Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5: Serie C1, il punto sulla 6° giornata

Calcio a 5: Serie C1, il punto sulla 6° giornata

Zefhir Mega Five – Five Soccer Cz  3 – 1
Marcatori: 2 Lorenti (Z), Pratticò (Z), Capicotto A. (F)

Zefhir Rc

Dopo il primo stop in campionato patito sul campo del Barcollando, lo Zefhir Mega Five torna alla vittoria, imponendosi per 3 – 1 contro la Five Soccer, staccando così i diretti avversri odierni in classifica ed agganciando nuovamente il Barcollando al secondo posto.
Padroni di casa che provano a prendere in mano le redini della partita, ma trovano pochi sbocchi per il loro gioco. La Five invece è disposta in maniera molto ordinata e riesce a far male in ripartenza, come accade al quinto minuto, quando un’azione di rimessa mette Andrea Capicotto nelle condizioni di superare Castello per lo 0 – 1 dei catanzaresi. I padroni di casa sembrano accusare il colpo e poco dopo solo un salvataggio sulla linea riesce ad evitare il raddoppio della squadra ospite. Da qui in poi lo Zefhir inizia a mettere sotto la Five, che non riesce ad evitare la rete dell’1 – 1 firmata da Lorenti su calcio di rigore. La pressione della squadra di casa non produce ulteriori frutti durante la prima frazione e si va dunque alla pausa sul risultato di parità.
Nella ripresa il copione non cambia, con uno Zefhir che preme e che al 16′ trova la rete del vantaggio, ancora con Lorenti. Gli ospiti provano a riequilibrare il punteggio, ma la squadra di mister Carella gestisce ottimamente il possesso palla e nei minuti finali chiude i conti grazie al goal di Pratticò, che fissa il punteggio sul 3 – 1.

Polisportiva Futura – Barcollando 4 – 1
Marcatori: Ecelestini (P), Gil (P), Rappocciolo (P), Martino (P), Lo Riggio (B)

Gil Martins Da-Silva 82 Futura

Neanche il Barcollando riesce ad opporsi alla corazzata Polisportiva Futura, che sembra sempre più inarrestabile e che con la vittoria odierna si prende la testa solitaria della classifica, mantenendosi a punteggio pieno.
Padroni di casa che mettono le cose in chiaro sin dalle prime battute, con Ecelestini che sugli sviluppi di un calcio d’angolo va a mettere dentro l’1 – 0. La pressione della Polisportiva Futura non si placa e ci vuole un super Sperlì per evitare di capitolare nuovamente sui tentativi dei vari Ecelestini, Rappocciolo e Gil. La meritata rete del raddoppio per la squadra di casa arriva al 31′, con Gil che manda i suoi negli spogliatoi avanti 2 – 0.
In avvio di ripresa si vede un Barcollando più aggressivo, che prova sin da subito a rientrare in partita, ma Lo Gatto si oppone come meglio non potrebbe ai tentativi di Lo Riggio e La Salvia, mantenendo inalterato il vantaggio per i suoi. Le occasioni sprecate dagli ospiti pesano come un macigno quando su rilancio di Lo Gatto, Rappocciolo al volo anticipa Sperlì ed insacca il 3 – 0. Nonostante la terza rete subita il Barcollando non demorde, ma i tentativi degli uomini di mister Carrozza non vanno a segno. Gli ospiti provano allora la carta del portiere di movimento per rientrare in partita, ma accade che Martino intercetta palla e dalla propria area lascia partire un tiro che vale il 4 – 0. Nel finale arriva il goal della bandiera per il Barcollando, siglato da Lo Riggio che batte Lo Gatto con un gran tiro dai dieci metri.

Real Rogit – Città di Fiore  4 – 1
Marcatori: 2 Cofone (R), Campana G. (R), Amodeo (R), autorete Campana G.

