Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5: è tornato lo Sporting Locri, Bisceglie annientato

Calcio a 5: è tornato lo Sporting Locri, Bisceglie annientato

Larga vittoria alla seconda di campionato per Capalbo (4 reti) e compagne. L’Arcadia Bisceglie non può nulla davanti a una squadra che ha giocato una partita perfetta

 

Sporting Locri – Arcadia Bisceglie : 10-1 (1t. 4-0)

Marcatori: Capalbo (SL) 1’pt, 10’pt, 7’st, 9’st, Marino (SL) 14’pt, 17’pt, 11’st, Sabatino (SL) 4’st,   Di Bari (AB) 10’st, Fragola (SL) 12’st, Ierardi (SL) 15’st

 

Sporting Locri: 1) Ceravolo 4) Fragola 8) Marino 9) Sabatino 10) Capalbo © A disposizione: 5) Borello 6) Agostino 13) Sgrò 14) Todarello 19) Ierardi 23) Modestia 28) Liuzzo

Arcadia Bisceglie: 1) Tempesta 7) Di Bari 8) Campana 10) La Rossa © 11) Soldano A disposizione: 2) Di Trani 3) Gadaleta 4) Boccanegra 14) Laurora 6) Carbone 9) Porta 12) Mastrototaro

 

Doveva essere la partita della rivalsa e così è stato. Lo Sporting Locri fa un sol boccone della neopromossa Arcadia Bisceglie, mai riuscita a mettere in difficoltà le ragazze di Mister Ferrara che alla fine hanno dilagato chiudendo l’incontro con un giusto 10-1. La gara si apre subito bene per le locresi, infatti non era terminato il secondo giro di cronometro quando il capitano Gigia Capalbo con una botta da fuori piega le mani dell’estremo pugliese Tempesta.

Dopo la rete del vantaggio il Bisceglie decide di giocare una partita chiusa dietro, è difficile sfondare il muro difensivo costruito ad arte da mister Ventura, infatti per assistere alla seconda marcatura bisogna attendere il 10’. E’ ancora capitan Capalbo a gonfiare la rete della Tempesta. In questi 10 minuti le pugliesi non hanno demeritato, anzi hanno giocato una partita attenta e oculata.

Bisceglie che rimane in partita, però, solo finché non sale in cattedra una magistrale Federica Marino che realizza le due reti (la seconda con vero e proprio gioco di prestigio) che chiuderanno la prima frazione sul 4-0.

Piacevole intermezzo danzante tra il primo e secondo tempo, con gli spettatori che hanno potuto  assistere al balletto che ha visto protagoniste le ragazze dalla scuola Voci di Primavera di Franco e Sara Bennici.

Nel secondo tempo non c’è più partita, specie da quando Mister Ventura prova a giocare (dal 6’) col portiere in movimento, un uomo in più in campo che non dà assolutamente i frutti sperati, anzi le locresi segnano a ripetizione, ancora con la Capalbo che chiuderà il march con quattro marcature personali, con la terza rete della Marino e ancora con le marcature della Sabatino, di Samanta Fragola e di Francesca Ierardi. C’è anche il tempo per la rete del momentaneo 7-1 per le pugliesi grazie a un tiro fortunato della Di Bari che passa tra palo e portiere.

Nel finale largo spazio al turn over, con tutte le effettive che scendono in campo a legittimare il punteggio. E’ stato senza dubbio uno Sporting Locri determinato, uno Sporting che ha lavorato sodo in settimana per limare gli errori che sono costati i tre punti a Siracusa. Bravo Mister Ferrara che ha motivato il gruppo correggendo gli errori commessi in Sicilia, bravissime le ragazze che hanno dimostrato di essere un vero gruppo, coeso e compatto, e non solo una squadra di futsal, un aspetto che potrebbe fare la differenza.