Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5, Sporting Locri: arriva la 5^ vittoria, ma che fatica col Fasano

Calcio a 5, Sporting Locri: arriva la 5^ vittoria, ma che fatica col Fasano

Le ragazze di mister Ferrara centrano la quinta vittoria consecutiva contro un ottimo Real Five Fasano. Di Ierardi, Marino e Borello le reti

Sporting Locri – Real Five Fasano: 3-1 (1t. 2-0)
Marcatori: Ierardi (SL) 6’55’’pt, Marino (SL) 14’32” pt, Borello (SL) 0’40” st, Colucci (RF) 1’49 st

Sporting Locri: 28) Liuzzo 4) Fragola 8) Marino 5) Borello 10) Capalbo © A disposizione: 9) Sabatino 13) Sgrò 14) Todarello 19) Ierardi 23) Modestia 1) Ceravolo All: Ferrara
Real Five Fasano: 13) Gelsomino Lucia 3) Colucci 7) Lacirignola 8) Volpicella 11) Gelsomino Laura A disposizione: 12) Adone 4) De Marchi 10) Sanna 24) Ruggeri 6) Laera All: Pannerale

Centra la quinta vittoria consecutiva lo Sporting Locri, che davanti ai propri sostenitori batte anche un Real Five Fasano, che sin da subito, si rivela un avversario coriaceo e preparato. 3-1 il finale che non registra particolari spunti di cronaca, ma che rappresenta ulteriore fieno in cascina per le ragazze di Mister Ferrara brave a confermare il terzo posto in classifica.
La gara non inizia bene per lo Sporting perché, forse inaspettatamente, si trovano davanti un Fasano battagliero e molto compatto, e anche riuscendo a tenere il pallino del gioco non riescono ad andare alla conclusione, tirando in porta, nei primi 5 minuti, solo in un’occasione capitata sui piedi della Sabatino. Samanta Fragola non è al meglio, non avendo recuperato completamente dall’infortunio al piede, e commette un paio di errori che avrebbero potuto portare il Fasano in vantaggio, è bravissima Tiziana Liuzzo, oggi titolare, a salvare la porta. La rete che sblocca la gara però non tarda ad arrivare, a realizzarla Checca Ierardi, brava a finalizzare una discesa di Federica Marino. Dopo l’uno a zero il Fasano prova a reagire, costruendo un buon gioco, però la mancanza di un finalizzatore è evidente, e i loro attacchi non sortiscono alcun effetto. Dopo la Fragola, ormai zoppicante, si infortuna dopo un brutto scontro di gioco anche il capitano Capalbo e lo Sporting in campo non è quello che solitamente conosciamo. La differente caratura tecnica permette però alle locresi di raddoppiare prima dell’intervallo, stavolta grazie ad un diagonale velenoso di Federica Marino.
Inizia la ripresa e la partita sembra definitivamente chiusa, visto che dopo soli 40 secondi Sara Borello corona una prestazione maiuscola con la rete che fissa il punteggio sul 3-0.
La tranquillità per le ragazze di casa dura, però, solo un minuto, perché stavolta le biancazzurre riescono ad andare in gol grazie alla Colucci, l’elemento di maggiore spessore tra le fila delle pugliesi. La giornata no di Gigia Capalbo diventa evidente al quinto, quando a tu per tu con il portiere pugliese finisce per farsi ipnotizzare dalla brava Gelsomino. Da questo momento in poi, sale in cattedra il Real Fasano che costruisce senza però riuscire ad essere pericolosa sotto porta, tranne che in un paio di occasioni. La prima, ancora con la Colucci al 7’ che colpisce la traversa, la seconda, al 10’ con la Liuzzo brava a dire di no a Laura Gelsomino. Finisce così una gara non bella che ha evidenziato alcune lacune e soprattutto fa capire alle ragazze che la strada da affrontare è ancora lunga e tortuosa.

 

Le Interviste
Mister Pannarale (Real Five Fasano)
Abbiamo visto un Fasano grintoso e ben messo in campo, si aspettava questa gara dalle sue atlete?
Si, è da inizio campionato che giochiamo così, anche se continuiamo a raccogliere poco. Non ho visto il divario di classifica tra le due squadre, e abbiamo perso solamente per qualche disattenzione difensiva. Sicuramente la mia è una squadra che deve crescere ulteriormente e sono sicuro che con alcuni innesti potremmo dire la nostra in questo campionato.

Mister Ferrara
Un’importante vittoria contro il Real Fasano che si è dimostrato una squadra molto determinata…
Si, abbiamo incontrato una buona squadra, anche se finché stavamo tutti bene abbiamo agevolmente controllato la gara. Poi con gli infortuni della Fragola, di Gigia Capalbo e, a fine gara, anche della Borello abbiamo necessariamente accusato il colpo, ma siamo stati comunque bravi a concedere poco e a chiudere la gara giocando con un’ottima grinta.