Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5: Serie C2/B, il racconto della 1° giornata

Calcio a 5: Serie C2/B, il racconto della 1° giornata

La prima giornata di campionato in linea di massima confermato quelli che saranno i temi della stagione ovvero, sostanziale equilibrio e fattore campo determinante. L’unico colpo esterno, infatti, è stato del Cittanova che, non ha concesso scampo alla Bulldog rifilando loro due reti per tempo. La Ludos presenta il proprio biglietto da visita rifilando un tennistico 6-3 al Polistena. Di misura i successi casalinghi di FF Siderno e Roccella contrapposte ad avversarie ostiche come Serra e Virtus. L’Andrè si fa imbrigliare dalla Sensation che, in extremis, riesce a strappare un prepotente pareggio. Stessa cosa dicasi, anche se con modalità diverse, la divisione della posta tra Elettromega e Laganadi con quest’ultimi che si fanno rimontare tre reti in 6’.

LUDOS V.M. – POLISTENA 6 – 3

Marcatori: Valenzise (P), Minniti (LVM), Malavenda (LVM), Tiziano (LVM), Assumma (LVM), Dascola (LVM), Zuccalà (P), Minniti (LVM), Valenzise (P)

LUDOSLUDOSOttimo esordio per i neroarancio del duo Cutrupi/Iracà che nella prima giornata di campionato di Serie C2/B, battono in casa il Polistena C/5 per 6-3. C’era tanta curiosità attorno alla squadra del Presidente Minniti che dopo l’ottimo primo anno vorrebbe riconfermarsi e perché no migliorare quanto di buono fatto nella passata stagione. Dopo le partenze di Quattrone, dei fratelli Vadalà, di Politi e dello stesso Mister Romeo, tanti sono i volti nuovi che compongono il roster neroarancio, a partire da Rocco Cutellè, Gianmarco Dascola, Peppe Malavenda, Antonio Polimeni, Leonardo Zema e naturalmente il Jolly Iracà, allenatore/giocatore in campo. Ma veniamo alla cronaca, giornata soleggiata e leggermente ventilata e campo con un discreto numero di presenti tra i quali anche alcuni tifosi ospiti. Primi minuti, in cui la Ludos è appare un po’ contratta tanto che le prime due conclusioni parlano Polistenese, solo al 5’ la Ludos si presenta al tiro con Malavenda che manda al alto. Ludos Polistena 2Ludos Polistena 2Il Polistena visto quest’oggi è una squadra che difende a uomo, lasciandone uno sopra la linea della palla creando non poche difficoltà al quintetto reggino. Ed al 8’ p.t. la tattica degli ospiti viene premiata, grazie anche ad un incomprensione tra Dascola e Minniti, Valenzise intercetta la palla e deposita in rete smarcando anche il portiere Parisi in uscita. Il gol però come spesso accade, si rivela come una sberla per i neroarancio che si destano dal torpore iniziale ed iniziano a macinare gioco. E così dopo appena 1’ di gioco, prima Dascola impegna da fuori il portiere ospite, sulla cui parata Minniti non è pronto a ribattere in rete, e subito dopo, da una ripartenza di Polimeni Minniti dimostra tutta la sua freddezza da goleador, infilando in diagonale, il portiere in uscita. Il gol carica ancora di più i neroarancio che al 15’ raddoppiano con Malavenda. Si rifugia spesso nel fallo invece il Polistena, che già dopo 15’ se ne ritrova cinque, tanto che al 20’ la Ludos porta a tre le reti grazie proprio ad un tiro diretto realizzato da Tiziano, entrato giusto il tempo di battere la punizione e realizzare per il 3-1. Col doppio vantaggio la Ludos riesce a gestire meglio il possesso palla, sfruttando in molte occasioni gli spazi concessi dagli avversari, tanto che sono ancora i padroni di casa ad andare in rete, questa volta con Assumma. Iraca DiegoIraca DiegoIl 4-1 chiude di fatto il primo tempo, anche se il risultato poteva essere più rotondo per la squadra di casa, che solo sotto porta fosse più concreta. Nella seconda frazione il Polistena va subito in pressione ma è ancora la Ludos ad andare in gol e questa volta sugli sviluppi di uno schema su calcio da fermo, che Dascola riesce a concretizzare molto bene girandosi dentro l’area ed insaccando in rete. Un minuto più tardi il Polistena accorcia le distanze con Zuccalà, grazie ancora ad una incomprensione che vede questa volta protagonisti Cutellè e Parisi, errore che però non scalfisce minimamente la prova eccellente dei due giocatori. Siamo all’8’ circa del s.t. e da questo momento in poi inizia lo show dei due portieri che si alterneranno per almeno 10’ in ottime parate degne del ruolo rivestito. Al 20’ circa è pero ancora il portiere ospite a cedere il passo alla bella giocata di Minniti che con una veronica salta ben tre avversari e sigla la sua prima doppietta stagionale. Le squadre iniziano ad essere un po’ stanche perdendo in lucidità, i carichi di lavoro della preparazione iniziano a farsi sentire. Sei minuti più tardi il Polistena accorcia ancora con Valenzise che porta il risultato sul 6-3 che non muterà più fino alla fine. La partita infatti non ha più nulla da raccontare nei pochi minuti finali. Due sono i segnali molto positivi per la Ludos, che sono venuti fuori da questa partita. Uno è la capacità di reazione avuta dalla squadra che, sotto di un gol è riuscita a ribaltare il risultato in appena cinque minuti cambiando volto radicalmente alla propria partita, e l’altro è lo spirito di sacrificio con il quale i ragazzi sono riusciti ad attaccare e difendere il risultato fino alla fine. Un risultato che sia dal punto di vista agonistico dell’impegno che della tecnica, è stato sicuramente meritato. Ludos Polistena 3Ludos Polistena 3Capacità reattive e spirito di sacrificio sono dunque due qualità dalle quali, questa squadra, per raggiungere certi risultati, non può prescindere. Cutrupi ed Iracà hanno quindi di che rimanere soddisfatti, anche se forse sarebbero stati più contenti se la loro squadra avesse concretizzato le numerose occasioni avute sia nel finale di primo tempo che nella ripresa, chiudendo quindi in anticipo la partita. Ci sono comunque ampi margini di miglioramento sia in fase realizzativa che difensiva. Ma tutto sommato si procede bene nel processo di crescita complessivo di un gruppo quasi totalmente nuovo. I ragazzi potranno adesso godersi questo risultato e guardare con meno apprensione al prossimo impegno che sarà anche la prima trasferta di questo campionato. (A.S. Mario Albino)

