Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Reggio, l’impiantistica sportiva al centro di un dibattito tra i candidati a sindaco

Reggio, l’impiantistica sportiva al centro di un dibattito tra i candidati a sindaco

Finalmente si torna a parlare di sport. L’accesso confronto tenutosi stamane al “PalaBotteghelle” di Reggio di Calabria relativo alla situazione dell’impiantistica sportiva  reggina, regala nuove speranze a tutte le società  che a causa del degrado delle varie strutture dedite allo sport, sono costrette a fare di necessità virtù utilizzando, nelle migliori delle impotesi, palazzetti fatiscenti ed inagibili.

Ospiti della Vis, società di pallacanestro che da poco più di un anno ha avuto dal Comune la gestione del palazzetto di Largo Botteghelle all’incontro hanno partecipato i candidati a sindaco per la città di Reggio Calabria. Assenti ingiustificati Aurelio Chizzoniti e il “grillino” Vincenzo Giordano.

 

Se l’avvocato Chizzoniti un giorno prima aveva praticamente annunciato la propria assenza con la seguente mail che riportiamo testualmente: (“In relazione al gradito invito a partecipare all’incontro dell’11 ottobre volto ad affrontare le criticità dell’impiantistica sportiva poiché sono aduso ad anteporre al capriccio della forma e della politica parolaia la sostanza delle cose ritengo che l’iniziativa lodevolmente assunta debba concretizzarsi in un progetto non disegnato a mano libera ma che pianifichi con dovizia di particolari le soluzioni che il mondo dello sport deve prospettare all’attenzione degli aspiranti sindaci. Impegnandoli, così come hanno fatto le associazioni ambientaliste sul versante del mega problema dei rifiuti solidi urbani, attraverso un ben articolato atto deliberativo responsabilmente sottoscritto da tutti i candidati. In quest’ottica suggerisco un incontro propedeutico fra il Coni e tutte le associazioni satelliti al fine di individuare una piattaforma programmatica ex post oggetto di confronto fra i nove candidati”.), il candidato a sindaco del Movimento 5 Stelle Vincenzo Giordano attraverso il proprio portavoce comunica di essersi dovuto recare al canile di Mortara dove era in atto lo sgombero. (ndr tutti gli altri candidati a sindaco sono andati successivamente)

 

L’incontro moderato dal giornalista della Gazzetta del Sud Giuseppe Praticò, ha dato numerosi spunti, dall’agibilità dei vari palazzetti alla possibilità di creare un assessorato dedicato solo ed esclusivamente all’impiantistica reggina e il confronto con le varie società dell’hinterland. Ago della bilancia se affidare o meno le strutture ai privati.

 

Davanti a circa 150 persone tra società, politici, sportivi e stampa, poche promesse, anzi praticamente nessuna, ma tante idee da mettere in campo nel caso in cui il candidato “x” dovesse vincere l’elezioni.  Una cosa è certa, il tutto si concretizzerà dopo aver valutato la situazione finanziaria del Comune reggino.

 

Un confronto durato più di 90 minuti che ha visto i candidati a sindaci confrontarsi anche con alcune società sportive e la stampa intervenuta.

IMG_9236 IMG_9240