Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio: Serie C1, il punto sulla 7° giornata

Calcio: Serie C1, il punto sulla 7° giornata

Five Soccer Cz – Polisportiva Futura  1 – 5
Marcatori: Capicotto M. (F), 3 Gil (P), 2 Votano (P)

Gil Martins Da-Silva 82 Futura

La Polisportiva Futura coglie il ventunesimo punto sui ventuno disponibili in queste prime sette giornate di campionato (il titolo dell’articolo collega, appunto, i punti ottenuti dai reggini alla celebre frase del film “21“, di Robert Luketic, ndr), espugnando anche il difficile campo della Five Soccer Cz con il punteggio di 1 – 5 ed allungando a +5 sulle inseguitrici, dando così vita ad una vera e propria fuga.
Dopo un avvio molto equilibrato è la squadra di mister Alfarano a metter per prima il naso avanti, sbloccando il punteggio con un gran goal di Gil, che salta il diretto avversario e lascia partire un bolide che si insacca sotto la traversa. Passa appena un minuto ed arriva un goal fotocopia, questa volta però cambia l’interprete, corrispondente al nome del solito Andrea Votano: 0 – 2 Futura dopo appena dieci minuti. La Five Soccer non ci sta e prova a reagire, trovando al 20′ la meritata rete dell’1 – 2 grazie a Mario Capicotto. Al primo minuto di recupero i padroni di casa si trovano sui piedi l’occasione del pareggio, che viene però fallita e sul successivo contropiede Votano mette dentro l’1 – 3 con cui si va al riposo.  Nel secondo tempo la Five continua la sua marcatura a uomo aggressiva a metà campo e prova a rientrare in partita, ma la Polisportiva Futura mette subito le cose in chiaro con la rete dell’1 – 4. Gli ospiti continuano a gestire al meglio il punteggio e fronteggiano bene le avanzate dei locali, che al 13′ vengono nuovamente trafitti da Gil. Il restante quarto d’ora vede la Polisportiva Futura gestire il punteggio in tranquillità, conducendo in porto la settima vittoria su altrettante partite di campionato disputate.

Barcollando – Real Rogit 0 – 1
Marcatori: Graziano

Barcollando Real Rogit centrocampo

Il Barcollando incassa la seconda sconfitta consecutiva, ricevendo la beffa a domicilio, per mano del Real Rogit, proprio nel secondo dei tre minuti di recupero decretati dall’arbitro, dopo una partita in cui gli uomini di mister Carrozza avevano provato in ogni modo a trovare la via del goal. Padroni di casa che scivolano al quarto posto in classifica, superati dagli stessi rivali odierni (Real Rogit che contemporaneamente aggancia al secondo posto lo Zefhir) e raggiunti a quota 15 dall’Enotria.
Partita molto equilibrata nella prima frazione, con le due squadre che dopo una iniziale fase di studio provano a creare qualche buona occasione, ma i due estremi difensori, Sperlì e Campana, sono sempre molto attenti e mantengono il risultato sullo 0 – 0 fino al riposo.  Barcollando Real Rogit

Nella ripresa i padroni di casa provano ad alzare il ritmo ed iniziano a costruire qualche occasione in più, ma Campana è monumentale sui tentativi degli avanti del Barcollando ed abbassa la saracinesca. Anche quando l’ottimo Campana è fuori causa, i locali trovano sulla loro strada i legni della porta ospite, che oggi sembra davvero stregata. Nel secondo dei tre minuti di recupero decretati dall’arbitro arriva però la beffa per il Barcollando, che proprio quando tutto sembrava far presagire ad uno zero a zero, viene punito da un’invenzione di Graziano, che supera Sperlì con un gran tiro e consegna i tre punti al Real Rogit, che con lo 0 – 1 odierno allunga a sei la sua striscia di risultati utili consecutivi.