Cofone Mario 86 Rogit

l Real Rogit non fallisce l’appuntamento casalingo con i tre punti, superando per 4 – 1 il Città di Fiore e scavalcando così in classifica la Five Soccer. Ospiti che invece restano arenati a quota 1 punto in classifica, ma nel post-partita raccogliamo lo sfogo di un dirigente del Città di Fiore, che lamenta un continuo accanimento degli arbitri nei confronti della propria società, bersagliata sin dalla prima partita da decisioni arbitrali avverse e da arbitraggi condotti con metri di misura differenti (in particolare, in riferimento alla partita odierna, ci viene segnalato dal suddetto dirigente un episodio che vedeva Simari involarsi verso la porta avversaria in solitaria, steso da dietro da un avversario che non veniva punito con il cartellino rosso. Viceversa, l’arbitro non tratteneva il rosso quando Romano gli rivolgeva una piccola protesta). Duro quindi lo sfogo della squadra ospite verso un arbitraggio ed una classe arbitrale definita, letteralmente, “mediocre“.
Veniamo però al racconto della gara, che vede i padroni di casa provare a fare la partita, contenuti però da un Città di Fiore sempre molto ben disposto in campo, che ringhia su ogni pallone e non sembra aver nulla da invidiare sul piano dell’agonismo ai più quotati avversari. La squadra di casa riesce comunque a sbloccare il punteggio nel corso della prima frazione, grazie alla sesta segnatura stagionale di Cofone, che consente ai suoi di andare al riposo sull’1 – 0.
In avvio di ripresa il Real Rogit aumenta i giri e trova il 2 – 0 con Amodeo. Il Città di Fiore riesce ad accorciare le distanze grazie ad una sfortunata deviazione di Giovanni Campana, che deposita la palla alle spalle del proprio portiere. Lo stesso calcettista locale si riscatta però dopo qualche minuto, insaccando la rete che ristabilisce il doppio vantaggio in favore del Real Rogit. La squadra di mister Crucedi chiude poi i conti, calando il poker con Cofone, che sigla la sua doppietta personale e fissa il punteggio sul 4 – 1 finale.

Futsal Enotria – Maestrelli  5 – 1
Marcatori: 2 Mirante G. (E), Borello (E), Brandonisio (E), Galera (E), Arcudi (M)

Mirante Peppe Marco

L’Enotria infila la terza vittoria consecutiva e si affaccia verso i piani alti della classifica, superando senza problemi per 5 – 1 una Maestrelli che, complice il calendario poco agevole, ha raccolto un solo punto nelle ultime quattro uscite in campionato.
Avvio di gara un pò sottotono per i padroni di casa che dopo cinque minuti si trovano sotto per effetto del goal di Arcudi, che porta in vantaggio la Maestrelli. La reazione dei padroni di casa si concretizza al 20′, quando Borello insacca l’1 – 1. Sull’onda dell’entusiasmo l’Enotria riesce a trovare anche la via del vantaggio al 25′, quando dopo un bell’uno-due Giuseppe Mirante mette dentro il 2 – 1 con cui si va al riposo.
Nel secondo tempo i padroni di casa non ripetono l’errore commesso nella prima frazione e scendono in campo determinati a chiudere i conti. Al 10′ arriva la seconda rete di giornata di Giuseppe Mirante. Gli uomini di mister Romano arrotondano poi il parziale grazie al goal di Brandonisio. All’ultimo minuto arriva anche la quinta rete dei padroni di casa, con Galera che trasforma il tiro libero e fissa il punteggio sul 5 – 1.

Bovalino – Amantea  7 – 2
Marcatori: 4 Avarello (B), 2 Bruno F. (B) Cataldo (B), 2 Piluso (A)

Avarello Giovannni 88 Bovalino

Straordinaria prova del Bovalino, che grazie soprattutto un primo tempo praticamente perfetto schianta per 7 – 2 l’Amantea tra le mura amiche, centrando così la seconda vittoria stagionale.
Come accaduto anche nelle ultime uscite, il Bovalino parte a razzo, trovando dopo soli 3 minuti di gioco la rete del vantaggio grazie a Cataldo. L’Amantea continua ad essere assente ingiustificata ed i padroni di casa ne approfittano, grazie soprattutto allo show del solito Giovanni Avarello, che con tre tiri dalla distanza supera per altrettante volte l’estremo difensore ospite, mandando i suoi all’intervallo avanti 4 – 0.
In avvio di ripresa la squadra di mister Prati entra in campo con tutto un altro piglio e dopo 10 minuti sugli sviluppi di un calcio d’angolo trova la via della rete con Piluso. Lo stesso attaccante ospite si ripete al 20′, quando viene messo a tu per tu con Panuzzo per la rete del 4 – 2 che sembra riaprire i giochi. Ci pensa però ancora Giovanni Avarello a smorzare gli entusiasmi dell’Amantea, insaccando la rete del 5 – 2 che gli vale il poker personale. Ancora Avarello propizia poi la sesta rete dei locali, con un tiro che viene smorzato dall’estremo difensore ospite, ma che continua nella sua traiettoria verso la linea di porta prima che Federico Bruno completi l’opera dando alla palla la spinta necessaria. Il 7 – 2 è ancora siglato da Federico Bruno, che sfrutta al meglio un bell’assist di Cataldo e fa calare il sipario sulla partita.

