Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto femminile A1: altra big per la Città di Cosenza Tubisider

Pallanuoto femminile A1: altra big per la Città di Cosenza Tubisider

Secondo turno consecutivo casalingo per la Città di Cosenza Tubisider, che oggi 1 Novembre alle ore 15,30 affronterà la squadra vice Campione d’Italia del Plebiscito Padova.

Anche questo un incontro dal pronostico chiuso sulla carta, visto il divario tecnico e di esperienza tra le due compagini, ma questo non vuole dire che la Città di Cosenza Tubisider non proverà almeno nelle intenzioni a fare anche un mezzo sgambetto alle venete. “Altra partita difficilissima che ricalcherà quella con la Mediterranea Imperia – osserva il tecnico Andrea Posterivo – ma che a noi servirà per migliorare l’amalgama e gli schemi di gioco. Una partita da affrontare con la serenità di chi non ha nulla da perdere, dal momento che giocheremo contro la compagine vice Campione d’Italia”. Un confronto nel quale, comunque si incanalerà, la Città di Cosenza Tubisider dovrà lottare fino alla fine e sempre con la massima concentrazione, senza mai sentirsi vittima predestinata. Prima o poi si dovrà uscire dalle secche della classifica. “Ci aspettavamo dopo quattro giornate di trovarci in una discreta posizione di classifica e purtroppo non è stato così – osserva il presidente Giancarlo Manna – non siamo stati in grado finora di conquistare punti, per quello che si è visto, contro formazioni alla nostra portata e invece vuoi per approcci sbagliati, vuoi per mancanza di determinazione, qualche arbitraggio che non è stato dei migliori e questo non deve essere un alibi, ci ritroviamo al di sotto delle nostre iniziali aspettative e certamente per nostro demerito. Bisogna invertire la tendenza ed in fretta, dobbiamo crescere e migliorare sotto tutti gli aspetti, in modo da offrire delle prestazioni che ci possano portare a fare punti contro squadre di pari livello, abbiamo tutte le carte in regola per salvarci fare. La partita contro il Plebiscito Padova è difficilissima, in quanto affronteremo una compagine di grandissimo spessore, ma mi aspetto una prestazione all’altezza sul piano dell’impegno e del gioco, al di là del risultato. Dovremo uscire dalla vasca soddisfatti per quello che avremo fatto vedere”. Dunque un altro impegno proibitivo sul cammino della matricola cosentina, ma la speranza di fare punti quella resta sempre.