Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / La Fidal Nazionale incontra la Federazione calabrese

La Fidal Nazionale incontra la Federazione calabrese

In occasione della riunione del Consiglio Regionale della Fidal Calabria, presso la sala riunioni del CONI Calabria, la Federazione nazionale, nelle persone del Segretario Generale Fabio Pagliara, del Consigliere del presidente nazionale Dino Ponchio e dal responsabile del Settore Amministrazione Marco Pietrogiacomi, ha voluto incontrare i massimi esponenti della Fidal Calabria, per rappresentare loro la vicinanza della federazione al territorio. Dopo la presentazione dei rappresentanti federali all’uditorio, da parte del Presidente Vita, il Segretario Generale fa una esposizione delle ultime delibere del Consiglio Federale in materia di organizzazione gare, soprattutto su strada, dove gli E.P.S. in diverse occasioni sono andati fuori dalle regole, non riconoscendo alla Fidal le competenze specifiche in materia.

Per tale motivo per il 2015 occorrerà apportare adeguate rettifiche alle convenzioni tra gli EPS e la nostra federazione. In merito agli impianti di atletica leggera, argomento ampiamente trattato anche in sede di consiglio regionale, continua Pagliara, è pronta una proposta che verrà inviata, tramite l’A.N.C.I. a tutte le Amministrazioni Comunali d’Italia, per far si che i tantissimi impianti, non operativi per molteplici problemi, possano tornare ad essere utilizzati, sgravando quanto più possibile i Comuni dalle incombenze burocratiche ed amministrative. Il tutto sarà fatto, ma soprattutto dovrà essere fatto, con la collaborazione delle sedi territoriali della Fidal, in maniera da sostenere da vicino la risoluzione del problema, al fine di non veder vanificate le somme di denaro pubblico spese per la realizzazione di impianti di atletica; a tal fine e a supporto, a breve verrà varata la nuova Circolare Tecnica “2015” sugli impianti di Atletica Leggera. Ancora Fabio Pagliara ci tiene a rappresentare l’iniziativa intrapresa dal Presidente Alfio Giomi in seno al Consiglio Nazionale del CONI, dove è riuscito a persuadere i diversi presidenti federali e a far approvare una delibera per una più equa ridistribuzione dei proventi Coni destinati alle federazioni, laddove il “Calcio” la faceva da padrone. In seguito a tale delibera, la Fidal, per il prossimo anno dovrebbe beneficiare di una “fetta” consistente del sempre misero bilancio federale, ma che in parte dovrebbe essere destinata al territorio. La parola passa a Dino Ponchio, tecnico esperto, più volte responsabile nazionale del Settore Tecnico negli anni passati, che porta i saluti del Presidente Giomi e si sofferma sulle problematiche relative al calo di tesserati, soprattutto nelle fasce giovanili, facendo presente che occorre riaprire “le porte” alla Scuola. Allo scopo, perché tornino ad essere collaborativi con la nostra federazione, informa il “professore” Ponchio, che è stato varato un progetto, di prossima approvazione, che destina una consistente somma di denaro per dare un incentivo agli insegnanti di Educazione Fisica. Nel merito, diversi sono stati gli interventi da parte dei presenti, ma tutti convinti della bontà dell’iniziativa e speranzosi che tale progetto possa dare un segno di ricrescita della nostra amata Atletica Leggera. Interviene poi Marco Pietrogiacomi che, nelle vesti di responsabile amministrativo della federazione, ma soprattutto nelle vesti passate di presidente regionale della Fidal Lazio, espone alcune esperienze intraprese nella sua regione, che hanno favorito notevolmente il reclutamento e, allo stesso tempo, hanno contribuito a impinguare le casse del Comitato regionale laziale. Nel merito, l’intervento di alcuni dei presenti, pur riconoscendo validi i suggerimenti dati da Pietrogiacomi, mirava a rappresentare che la realtà della Calabria, purtroppo non è la stessa della maggior parte delle altre regioni italiane, dove le istituzioni sono più prodighe a sostenere il nostro sport, ma soprattutto, dove l’impiantistica sportiva idonea è condizione essenziale per le tante iniziative che si volessero intraprendere. Presente all’incontro, nella veste di “padrone di casa”, Mimmo Praticò, Presidente Regionale del Coni Calabria, il quale è stato parte attiva in tutti gli argomenti trattati, dando dei validi suggerimenti per la risoluzione delle diverse problematiche esposte. Ignazio Vita, in chiusura dell’importante incontro, ha ringraziato gli amici della Fidal Nazionale per il riguardo avuto nei confronti del nostro Comitato regionale e per l’attenzione avuta nell’ascoltare i tantissimi problemi avuti dall’Atletica Leggera calabrese soprattutto quest’anno e, proprio per questo, ha posto l’accento sul proficuo sostegno ricevuto da Mimmo Praticò nella risoluzione del problema “Campo Coni” di Reggio Calabria, senza il quale, molto facilmente, le società reggine di atletica sarebbero ancora orfane di un impianto dove allenarsi.