Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Marcia, record a Siderno per Domenico Sanso e Carmelo Gambello

Marcia, record a Siderno per Domenico Sanso e Carmelo Gambello

Lo stadio comunale di Siderno, sabato 25 ottobre u.s. ha ospitato la manifestazione di chiusura della stagione su pista calabrese 2014 che, per l’occasione, prevedeva gare aperte a tutte le categorie. Nel complesso, i risultati ottenuti sono stati lo specchio di una stagione non molto esaltante, soprattutto per le specialità tecniche, dove il conforto delle pedane era fortemente essenziale e che è venuto meno “grazie” alla chiusura dell’impianto di atletica di Reggio Calabria e, in generale, per lo stato di quasi abbandono cui sono soggetti tutti gli impianti sportivi calabresi. L’augurio e che i nuovi politici, neo eletti ed eleggendi, sappiano saggiamente guardare con il dovuto rispetto verso il mondo dello sport, soprattutto quello dilettantistico. Commenti a parte, doverosi quando si vanifica il lavoro di un’intera stagione agonistica e quando molti giovani talenti non sono stati considerati, si è riscontrato un buon momento della marcia regionale, dove il lavoro svolto (su strada) da alcune società di Catanzaro Lido e di Reggio Calabria, comincia a dare i doverosi “frutti” e le soddisfazioni per i tecnici del C.S.G. CZ Lido e dell’Icaro di Reggio Calabria, che proprio a Siderno hanno schierato in pista complessivamente 21 marciatori, che vanno dalla categoria esordienti a quella allievi. Segno questo che si sta operando partendo dal lavoro sui giovanissimi e, a onor del vero, hanno messo in evidenza delle buoni doti tecniche e stili di marcia. Tra loro, Domenico Sanso, cadetto del C.S.G. CZ Lido di Santino Mineo, ha portato il record regionale dei 5 km di marcia a 29:42.4, migliorando il suo precedente primato che era di 30:44.62. Nella prova dei 2 km di marcia, Carmelo Gambello, marciatore dell’Icaro di Alessia Scotto, ha abbassato il primato regionale della categoria ragazzi, già suo, portandolo da 10:18.1 a 9:45.5. Buona pure la prestazione di Martina Ramiro (Icaro) che nella prova dei 3 km porta il suo personale a 16:38.0. Nel salto in lungo e in alto juniores femminile, facili vittorie di Rita Caliò della Fiamma Atletica Catanzaro, che ottiene m. 5,20 e m. 1,60. Nel martello allieve, la martellista Aurora Cuzzocrea trova qualche difficoltà per qualche imperfezione della pedana e non va oltre 49,25 metri, ben 7 m. sotto il suo personale di m. 56,39 che la vede occupare dignitosamente la sesta posizione della classifica nazionale di categoria.