Amantea – Zefhir Mega Five 2 – 2
Marcatori:Delizia (A), Forte (A), Latella (Z), Spanò (Z)

Spano

Un impacciato Zefhir Mega Five non va oltre il 2 – 2 sul campo dell’Amantea, staccandosi così dalla prima posizione detenuta dalla Polisportiva Futura, che ora dista 5 punti in classifica. Amantea che invece torna a far punti dopo il brusco stop della scorsa settimana in casa del Bovalino e che si conferma squadra molto ostica tra le mura amiche.
Ospiti che provano sin da subito a fare la partita, ma la manovra della squadra di mister Carella non sembra avere la solita fluidità e l’Amantea riesce a respingere bene le offensive degli ospiti. I padroni di casa però non stanno a guardare e quando possono ripartono in maniera micidiale; ed è proprio in occasione di una ripartenza veloce che arriva l’1 – 0 siglato da Delizia. La risposta dello Zefhir arriva con la rete dell’1 – 1 di Latella, ma è un fuoco di paglia, perché ancora l’Amantea trova la via del goal prima del rientro negli spogliatoi, con Forte che insacca il 2 – 1 con cui si va al riposo. Nella ripresa il copione non cambia, con gli ospiti che tengono in mano il pallino del gioco, ma che non riescono a trovare la chiave giusta per far breccia nella difesa locale. Vista la difficoltà nel trovare il pari Carella inizia a giocare la carta del portiere di movimento, ma durante uno dei cambi tra Tamiro ed il quinto uomo, l’estremo difensore ospite entra prima del dovuto, beccandosi la seconda ammonizione e di conseguenza il rosso. Lo Zefhir prosegue con il portiere di movimento, ma perde palla in attacco, costringendo Latella a commettere fallo da ultimo uomo su Pellegrino lanciato a rete, ne scaturisce un’altra espulsione per gli ospiti. Nel finale però la granitica difesa dei padroni di casa cede agli attacchi dello Zefhir, che proprio allo scadere trova il 2 – 2 con Spanò, che quantomeno evita il k.o. ai suoi.

Città di Fiore – Futsal Enotria 3 – 5
Marcatori: 2 Silletta (CdF), Urso (CdF), 2 Mirante G. (E), Galera (E), Brandonisio (E), Mirante M. (E)

Galera Roberto Enotria

Prosegue la scalata del Futsal Enotria, che passa per 3 – 5 sul campo del Città di Fiore ed ottiene la quarta vittoria consecutiva, che consente alla squadra di mister Romano di salire a quota 15 punti in classifica in piena zona play off, appaiata al Barcollando e ad un solo punto dalla coppia che occupa il secondo posto formata da Zefhir e Real Rogit. Padroni di casa che, invece, non riescono a portare fieno in cascina, rimanendo fermi ad un punto e vedendosi scavalcare dallo Sporting Club Corigliano, rimanendo arenati ad un punto ed ultimi in classifica.  Gli dimostrano il loro buono stato di forma già nella prima frazione, che vede l’Enotria sbloccare il punteggio grazie al goal di Galera. Ci pensa poi Giuseppe Mirante prima del riposo a siglare il raddoppio ed a mandare i suoi negli spogliatoi sullo 0 – 2.  Nella ripresa il copione sembra non cambiare ed è ancora la squadra ospite a trovare la via del goal, prima con Brandonisio e poi con Marco Mirante, che portano il parziale sullo 0 – 4 e mettono una seria ipoteca sui tre punti. Il Città di Fiore però non ci sta e tira fuori una grandissima reazione, alimentata dal goal di Silletta, che accorcia sull’1 – 4. Ci pensa poi Urso a rimettere ulteriormente in discussione il parziale, prima che ancora Silletta trovi la rete del 3 – 4. Gli ospiti si rendono conto che stanno rischiando di buttare via una partita che avevano in pugno, ma nel finale ci pens ancora Giuseppe Mirante a trovare il varco giusto ed a chiudere i conti, mettendo dentro la rete fissa il punteggio sul 3 – 5.

Bovalino – Città di Vibo 4 – 1
Marcatori: 2 Avarello (B), Federico P. (B), Pipicelli (B), Ye Kun (V)

Pipicelli

Il Bovalino centra la seconda vittoria consecutiva, superando sul proprio terreno di gioco il Città di Vibo per 4 – 1 e portandosi a quota dieci punti in graduatoria. Vibonesi che vengono invece agganciati al penultimo posto in classifica dallo Sporting Club Corigliano. Solito avvio importante del Bovalino, che dopo appena 6′ trova il goal del vantaggio grazie a Giovanni Avarello, che con un diagonale dal limite supera l’estremo difensore ospite. Sbloccato l’equilibrio, iniziano ad aprirsi spazi importanti per le due squadre, ma le varie occasioni prodotte non vengono finalizzate né dagli ospiti (sfortunati a cogliere anche un palo), né dai padroni di casa. Si va così al riposo sull’1 – 0. Al rientro dagli spogliatoi è ancora Avarello a suonare la carica al 36′, quando dopo un bello scambio con Pipicelli va ad insaccare il 2 – 0 al termine di una ripartenza scaturita da un angolo in favore del Città di Vibo. Il colpo mortale arriva poi al 41′, quando Pasquale Federico fa tris per il Bovalino. Il Città di Vibo prova a reagire, ma Panuzzo si fa trovare sempre pronto. Al 56′ arriva anche la quarta rete per i padroni di casa, con Pipicelli che supera il portiere con un delizioso tocco sotto su imbeccata di Giovanni Avarello. Nel recupero c’è spazio per il meritato goal della bandiera degli ospiti, che vanno in rete con Ye Kun, che supera Panuzzo con un tiro ravvicinato e fissa il punteggio sul 4 – 1 finale.