Città di Vibo – Roglianese  3 – 6
Marcatori: Grillo (V), Briga A. (V), Briga D. (V), 3 Fialà (R), Catania (R), Gervasi (R), Perri (R)

Fiala Catania

La Roglianese ci prende gusto e dopo i primi storici tre punti in serie C1 raccolti la settimana scorsa contro il Futsal Kroton, si ripete quest’oggi ai danni del Città di Vibo, sconfitto a domicilio con il risultato di 3 – 6.
Cose che sembrano mettersi subito bene per i padroni di casa, che dopo soli 3 minuti trovano il goal del vantaggio grazie a Grillo. La Roglianese però non si perde d’animo e tira fuori una reazione che porta al pareggio siglato da Catania, per altro originario proprio di Vibo. Dopo il botta e risposta i ritmi si abbassano un pò ed il risultato rimane in equilibrio fino al rientro negli spogliatoi.
Nella ripresa però le cose cambiano, perché sale in cattedra un altro calcettista originario di Vibo, Fialà, che trova due reti pesanti che indirizzano la partita in favore degli uomini di mister Sicilia. Il Città di Vibo accusa il colpo e viene trafitto per la quarta volta da Perri. Dopo lo shock, i padroni di casa provano a raddrizzare le cose, trovando prima con Antonio Briga e poi con Daniele Briga due reti che portano il parziale sul 3 – 4 e sembrano riaprire i giochi. Le velleità di rimonta dei vibonesi vengono però spezzate dalla rete del 3 – 5 messa a segno da Gervasi. Nel finale c’è spazio poi per la terza rete di giornata di Fialà, che fissa il punteggio sul 3 – 6.
Nelle dichiarazioni del post-partita l’allenatore della Roglianese, Sicilia, ci tiene a ringraziare mister Lo Bianco e tutta la società del Città di Vibo per l’accoglienza e l’ospitalità mostrata quest’oggi.

Futsal Kroton – Sporting Club Corigliano  6 – 4
Marcatori: 3 Basile (K), 2 Stasi (K), Arcuri F. (K), 2 Valente (S), Lifrieri (S), De Luca (S)

Basile Antonio 71 F Kroton

Il Futsal Kroton coglie tre punti importanti in ottica salvezza superando lo Sporting Club Corigliano con il punteggio di 6 – 4 al termine di una partita ricca di occasioni ed all’insegna della correttezza tra le due compagini.
Il festival del goal si apre dopo otto minuti, quando Lifrieri va in rete portando in vantaggio lo Sporting. La reazione del Futsal Kroton è immediata e tra il 13′ ed il 15′ grazie alle reti di Fabio Arcuri e di Basile il punteggio è già ribaltato sul 2 – 1. Passa però solo un minuto e gli ospiti impattano nuovamente il risultato con De Luca. Le occasioni si succedono da una parte e dall’altra, ma il pari continua a persistere. Al primo dei due minuti di recupero assegnati dall’arbitro i pitagorici trovano però la terza rete, con Basile. Ma la prima frazione non è finita qui, perché c’è ancora tempo per la rete di Stasi, che sigla il 4 – 2 con cui si va negli spogliatoi.
In avvio di ripresa le emozioni continuano a fioccare, con Valente che dopo soli due minuti accorcia per lo Sporting Club Corigliano. Ci pensa però Stasi al 13′ a ristabilire le distanze. I tentativi degli ospiti di rientrare in partita non sortiscono effetto ed al 27′ arriva il goal del 6 – 3 di Basile che mette una pietra sulla partita. Padroni di casa che perdono subito dopo Scaletti, espulso a seguito di una protesta un pò troppo veemente nei confronti del direttore di gara. Al 29′ è inutile la rete di Valente su tiro libero per i coriglianesi, che escono sconfitti per 6 – 4.