BULLDOG VIBO – EDILFERR CITTANOVA 1 – 4

Marcatori: 20’ Foti,27’ Maurici, 37’ Cosoleto, 40’ Startari, 59’ Russo (B)

Startari Vincenzo Edilferr CittanovaStartari Vincenzo Edilferr CittanovaFalsa partenza per la Bulldog Stefanaconi che in casa viene sconfitta per 4-1 da un Edilferr Cittanova che si è dimostrata squadra arcigna e cinica. Bulldog impacciata e priva di idee e soprattutto di quella determinazione necessaria per affrontare un campionato difficile come quello di Serie C2. Dopo un inizio equilibrato al primo goal realizzato dal Cittanova al 15′, la Bulldog non ha saputo reagire a dovere. Prima dell’intervallo il raddoppio del Cittanova chiude la prima frazione sul 2-0. Nella ripresa si aspettava la reazione dei padroni di casa ed invece il Cittanova, su due disattenzione dei locali, si porta sul 4-0. Solo nel finale, con l’utilizzo del portiere di movimento, Russo segna il goal della bandiera che fissa il punteggio sul definitivo 4-1. Complimenti al Cittanova che ha vinto con pieno merito mentre alla Bulldog serve un’immediata reazione per dimostrare che non può’ essere questa la squadra che lo scorso anno ha conquistato meritatamente la categoria e che ha tutte le qualità per confermarsi. A.S. Bulldog

ROCCELLA – VIRTUS 5 – 4

Marcatori: Agostino (3) e V. Lombardo (2) per il Roccella. Falduto (2), Trimarchi e Fiumara per la Virtus

