Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Palllamano Crotone: al via il campionato

Palllamano Crotone: al via il campionato

Il tempo della preparazione atletica è ormai finito ed ha lasciato il posto a quello del campionato. Domenica due novembre alle ore 19 infatti la Puliverde Crotone esordirà sul difficilissimo campo della Pallamano Fasano. Finalmente è arrivato ormai il tempo del campionato ed i giovanissimi giocatori del Crotone potranno dare sfogo a tutta la voglia accumulata in questi mesi. Certo l’impegno non sarà semplice perché la Pallamano Fasano è una squadra che non nasconde le proprie ambizioni e giocherà per vincere perché punta dritto ai playoff. I ragazzi (mai termine è stato più appropriato visto che l’età media della squadra si avvicina appena alla maggiore età) allenati dai tecnici Antonio Cusato e Stefano Liviera metteranno in campo il massimo cercando di sovvertire il pronostico e scombinare i piani del Fasano. Non sarà semplice, ma ci proveranno. Come ogni esordio ci sarà la difficoltà inziale di rompere l’emozione e poi per i tecnici quello di trovare il giusto assetto. In precampionato in pochissime occasioni la squadra è stata provata quindi la partita di domenica pomeriggio sarà un banco di prova anche per loro. Difficile ipotizzare il sette inziale. Sono in tanti che scalpitano ed in alcuni ruoli c’è l’imbarazzo della scelta, mentre in altri la scelta è forzata. Tanta concorrenza per il ruolo di pivot e sulle ali, mentre a difendere i pali ci sarà il solo Cortese visto che per motivi diversi gli altri portieri attualmente sono indisponibili. I tecnici decideranno solo alla fine chi mandare in campo dal primo minuto anche se alcune caselle sembrano essere coperte. I giocatori però, anche se in cuor loro conoscono le possibilità che hanno, fanno di tutto per accrescerle o consolidarle dando il massimo ad ogni allenamento sperando di mettere in difficoltà i due tecnici. Quello che sta per iniziare sarà un campionato molto impegnativo per la Puliverde perché il livello delle avversarie è decisamente alto e la rosa si è ringiovanita molto. Quasi tutta la formazione under 16 è stata promossa in prima squadra. Contro avversario di alto calibro la mancanza di esperienza e la differenza fisica possono fare la differenza. Ma il Crotone compenserà con altre caratteristiche come la velocità e la grinta. Certo non sarà facile in una disciplina che fa della prestanza fisica una delle sue prerogative principali. La storia però insegna. Il Crotone ha grinta ed ha sempre venduto cara la pelle, c’è da scommetterci sarà così anche domenica ed per tutto l’arco della stagione. L’obiettivo è quello di dare fastidio a tutti ed essere magari la sorpresa del campionato.