Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5, Serie C2/B: il punto sulla settima giornata

Calcio a 5, Serie C2/B: il punto sulla settima giornata

Questo settimo turno di campionato ha confermato la bontà degli organici delle prime quattro della graduatoria. Il Cittanova, travolge il Polistena che, evita un passivo maggiore grazie agli interventi del proprio portiere. L’Andrè resta in scia espugnando il campo di un Roccella che, seppur subisca la quinta sconfitta di fila ha palesato evidenti segnali di risveglio. Con l’identico risultato dell’Andrè anche la FF Siderno vince in trasferta precisamente sul campo della Bulldgo-Stefanaconi costretta a cedere l’intera posta negli ultimi 10’. La terza coinquilina sul secondo posto è l’Elettromega Polistena che, al contrario di quanto possa fare intendere il risultato, supera con pieno merito la Ludos. Il Laganadi ridimensiona le aspettative della Sensation continuando a respirare l’aria dell’alta classifica. Torna a sorridere il Bova Marina piegando al termine di una esaltante rimonta, il Serra.

EDILFERR CITTANOVA – POLISTENA C5  9 – 0
Marcatori:5’Startari, 16’ e 17’ Foti, 31’ Cosoleto, 33’ Guerrisi, 35’ Cosoleto, 46’ Maurici, 57’ Monterosso, 60’ Zappia

Cittanova Polistena

Nel delicatissimo match della 7^ giornata di campionato, l’Edilferr Cittanova ospita la formazione del Polistena C5, nel derby tra comuni limitrofi… che vede primeggiare la compagine di casa, con una prestazione più di sostanza che spettacolare. Alla presenza di un numeroso pubblico, la formazione bianco-blu parte bene ed al 2′ Cosoleto fallisce la sua prima vera occasione. Al 4′ Cordì sbaglia il passaggio su rimessa, servendo Valensise che manda di poco a lato. L’Edilferr Cittanova cerca il vantaggio, ed al 5′ Startari lo trova, beffando il portiere avversario da posizione defilata. Il Polistena si difende in modo disordinato, ma sulle ripartenze fa soffrire la squadra di casa, sprecando due occasioni al 10′. Cosoleto e compagni, tendono a gestire il gioco, difatti in un minuto riescono a rendersi pericolosi con tre occasioni, prima con Guerrisi, poi con Cosoleto e poi con Condrò che dalla distanza sfiora l’incrocio dei pali. Al 16′ Foti imbuca una palla perfetta per Cosoleto, che spalle alla porta, di prima, si gira e imbuca Minì. Un minuto dopo Foti finalizza l’azione portando il parziale sul 3-0. Gli ospiti cercano la reazione, il loro pressing non trova spazi di manovra nella metà campo Cittanovese, ma al 21′ Cordì sventa un tantativo rosso-verde.

Startari Vincenzo Edilferr Cittanova

Cittanova attua un buon possesso palla, ma le occasioni create non sono molto pericolose. Al 28′ su una ripartenza, il Polistena confeziona una ottima azione, dove Valensise prima dribla il n.1 Cittanovese e poi a porta sgarnita, impatta sul palo lontano, chiudendo la prima frazione, che a discapito del parziale, risulta molto equilibrata tra le due formazioni. La partenza sprint della  compagine Cittanovese, nel secondo tempo tramortisce un l’avversario, Foti al 31′ allunga, Cosoleto impatta con un gran tiro sulla traversa, Guerrisi al 33′ finalizza peril 5-0 ed al 35′ Cosoleto firma la doppietta personale dai sei metri. I tentativi degli ospiti sono poco incisivi, la retroguardia casalinga concede poco e Cordì si supera all’ 41′ con un doppio intervento. Tassone spreca a tu per tu con Minì, ed al 45′ Cosoleto trova il palo a seguito di una bellissima rovesciata. Le squadre rallentano, gli ospiti creano più occasioni, ma Cordì non concede nulla. Maurici al secondo tentativo firma il 6-0, seguito da Monterosso al 57′ su azione personale e Zappia al 60′ che sigla la rete del 9-0 al termine di un’azione corale. Gara gestita bene dall’Edilferr Cittanova che per la prima volta riesce a non subire reti, riconoscendo la giornata no di qualche giocatore cardine della formazione avversaria… Tanta soddisfazione per i tre punti appena raccolti, raggiungendo quindi quota sedici in classifica, in attesa della prossima e delicatissima trasferta di sabato prossimo contro la formazione di Serra S. Bruno. (A.S. Cittanova)

