Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto femminile A1: la Tubisider superata anche dalla Waterpolo Messina

Pallanuoto femminile A1: la Tubisider superata anche dalla Waterpolo Messina

Contro la Waterpolo Messina è arrivata un’altra sconfitta per la Città di Cosenza Tubisider.

Nel turno infrasettimanale della serie A1 la compagine peloritana si è imposta per 15-8, espugnando la piscina olimpionica della Città dei Bruzi, in virtù della sua esperienza, ma anche per le solite amnesie e ingenuità della matricola calabrese. La formazione allenata da Andrea Posterivo ha fatto quello che ha potuto, ma evidentemente dei limiti ci sono, se nell’arco di una partita subisce dei break che poi risultano determinanti. Eppure la compagine la Città di Cosenza Tubisider era riuscita nell’arco di due tempi a raggiungere il risultato di parità portandosi sul 5-5. Ma gli sgoccioli della seconda frazione e il terzo tempo sono poi costati cari alla formazione di casa, tutto facile per la squadra ospite nel prendere il largo e nell’arrivare ad un vantaggio di +5, incolmabile da colmare per l’attuale Città di Cosenza Tubisider, che pure si era riportata a -3. In evidenza in fase di realizzazione nella formazione di casa, la mancina Noemi Vitaliti, autrice di cinque reti. Esordio in serie A1 per Benedetta Garritano.
Città di Cosenza Tubisider – Waterpolo Despar Messina 8-15 (1-2,4-4,1-4,2-5).
Città di Cosenza Tubisider: Nigro, Citino(1), Gallo, De Cuia, Vitaliti(5), Gil Sorli, Garritano, Nicolai, Arancini(2), Zaffina, Motta, D’Amico, Manna. Allenatore: Andrea Posterivo.
Waterpolo Despar Messina: Sparano, Apilongo, Gitto(2), Starace(1), Morvillo, Radicchi(1), Garibotti(3), Sevenich(3), Marchetti, Aiello(5), Avola, Bosurgi. Allenatore: Maurizio Mirarchi.
Arbitri: Antonio Pascucci e Massimo Calabrò di Napoli