Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Franceschini-Di Maria, Misiti-Vibonese: quanti intrecci per il Gallico-Catona

Franceschini-Di Maria, Misiti-Vibonese: quanti intrecci per il Gallico-Catona

Un “dolce” amaro del capo ed allungare la striscia positiva. L’allievo ( Franceschini) supera il “maestro” De Maria !  Il direttore sportivo Peppe Misiti (foto) : a Vibo con un seguito di tanti tifosi, non deluderemo.

E’ stato ad un “passo” per essere il neo direttore sportivo della Vibonese del “ patron” Caffo. Ci è mancato poco, era l’inizio dell’estate, poi non si fece nulla. Le lusinghe fanno piacere, il giovane Peppe Misiti (32 anni)  nonostante  la giovane età ha già vinto due campionati con la Catonese. Eloquio facile, sempre pronto alle battute, è “l’uomo ombra” di Nellone Violante.

Il centrocampista Peppe  Caputo è il cannoniere “ principe” in Eccellenza. Quattro sigilli in quattro gare.

Acquisto quanto mai azzeccato. Contro una compagine difficile da domare la “forza” dell’undici dei  due “guru” Nello Violante e Natale Gatto è stata l’umiltà nel capire le difficoltà del match  ed adattarsi alle complicazioni uscendone indenni. Il vice presidente l’avvocato Antonio Lo Presti elogia  fine gara l’applicazione degli atleti che hanno “smaltito” il notevole carico di lavoro fatto nella fase di preparazione.

Un plauso anche al “ secondo” Princiotta  , al preparatore atletico  Marco Fresca e a Ciccio Poner  preparatore dei portieri.

Il “ valore aggiunto” è sempre lui, Ivan Franceschini. Serietà ed umiltà, grande professionalità.

Vuole vincere dopo aver sfiorato la scorsa la “ storica” impresa.

Capolista in comproprietà dopo quattro giornate. L’imbattuto Gallico Catona  fa “ dieci” in graduatoria, batte con sofferenza una compagine tosta come l’ Isola Capo Rizzuto dell’ ottimo Leone . Complimenti!

E non è stato  assolutamente facile dopo il “ fantastico” exploit esterno di Taurianova. Ancora una volta a segno il “ duttile” centrocampista Peppe Caputo ( quattro reti in quattro gare) , compagine che si è saputa anche sacrificare, stringere i denti ed ha dimostrato  , qualora ce ne fosse di bisogno, spirito  di adattamento in base  alle caratteristiche dell’ avversario. Certo non sempre si può essere “esteticamente” belli e perfetti…. ma l’importante alla fine sono stati i tre punti.

Compagine leader , ma anche tanta umiltà ed applicazione. Indovinati i “cambi”. Ancora una volta  una volta Ivan Franceschini  ha cambiato formazione, Cormaci , Postorino e Monorachio sin dall’avvio,  Giunta e Libri in panchina. Ottima la prova di Oliveri in difesa insieme all’insuperabile Peppe Calarco.

I “ fuori quota” La Cava e Antonio  Musarella sono una realtà. Una  “ diga” Andrea Penna, una sicurezza

Il giovane portiere Orazio Barillà. E’ un Gallico- Catona che ha come “filosofia” la “ variabilità ( non è detto che squadra che vince non si cambia)  della formazione anche se ci sono giocatori imprescindibili  come  lo stesso Leo Gatto.

“ Insieme si può” lo slogan coniato dal neo nato comprensorio Gallico- Catona che sta sbalordendo tutti per  la capacità delle scelte fatte, con  una programmazione futura che vede la valorizzazione del settore giovanile, della “ scuola  calcio”. Ristrutturato il settore giovanile con il coordinatore Salvatore Ripepi ed i collaboratori Enzo D’ Ascola e Nino Reitano.

“ Vogliamo gente giovane  e motivata” sostiene il giovane “ diesse” Peppe Misiti.

Ed è la “ quinta” di campionato. E’ la prima volta che si affrontano Gallico- Catona e Vibonese, due compagini fra le sicure protagoniste del torneo. Vibonese che dopo 16 anni si “ritrova” in Eccellenza.

La  Vibonese ha storia e tradizione, è compagine “ opulenta” ed ha organico da categoria superiore.

E’ allenata dal messinese Gaetano Di Maria, ex Hintereggio , che avrà al suo cospetto Ivan Franceschini.

A confronto due  “credi” tattici. Un Gallico – Catona all’identità di gioco ben definita, di qualità il gioco espresso ;  “la nostra forza è il lavoro sostiene  Ivan Franceschini”. E’ la prima volta che Franceschini incontra un suo ormai  ex allenatore.

La capolista imbattuta Gallico – Catona è in splendide condizioni, la blasonata Vibonese paga lo “ scotto”, guarda caso, del “ noviziato” in categoria inferiore. I tifosi di Gallico e Catona sono in estasi, chi lo avrebbe mai immaginato di giocare al “ Luigi Razza” di Vibo ! Ben 4 ex, tutti nel Gallico Catona. Calarco, Zappia, Gatto e Caridi.