Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5: Sporting Locri, sfondato il “muro” Vittoria

Calcio a 5: Sporting Locri, sfondato il “muro” Vittoria

Le siciliane scendono in campo con un assetto spudoratamente difensivo.

Tattica che non porta risultati perché lo Sporting le punisce per 5 volte

 

Sporting Locri – Vittoria Calcetto : 5-1 (1t. 2-1)

Marcatori: Capalbo (SL) 7’pt, 1’st, Ierardi (SL) 11’pt, Sabatino I. (VC) 16’pt, Sabatino A. (SL) 10’st, Borello (SL)19’ st

 

Sporting Locri: 28) Liuzzo 4) Fragola 8) Marino 9) Sabatino A. 10) Capalbo © A disposizione: 5) Borello 6) Agostino 13) Sgrò 18) Todarello 19) Ierardi 23) Modestia

Vittoria Calcetto: 1) Saggio 6) Ternullo 7) Di Grusa 9) Ricupero © 10) Sabatino I. A disposizione: 8) Russo Di Mare 19) Cucinotta 24) Verdibello 29) Lucaselli 12) Paneduro

 

Niente da fare per il Vittoria Calcetto che nonostante la migliore posizione di classifica scompare di fronte a uno Sporting Locri che si conferma essere una compagine di altro livello. Di fatto non c’è stata mai partita, e il muro costruito ad hoc da Mister Nobile si sgretola davanti alla compattezza e all’entusiasmo delle locresi. E’ stata una settimana importante, questa, per lo Sporting Locri; le due sconfitte di inizio campionato dovevano rappresentare uno spettro da scacciare al più presto, e a suon di gol. La supremazia territoriale si manifesta sin da subito, ma i primi minuti della gara vedono, spesso e volentieri, le cinque siciliane tutte dietro la linea di metà campo a difendere il risultato. Tattica che paga, ma solo per sette minuti, minuti nei quali le atlete di Ferrara costruiscono gioco e sfiorano il gol in tre occasioni, prima con Antonella Sabatino e poi con una doppia conclusione della Capalbo che non trova fortuna. E’ solo il preludio alla rete, che arriva come al solito ad opera del capitano. E’, infatti, un siluro di Gigia Capalbo a piegare le mani di Saggio e portare avanti nel risultato le locresi. A questo punto ci si aspetta una reazione siciliana, ma le palle gol stentano ad arrivare, e sull’unica conclusione verso lo specchio, al 10’, c’è Tiziana Liuzzo pronta.

Il Vittoria si sbilancia e il Locri raddoppia, all’11’ botta da fuori di Samanta Fragola, intercettata e girata a rete dalla Ierardi che manda in visibilio i supporters accorsi al palasport. La partita sembrerebbe già chiusa, anche perché più volte lo Sporting sfiora la rete del 3-0, prima con la Todarello e poi con Federica Marino, ma il muro del Vittoria resiste.

Al 16’ solo una svista di Fragola riapre la gara; il difensore locrese pressato da Immacolata Sabatino, perde palla e concede il gol dell’ex all’atleta quest’anno in prestito in Sicilia.

Sul finale del primo tempo un atteggiamento ostruzionistico delle siciliane riscalda gli animi in campo con il capitano del Vittoria, Ricupero, che si mette in evidenza per un fallaccio sulla Capalbo brava a non reagire. Si va al riposo con il Locri che preme per ristabilire le distanze, ma prima Borrello, poi Fragola, e per finire Ierardi, non riescono a gonfiare la rete della Saggio.

Rete che, però, arriva in apertura di ripresa; al 1’, con una giocata da manuale Capalbo-Marino-Capalbo, col capitano a rete per la settima volta in questo campionato.

A questo punto il Vittoria sparisce sotto i colpi dello Sporting che sfiora la rete in altre quattro occasione, per poi portarsi sul 4-1 al 10’ con Antonella Sabatino che risponde alla rete della sorella, chiudendo, di fatto, la gara. Le siciliane sono una squadra Ricupero-dipendente, infatti escludendo qualche giocata dell’attaccante, non si dimostrano quasi mai all’altezza della categoria. L’ampio turn over applicato da Ferrara regala qualche palla gol alle siciliane che, però, serve solo a mettere in vetrina l’ottima gara di Tiziana Liuzzo, sempre pronta e attenta, brava a non far rimpiangere la Ceravolo, fuori per squalifica.  Antonella, intanto, vuole vincere la sfida delle sorelle Sabatino, ma il palo, in ben 2 occasioni, al 17’ e al 18’, gli dice no. Ad un minuto dalla fine neanche la fortuna assiste il Vittoria e lo Sporting Locri, con un sontuoso pallonetto di Sara Borello trova il 5-1 che chiude la gara. Il lavoro svolto da Ferrara in settimana ha portato i suoi frutti. Queste ragazze avevano bisogno dei tre punti per continuare a crederci, e il risultato pieno non è tardato ad arrivare. Vittoria che arriva a coronamento di una prova fatta di cuore, sacrificio e bel gioco, tre punti vitali per queste ragazze che, se continueranno a giocare concentrate, potranno regalarsi e regalarci più di una soddisfazione.

 

 

Le Interviste:

Tiziana Liuzzo (Sporting Locri): E’ una vittoria che ci serviva per il morale, sono contenta di aver contribuito, grazie alla fiducia accordatami da Mister Ferrara. In settimana abbiamo cercato di concentrarci sulle cose da migliorare, e questo risultato conferma che siamo sulla buona strada. Dedico questa vittoria alla mia famiglia, a tutta la squadra e ad i miei amici che mi sostengono sempre.

 

Mister Ferrara (Sporting Locri): E’ una vittoria molto importante. Dovevamo correggere alcuni errori tattici che ci sono costati la sconfitta sia a Siracusa che col Salinis, le ragazze oggi mi hanno confermato che la squadra c’è ed è ben determinata a fare sempre meglio. Sono contento perché le atlete stanno mettendo bene in campo gli schemi che proviamo in settimana, anche se dobbiamo lavorare ancora sulla velocità, un aspetto molto importante per il mio gioco. In settimana ci siamo parlati, abbiamo affrontato i problemi che in ogni spogliatoio possono affiorare. Mi sono trovato davanti a delle ragazze molto mature che hanno scoperto le carte e parlato apertamente dei piccoli aspetti da correggere. Con questi presupposti faremo sempre meglio.