Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley, Vibo: la vittoria della grinta e del cuore. Matera ko al quinto set

Volley, Vibo: la vittoria della grinta e del cuore. Matera ko al quinto set

Grande spettacolo al Pala Valentia. La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia piega la Domar Matera dopo cinque tiratissimi set. Avanti 2-0, i giallorossi hanno subito la rimonta ospite, ma al tie-break hanno dominato gli scambi ottenendo così la quarta vittoria consecutiva. Due punti che mantengono i giallorossi in testa alla classifica con 11 punti in coabitazione con Potenza Picena ed Ortona. Davanti ad una buona cornice di pubblico (arricchita dalle presenze degli studenti delle scuole della città e dalla presenza di 40 tifosi materani), i giocatori in campo hanno tirato fuori gli occhi della tigre. Tra le fila di casa sugli scudi i soliti Gavotto (24 punti) e Vedovotto (23 punti). Prova maiuscola a muro per capitan Forni (6 blocks). Ottima prova corale dei lucani con l’ex Villena top-scorer del match con 27 punti

Quasi due ore e mezzo di battaglia sportiva sul mondoflex del Pala Valentia. Adrenalina pura e spettacolo per palati fini davanti ad una bella cornice di publico con la presenza delle scuole e grazie anche al calore dei quaranta tifosi materani giunti dalla città dei Sassi. La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia piega una mai doma Domar Matera al tie-break e ottiene la quarta vittoria consecutiva in campionato. Un match che ha vissuto su un altalena di emozioni e di errori in campo, ma non solo. La coppia arbitrale composta dai fischietti Valeriani e Licchelli non ha vissuto la migliore serata della propria carriera, ma al di là di ciò gli spettatori accorsi al Pala Valenti hanno assistito ad uno spettacolo sportivo di notevole qualità tecnica con due squadre che non si sono mai risparmiate. La Domar Matera ha confermato di essere non solo una squadra che possiede buone qualità, ma di essere la compagine assolutamente più rognosa di questo primo scorcio di campionato. La squadra dei quattro ex (coach Mastrangelo, il preparatore atletico Pascal Sabato, gli atleti Cernic e Villena) ha disputato il suo quarto tie-break nell’arco di cinque giornate mettendo in mostra indiscutibili doti caratteriali. Cinque set tirati punto a punto con un punteggio sempre in discussione era da tempo che non si vedevano al Pala Valentia. Merito ed onore ai lucani. La Tonno Callipo, d’altra parte, ha avuto la lucidità e anche la brillantezza nei momenti giusti soprattutto nel primo e nel secondo set quando ha trovato i varchi e le azioni per perforare il muro avversario. Ci è riuscita nel primo set conquistando il set ai vantaggi e nel secondo parziale quando, grazie all’ingresso di Marchiani dalla linea dei 9 metri, è riuscita a piazzare l’allungo decisivo grazie ai due ace consecutivi del regista marchigiano. Matera non è crollata, è rimasta sempre in partita ed è riuscita a vincere due set al cardiopalma conquistando i due parziali entrambi ai vantaggi (25-27 e 24-26). Al tie-break non c’è stata storia con la Tonno Callipo che ha innestato il turbo trovando le giuste contromisure alla P1 impostata da coach Mastrangelo all’inizio del quinto set. Giallorossi trascinati dai suoi sempre affidabili frombolieri Gavotto (24 punti) e Vedovotto (23  punti e 3 ace). Decisivo a muro capitan Forni capace si mettere a terra 6 blocks. Tra le fila del Matera per larghi tratti del match è stato l’ex Villena a creare i maggiori grattacapi alla Tonno Callipo. L’iberico ha chiuso il match con la palma di top-scorer segnando 27 punti. Con la vittoria su Matera, i giallorossi di coach Fefè De Giorgi mantengono il primato in classifica con 11 punti insieme a Potenza Picena (anch’essa vittoriosa al tie-break su Castellana) e Ortona (3-0 su Corigliano)