ROCCELLA – ANDRE’ 2 – 4

Marcatori: Chiaravalloti (A), Celia (A), Muscolo (R), Chiaravalloti (A), A. Origlia (R), Santise (A)

Chiaravalloti Andre

Privo di ben sei titolari il Roccella, nulla può contro la determinazione e la compattezza del quintetto ospite. Nonostante debba amaramente incassare la quinta sconfitta di fila la compagine di casa, ha dato chiaro segnali di miglioramento giocando per larghi tratti, alla pari contro i più quotati avversari. Il timido approccio alla gara del Roccella favorisce l’Andrè che, capitalizza le occasioni create portandosi sul doppio vantaggio. I locali non ci stanno e con una pronta reazione dimezzano il divario grazie al goal di Muscolo. La squadra ospite, però è molto più esperta e prima del riposo con Chiaravalloti, ristabilisce le distanze. In avvio di ripresa il Roccella produce il massimo sforzo e con la rete di A. Origlia mette apprensione agli avversari. Neanche il tempo di gioire che, Santise riporta alla realtà il Roccella siglando la quarta marcatura. A nulla serve il forcing finale dei padroni di casa. L’Andrè chiude tutti gli spazi e porta a casa i tre punti.

BULLDOG/STEFANACONI – F.F. TOP SIDERNO 2 – 4

Marcatori: 19’ Fantò (BS),32’ Calabrese (FFS), 44’ Muscaglione (BS), 51’ Vitale (FFS), 53’ Calabrese (FFS), 60’ Cuzzocrea (FFS)

Bulldog Stefanaconi FF Top Siderno bis

Ancora una sconfitta e sempre lo stesso copione. Una Bulldog dai due volti fa grande il Siderno. Senza nulla togliere alla compagine reggina che ha saputo, da squadra esperta, sfruttare al massimo i regali dei neroarancio per portare a casa una vittoria insperata ad un certo punto del match. Il 4-2 finale e’ un risultato che penalizza la Bulldog che però ha il grosso demerito di essersi fatta male da sola. Prima frazione non certo emozionante, si affrontavano del resto i peggiori attacchi del campionato ma anche due delle migliori difese. Bulldog molto attenta che concede praticamente nulla agli avversari e crea buone occasioni da rete. Al 19′ Fanto’ porta in vantaggio i vibonesi. La prima frazione si chiude sul punteggio di 1-0 per i locali. Nella ripresa cambia tutto, almeno in casa Bulldog. La squadra locale smette di giocare abbassa troppo il ritmo ma soprattutto si assiste ad una serie di giocate in solitario che nulla hanno a che vedere con il calcio a 5. Il Siderno, sicuramente in una delle sue giornate non migliori, fatica parecchio per creare grattacapi a Barbagallo. Ma al 2′ Su una giocata forzata da parte di Monteleone il Siderno recupera palla e calcia in porta. Barbagallo respinge ma il più lesto di tutti e’ Calabrese che sigla la rete del pari.

Calabrese FF Top Siderno

oLa Bulldog fatica a imbastire azioni di un certo rilievo ma passa di nuovo in vantaggio con Muscaglione sugli sviluppi di un corner al 9′. Il Siderno accusa il colpo ma. Tomaino, a tu per tu con il portiere avversario manca la rete della sicurezza. Tra il 21′ e il 23′ il blackout dei locali che decide la partita. Al 21′ Fanto’ perde di vista Calabrese che appoggia sul secondo palo per Vitale che realizza il 2-2. Due minuti dopo dormita generale della difesa locale e Calabrese, indisturbato davanti a Barbagallo porta in vantaggio i suoi. La Bulldog e’ nervosa, il Siderno si chiude con efficacia e il risultato resta invariato sino al 30′ quando mister Blandino prova la carta del portiere di movimento. La scelta si dimostra purtroppo non solo inefficace ma consente a Cuzzocrea, a porta sguarnita, di realizzare la rete del definitivo 4-2. La gara termina qui tra lo stupore generale del pubblico presente incredulo nel vedere la Bulldog perdere una partita che si sarebbe potuta vincere facilmente. La gara di oggi sicuramente fa scattare l’allarme in casa neroarancio. Involuzione nel gioco ma soprattutto poca convinzione nei propri mezzi. Una Bulldog, specie quella della ripresa, che ha offerto uno spettacolo non certo gradevole. Serve un inversione decisa di rotta per evitare altre figuracce come quelle odierne e per cercare di poter aspirare alla salvezza, traguardo molto difficile per la Bulldog di oggi. (A.S. Bulldog-Stefanaconi)

