Home / Sport Strillit / BASKET / Basket: Viola, contro Omegna in cerca di riscatto
viola2014

Basket: Viola, contro Omegna in cerca di riscatto

di Giovanni Foti – La prima uscita stagionale, sul campo di Treviso, non ha portato i nero-arancio alla vittoria, ma ha sicuramente confermato le parole della vigilia di coach Benedetto, secondo le quali, la squadra era pronta ad una partita e più in generale ad un campionato difficile e faticoso.
La gara al Palaverde, infatti, nonostante la sconfitta, ha testimoniato la compattezza di una squadra, che, ha tenuto testa alla DeLonghi Treviso per tutto il match, salvo poi cadere nei secondi finali.
Una prova, quindi, tuttavia confortante, che aumenta ulteriormente la consapevolezza nei mezzi che questa Viola possiede, in vista della prossima sfida, in casa, contro la Fulgor Omegna.

Un’altra prova sicuramente impegnativa, che si giocherà al PalaMazzetto di Reggio Calabria, visto il ritardo nella consegna del PalaCalafiore.
La Paffoni si presenta molto bene al campionato appena iniziato, con una squadra giovane e con ambizioni di alta classifica.
Il nuovo coach, Alessandro Magro, ha già dato un’impronta ben definita alla sua squadra, con un gioco fluido, caratterizzato da passaggi vorticosi e ottime spaziature, che favoriscono soprattutto il tiro dalla lunga distanza e posizione a rimbalzo d’attacco.
Al debutto, infatti, i ragazzi di Magro hanno asfaltato Treviglio, con un punteggio di 92-76, portando ben 5 giocatori in doppia cifra, nonostante la pesante assenza dell’ex Viola, Luca Fontecchio, che in settimana si è sottoposto ad intervento chirurgico, dopo la rottura del crociato in una gara amichevole prestagionale.
Tavernelli in regia e Iannuzzi sotto canestro, ma soprattutto i due americani, Conger e Saddler, dai quali viene tutta la fantasia della squadra, sono gli interpreti su cui si basa gran parte del gioco di coach Magro.
Buono anche l’inizio del reggino Antonio Smorto, che si è ritagliato un po’ di minuti in rotazione, mettendo a referto anche 6 punti nella vittoria su Treviglio.

Una squadra, quindi, per certi versi, anche simile alla Viola, con un backcourt di livello e un reparto lunghi leggermente spoglio di alternative.
I rimbalzi difensivi, infatti, sono risultati un po’ il punto debole, avendone recuperati solamente 9 di squadra nel primo tempo con la Remer.
In settimana, inoltre, il play Tavernelli, ha subito una distorsione alla caviglia in allenamento, che potrebbe creargli qualche fastidio in vista proprio della gara di Reggio Calabria.
In casa Viola, invece, non ci sono problemi fisici, al di là del solito Spera, ancora in via di recupero.

Nonostante la partita si giochi domenica al PalaMazzetto e non al PalaCalafiore, il coach di Omegna, Alessandro Magro, è consapevole del calore che il pubblico potrà dare alla Viola, e questa potrà sicuramente essere un’arma in più.