Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Automobilismo: il reggino De Lorenzo si aggiudica lo Speed Day di Saline J.

Automobilismo: il reggino De Lorenzo si aggiudica lo Speed Day di Saline J.

 Il driver reggino, su Subaru Impreza Sti, svetta nella gara d’accelerazione contro l’Audi R8 di Loris Nicolò, in un confronto al centesimo. Fra gli scooter vittoria per Pietro Fedele del Team Motor House, promotore dell’evento di Saline Ioniche.

 

Duecentoventicinque metri,un ottavo di miglio, in cui sprigionare la massima potenza delle proprie vetture. Una sfida che ha coinvolto una cinquantina di piloti di varie classi.

La vittoria finale è andata a Antimo De Lorenzo, nome noto dell’automobilismo reggino per aver fondato oltre un decennio fa Rc Tuning, un club dedicato alla passione per le auto più performanti. Questo appassionato gruppo reggino, oltre ad essere stato il più numeroso per le tante vetture esposte ed in gara, è stato anche il vincitore della classifica dei Teams.

Antimo De Lorenzo si è preso il copyright del rigo più alto della classifica, sprigionando gli oltre 600 cv della Subaru Impreza elaborata da Andolfi, sul percorso in salita ricavato nello stradone che costeggia le Officine Grandi Riparazioni di Saline Ioniche. Dopo varie sessioni di prove aperte a tutti i partecipanti, il driver reggino ha scarrellato un eccellente crono di 8.425, 18 centesimi meglio di quello staccato alle fotocellule da Loris Nicolò, sulla sua Audi R8 V10 5.2. Due piloti, due supercar, due scuole tecniche a confronto. La signora degli anelli, l’Audi, è una sportiva di razza da 525 cv in esecuzione di serie,più la quota derivante dagli scarichi Tubi Style dell’esemplare in gara: trazione integrale ed elettronica raffinatissima, con cambio al volante, completano il clichè prestazioni. La Subaru, seppur in versione stradale, concettualmente è un arma concepita per i rally, come da tradizione di casa: 4 in linea 2.5 turbo pesantemente elaborato dallo specialista Andolfi, che ha concentrato i propri interventi su tutto l’autotelaio, senza trascurare alcun componente. Due auto eccezionali, anche se all’antipodo tecnicamente, realizzate per il top delle performances, senza compromessi. La sfida ha appassionato il foltissimo pubblico, che ha reso onore al lavoro del team promotore Motor House, vincente su due ruote con il fantastico 9.57 di Pietro Fedele sul suo Zip da 98cc, dal motore prodotto in sole tre unità in tutta Italia. Co-organizzatore della giornata, Mimmo Condina con il suo conosciuto staff di ragazzi, infaticabili e professionali.

Antimo De Lorenzo ha rivendicato una volta di più le sue conosciute doti di guida, che gli hanno permesso un superbo stacco allo start, una eccellente gestione dell’erogazione della sovralimentazione e delle chirurgiche cambiate, pur in presenza di una frizione multi-disco granitica e di un cambio standard a leva. Impressionante la coppia garantita dalla belva con gli occhi a mandorla. Onore anche allo sfidante Loris Nicolò, bravo a trovare anche lui la curva di coppia più favorevole con i controlli elettronici disattivati e a rendere durissima la vita al suo rivale per un giorno.
Lo Speed Day tornerà nel 2015, in versione ampliata e migliorata.