LA CRONACA DEL MATCH

PRIMO SET – Formazioni della vigilia confermate con la Tonno Callipo in campo con Sintini al palleggio, Gavotto opposto, Forni e Presta al centro, Vedovotto e Zanuto di banda, Cesarini libero. Matera con Pinelli in regia, Villena opposto, Bortolozzo e Zamagni centrali, Cernic e Joventino Venceslau in posto 4, Suglia libero. Parte bene la Tonno Callipo portandosi sul 4-1, ma Matera ricuce subito e si gioca punto a punto fin quando Presta non riallunga sul 10-7. Cernic risponde e i lucani trovano la parità 10-10. Matera allunga 14-16, ma Forni e compagni rimontano subito grazie all’errore di Joventino. Ancora Matera avanti 19-21, nel finale però Sintini con un tocco di seconda trova il 23-23. Si va ai vantaggi, le due squadre lottando strenuamente e alla fine cede Matera dopo l’errore in attacco di Villena 30-28.

SECONDO SET – Medesimo filone nel secondo parziale dove però la Tonno Callipo riesce a stare sempre avanti di una due lunghezze sugli avversari. Gavotto in contrattacco mette un pallone pesantissimo che vale il 18-15, ma Matera si rifà sotto nuovamente. Occorre l’ingresso in campo di Marchiani per piegare la resistenza di Matera. Il palleggiatore marchigiano piazza due battute in salto float che trovano impreparata la ricezione materana e la Tonno Callipo trova l’allungo decisivo portandosi sul 22-19. Nel finale i giallorossi allungano ancora e chiudono 25-20.

TERZO SET – Tonno Callipo avanti 7-4, Matera piazza un break di 3-0 e impatta 7-7. Si gioca ancora punto a punto con i lucani che prima vanno sotto 12-10 e poi ancora una volta rimontando virando avanti 12-13. Forni e compagni ritrovano il vantaggio con l’ace di Vedovotto, 18-17 e si portano avanti sul 23-21. Matera è indomita e con Pinelli in battuta trova la giusta rotazione che mette in difficoltà la ricezione di posto 6 e posto 1. I lucani ci credono e riescono ai vantaggi con Joventino a conquistare il set 25-27.

QUARTO SET – Matera vola sull’1-4 ma la Tonno Callipo rimonta e trova il 6-6 con Vedovotto. Altra battaglia punto a punto tra le due squadre che vede però Matera sempre avanti (15-16, 20-21). Nel finale, con la Tonno Callipo sotto 20-22, i ragazzi di De Giorgi trovano la forza per trovare i vantaggi. Sul 24-24, Matera prima trova il punto del 24-25 e poi esulta per la vittoria del set dopo l’invasione di piede chiamata a Sintini (24-26)

QUINTO SET – Al tie-break è un monologo giallorosso con la Tonno Callipo avanti anche sul 7-1 e con Presta a muro 8-2. Vantaggio di 8 punti sul 12-4, Matera prova a stare a galla annullando due palle set, ma a prevalere è la squadra di casa davanti ad una bella cornice di pubblico conquistando il set e il match 15-7 dopo l’attacco finale di Bruno Zanuto

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – DOMAR MATERA 3-2 (30-28, 25-20, 25-27, 24-26, 15-7)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Sintini5, Cesarini (L), Marchiani 2, Korzenevics 1, Forni 12, Vedovotto 23, Zanuto 12, Gavotto 24, Feroleto, Presta 11. Non entrati: Medic, Korniienko, Sardanelli (L2). All. De Giorgi

DOMAR MATERA: Pinelli 2, Cernic 12, Joventino Venceslau 17, Sesto, Zamagni 9, Bortolozzo 12, Villena 27, Suglia (L). Non entrati: Calitri, Lapacciana, Lo Bianco (L2), Da Silva Fazanha, Monteleone. All. Mastrangelo

ARBITRI: Valeriani e Licchelli

NOTE: Durata set: 35’, 29’, 33’, 34’, 14’. Tot.: 2h e 25’

Nella foto, la stretta di mano dei giocatori insieme ai tifosi al termine del match