partita e chiude la seconda frazione con lo stesso punteggio con cui aveva chiuso la prima, concludendo i giochi sul 6 – 2 e portando a casa i tre punti senza troppi sforzi.

Maestrelli – Sporting Club Corigliano  7 – 1
Marcatori: 3 Arcudi (M), 2 Princi (M), Catanzaro (M), Cormaci (M), Bianco (S)

Arcudi Antonio

Ottimo balzo in classifica della Maestrelli, che dilaga tra le mura amiche, superando lo Sporting Club Corigliano per 7 – 1 e portandosi così a 14 punti in graduatoria. I coriglianesi, invece, complice la vittoria interna del Città di Fiore, si ritrovano in fondo alla classifica.
Tutto facile per la banda di mister Milici, che già dopo cinque minuti trova la via del vantaggio. Passa solo qualche minuto ed arriva anche la seconda rete dei padroni di casa, che iniziano a mettere un’importante ipoteca sulla partita. Lo Sporting Club Corigliano accusa il colpo e non riesce ad opporre resistenza al monologo di una Maestrelli che trascinata da Arcudi (autore di una tripletta) chiude i conti già al rientro negli spogliatoi, dove si porta sul risultato di 5 – 0.
Nella ripresa gli ospiti provano ad opporre una maggiore resistenza, ma vengono comunque trafitti per altre due volte dai padroni di casa. Unico raggio di sole in questa giornata nera per lo Sporting Club è la rete del 7 – 1 firmata dall’esordiente classe 1998 Bianco.

Città di Fiore – Roglianese  9 – 4
Marcatori: 2 Gallo A. (F), 2 Madia (F), Silletta (F), Simari (F), Urso (F), Foglia (F), Arcuri (F)

Madia Giovanni 83 Citt Fiore

Dopo il punto colto la settimana scorsa sul campo del Futsal Kroton, il Città di Fiore continua a risalire, superando per 9 – 4 la Roglianese nello scontro salvezza e fuggendo via dall’ultimo posto in classifica.
Avvio favorevole al Città di Fiore che si porta subito sull’1 – 0 dopo nemmeno dieci minuti. La Roglianese riesce ad impattare il risultato con un rigore di Baldino, ma è un fuoco di paglia perché da lì in poi la prima frazione è un monologo dei padroni di casa, che con un formidabile gioco di squadra (notare che tra le nove marcature dei locali spuntano ben sette nomi diversi) danno una direzione ben precisa alla gara, andando al riposo sul 5 – 1.
Nella ripresa la Roglianese prova subito a reagire, giocando la carta del portiere di movimento, ma è ancora il Città di Fiore a trovare la via del goal, portandosi sul 7 – 1. Gli ospiti accorciano le distanze, ma ogni errore viene pagato a carissimo prezzo dalla Roglianese quest’oggi, punita da altre due pesanti reti dei locali, che vanno sul 9 – 2. Nel finale la squadra di mister Sicilia riesce a siglare due reti, che valgono però solo a rendere meno ampio il passivo.
Il Città di Fiore ci tiene a dedicare la vittoria al proprio capitano Mirko Oliverio, che oggi non ha potuto prendere parte all’incontro a causa della scomparsa del suocero.

Barcollando – Futsal Kroton  13 – 2
Marcatori: 5 Rocca (B), 3 Fiorentino (B), Chiarella (B), Iozzo (B), Lembo (B), Marullo (B), Talarico (B), Basile (K), Arcuri F. (K)

Rocca Kevin

Dopo tre partite senza vittorie il Barcollando ritrova il sorriso, superando con facilità il Futsal Kroton per 13 – 2 ed agganciando il secondo posto in classifica.
La squadra di mister Carrozza mette subito in chiaro le cose e già dopo quattro minuto è sopra di due reti, grazie alle segnature di Chiarella e Rocca. La reazione degli ospiti non arriva ed al 14′ Rocca fa 3 – 0. Gli ospiti provano a farsi nuovamente sotto con Basile, ma Rocca li rispedisce a debita distanza. La girandola di reti della prima frazione non è ancora finita, perché al 19′ Fabio Arcuri mette a segno la seconda rete per il Futsal Kroton. Gli ultimi dieci minuti precedenti al riposo vedono le due squadre cercare la via della rete senza successo e si va negli spogliatoi sul 4 – 2.
Nella ripresa il copione non cambia e, anzi, il Barcollando è molto più cinico che nella prima frazione. Dopo soli due minuti Fiorentina trasforma il rigore del 5 – 2, seguito un minuto dopo dalla rete di uno scatenato Rocca, che al 37′ si ripete siglando la sua quinta rete di giornata. Sotto di cinque reti, i pitagorici smettono anche di crederci e vengono ancora puniti dal Barcollando, che con Iozzo e Lembo, tra il 47′ ed il 49′ si porta sul 9 – 2. Il festival del goal dei padroni di casa prosegue al 56′ con Marullo e successivamente con una doppietta di Fiorentina (tra il 58′ ed il 59′). Il punto esclamativo sulla straripante vittoria della squadra di Carrozza lo mette Talarico, che al 61′ fissa il punteggio sul 13 – 2