Maestrelli – Futsal Kroton  8 – 3
Marcatori: 3 Marando (M), 2 Princi (M), 2 Arcuri (M), Chiaia (M), 3 Zanda (K)

Marando Rocco

La Maestrelli interrompe la propria striscia negativa di risultati, superando per 8 – 3 il Futsal Kroton ed allontanandosi dalla zona play out.  Avvio di gara letteralmente pauroso della Maestrelli, che nel giro di soli quattro minuti va in rete per ben quattro volte, portando il parziale sul 4 – 0 e mettendo una serissima ipoteca sulla partita. Dopo l’incredibile sveglia subita nei primi minuti il Futsal Kroton prova a reagire, iniziando a premere e trovando per due volte la via della rete con Zanda. I padroni di casa però non hanno intenzione di consentire al Futsal Kroton di riaprire i conti e in men che non si dica insaccano il 5 – 2. I tentativi di rientrare in partita dei pitagorici li portano inevitabilmente a lasciare qualche spazio in più; spazi sfruttati alla perfezione da una Maestrelli incontenibile, che trova la via del goal altre due volte e si porta al riposo avanti 7 – 2.  Nella ripresa gli ospiti provano a fare la partita nel tentativo di rientrare in gioco, ma ormai il risultato è ampiamente compromesso. La Maestrelli riesce a  contenere gli attacchi del Futsal Kroton ed a mantenere invariato il distacco di reti fino al triplice fischio, che sancisce la vittoria della squadra di mister Milici per 8 – 3.

Sporting Club Corigliano – Roglianese  3 – 2
Marcatori: 2 Valente (S), Lifrieri (S), Convertini (R), Perri (R)

Valente Massimo 81 SCC

Lo Sporting Club Corigliano si aggiudica in rimonta lo scontro salvezza contro la Roglianese con il punteggio di 3 – 2 ed ottiene così i suoi primi tre punti in campionato, che gli consentono di agganciare il Città di Vibo e di superare il Città di Fiore, lasciando così l’ultimo posto in classifica. Roglianese che invece interrompe la sua striscia vincente, che aveva visto la squadra di mister Sicilia imporsi su Futsal Kroton e Città di Vibo. Al termine della partita, tuttavia, l’allenatore degli ospiti, Sicilia, si lascia andare ad uno sfogo contro uno dei due direttori di gara, in particolare il signor Murgeri di Crotone, definito dal tecnico: “la persona più scorretta del calcio a 5 regionale“.  Padroni di casa che, affamati di punti, provano a prendere in mano le redini del gioco, ma trovano nell’estremo difensore ospite e nei legni della porta avversaria un ostacolo insormontabile. La Roglianese non si limita a contenere e colpisce con Convertini, che sigla la rete che fino al rientro negli spogliatoi si rivela decisiva.
Al rientro in campo è ancora la squadra di casa a provarci, ma un gran goal di Perri vale il raddoppio per la squadra ospite. La Roglianese inizia però troppo presto ad accumulare falli e si ritrova ben presto a concedere allo Sporting Club la chance del tiro libero. L’occasione non viene fallita da Valente, che firma l’1 – 2 e riapre i giochi. I coriglianesi ci credono ora più che mai e dopo un bel triangolo arriva il tap in vincente sul secondo palo da parte di Lifrieri, che impatta il risultato. L’inerzia del match è chiaramente cambiata ed i nervi giocano un brutto scherzo agli ospiti, che concedono un altro tiro libero: anche in questa occasione Valente non fallisce ed insacca il 3 – 2 che completa la rimonta. La Roglianese prova a giocare la carta del portiere di movimento, ma i padroni di casa non concedono nulla e riescono ad ottenere la loro prima preziosissima vittoria in campionato.