ELETTROMEGA POLISTENA – LUDOS 3 – 2

Marcatori: 4’ Catanese (L)24’ A. Varamo (EM), 39’ Quaranta (EM), 41’ A. Varamo (EM), 56’ Costantino (L)

Quaranta Angelo Elettromega

Partita impeccabile e risultato diciamo bugiardo. Parte bene l’Elettomega con quaranta che nel primo minuto impegna subito il portiere ospite. Si ripete al terzo taverna ma ancors una volta insuperabile il portiere. Alla prima occasione passa in vantaggio la Ludos con una bella combinazione. Immediata la risposta dei ragazzi di Legato ma il muro avversario sembra invalicabile. Il portiere della Ludos Si supera al 15’ con un intervento prodigioso su Taverna ripetendosi su Varamo a pochi minuti dopo. Al 24′ Zito si invola ma viene atterrato dal portiere in area(1 ammonizione), rigore trasformato da A. Varamo. La Ludos gioca la carta dell’uomo in più ma lo scambio giocatore/portiere costa la seconda ammonizione al portiere per essere entrato prima che uscisse il giocatore. Finisce in parità il primo tempo. La ripresa inizia con l’Elettomega alla ricerca del secondo goal che arriva al 39’ con Quaranta. Uno due micidiale al 41’ A. Varamo sigla il 3-1. Solito schema per la Ludos che gioca con l’uomo in più,  ma é l’Eletromega che spreca goal a porta libera. Segna al 55’ la Ludos ma sono ancora i ragazzi di mister Legato che hanno le redini del match. Finisce 3-2 ma sta stretto il risultato vista la mole di azioni fatte, dell’Elettromega. Meritatissima la vittoria!!! (A.S. Giuseppe Fusco)

LAGANADI – SENSATION PROFUMERIE 7 – 3

Marcatori: 12’ Ferrato (L), 13’ Messineo (L), 14’ Ferrato (L), 19’ Calafiore (L), 23’ Villella (S), 27’ Calafiore (L), 48’ Totino (S), 49’ Fiore (L), 53’ Messineo (L), 58’ Totino (S)

Messineo Laganadi

Basta un tempo al Laganadi per vincere la resistenza di una Sensation poco incisiva. Il quintetto di casa, dopo le iniziali fasi di rodaggio ingrana il turbo e nello spazio di 7’ eccelsi realizza un poker di reti lasciando intuire agli avversari che, quest’oggi per loro, non c’è speranza. Villella al 23’ prova a scuotere i compagni ma, prima del riposo Calafiore impone la propria personalità siglando il 5 a 1 che chiude il primo tempo. Nella ripresa cambia poco. Il Laganadi, gestisce il rassicurante vantaggio concedendo anche qualche occasione agli avversari che, aprono e chiudo il secondo tempo con le reti di Totino intervallate da quelle dei giocatori di casa Fiore e Messineo.

BOVA MARINA – SERRA 6 – 4

Marcatori: 5’ Palermiti (BM), 16’ D. Zaffino (S), 20’ Panagia (BM), 28’ e 32’ De Caria (S), 38’ Ciconte (S), 40’ Cartisano (BM), 44’, 49’ e 54’ Panagia (BM)

Il Bova marina torna alla vittoria superando l’ostico Serra al termine di un match al cardiopalma. La squadra di casa sembra iniziare l’incontro con il piglio giusto sbloccando il risultato con Palermiti. Gli ospiti, prese le misure si spingono in avanti e con D. Zaffino, pareggiano il conto. Il Bova non si demoralizza e con Panagia rimette la freccia del sorpasso ma, prima del riposo De Caria trova il pertugio vincente siglando il parziale 2 a 2.

Panagia Antonio Bova Marina

In avvio di ripresa De Caria sorprende la retroguardia locale portando in vantaggio la propria squadra. Il Bova perde la bussola e Ciconte ne approfitta per realizzare il 2 a 4. A questo punto mister Vazzana rompe gli indugi schierando la squadra con il portiere di movimento. Questa mossa da subito i suoi benefici quando Cartisano realizza il goal che riporta in corsa il Bova. L’incontro entra nella sua fase ed ad assurgere al ruolo di protagonista è il talento di casa Panagia il quale, prende per mano la squadra concretizzando una micidiale tripletta assestando il colpo del k.o. al Serra.