Roccella Virtus Roccella VirtusPositivo esordio in campionato per il Roccella che, vince al resistenza dell’ostica Virtus al termine di una gara vissuta nel finale col pathos. I padroni di casa da subito aggrediscono gli avversari riuscendo a passare in vantaggio con Agostino. Il Cinquefrondi reagisce riuscendo a ristabilire la parità ma, prima del riposo sono ancora i locali a colpire siglando il provvisorio 2 a 1. In avvio di ripresa i locali, alzano i ritmi annichilendo i rivali che incassano ulteriori tre reti. Il risultato del match sembra ipotecato ma, la Virtus, reagisce con orgoglio. Mister Sansotta, giocano la carta del portiere di movimento scombussolando i piani del Roccella che, complice anche il caldo inizia ad andare affanno subendo la terza rete da Trimarchi. Gli ospiti ci credono e quando la marcatura di Fiumara li rimette incorsa, la gara diventa incandescente. Il Roccella si chiude a riccio respingendo gli assalti ed al triplice fischio esulta per l’importante affermazione.

FANTASTIC FIVE SIDERNO – SERRA 3 – 2

Marcatori: 12’ Commisso (FF), 20’ Fiorenza (FF), 23’ De Caria (S), 50’ Vitale (FF), 52’ De Caria (FF)

Fiorenza SilvioFiorenza SilvioGran bella partita dai ritmi elevatissimi tra le due neopromosse. Serra arcigno e ben messo in campo. Fantastic con numerose assenze ma con i nuovi Fiorenza e Vitale e capitan Calabrese sugli scudi. Partono bene i padroni di casa che si portano sul doppio vantaggio con Commisso e Fiorenza. Di Decaria dopo aver sprecato molto la rete del Serra che chiude la prima frazione sul 2 a 1 per i padroni di casa. Ripresa molto maschia con numerose entrate dure e falli tant’è che la Fantastic arriva al quinto fallo dopo quindici minuti. I serresi attaccano ma la Fantastic dietro tiene l’urto grazie alle parate di Martelli e alla diga creata da Vitale e Calabrese. A dieci dal termine Vitale fa 3 a 1 Lo stesso e Fiorenza poi colpiscono due pali ma sfruttando un tiro libero DeCaria accorcia. Il Serra le prova in tutti modi ma una Fantastic dal cuore grande porta a casa i primi tre punti stagionali. (A.S. Luca Sarroino)

ANDRE’ – SENSATION PROFUMERIE 5 – 5

Marcatori: 1’ Simari (S), 2’ Cosentino (A), 9’ Castanò (A), 14’ Roccisano (S), 17’ Teotino (S), 22’ Raffaele (A), 33’ Roccisano (S), 40’ Castanò (A), 41’ Gioffrè (A), 60’ Marzone (S)

Castanò CristianCastanò CristianSe questo risultato non è una sorpresa poco ci manca. La matricola di S. Andrea dello Jonio immaginava ben altro esordio nella nuova categoria e questo obiettivo, dopo un lungo braccio di ferro contro gli avversari, sembrava a porta di mano. Infatti i padroni di casa dopo avere fallito la rete della sicurezza, hanno visto sfumare i tre punti sul filo di lana. L’incontro entra da subito nel vivo con il botta e risposta nei primi 2’ di giuoco. La rete di bomber Castanò al 9’ sembra incanalare il match verso binari favorevoli ai locali ma, la Sensation si rivela più ostica del previsto e con un perentorio uno-due ribalta il risultato. Repentina la replica dei padroni di casa che, pareggiano al 22’ con Raffaele e prima del riposo, si vedono negare dal portiere Battaglia il nuovo sorpasso. La ripresa si apre sotto il segno della Sensation che, dopo avere saggiato la bravura del portiere Crasà al 33’ ripassa vanti con Roccisano. Il match entra nel vivo con l’Andrè che reagisce alla grande rimettendo nuovamente la freccia del sorpasso con Santise e Gioffrè. I locali prova a sfruttare il momento favorevole per chiudere la sfida ma, Battaglia respinge l’assalto di Castanò e quando il portiere non ci arriva la traversa su tiro di Santise tiene in corsa il quintetto di Gioiosa, Al 56’ Raffaele si fa ipnotizzare dall’estremo difensore ospite e come spesso accade a goal fallito segue goal realizzato ovvero quello di Marzone che al 60’ sigla il definitivo 5 a 5.

ELETTROMEGA POL. – LAGANADI 4 – 4

Marcatori: 4’ Taverna (EM), 31’ Vitale (L), 43’ Messineo (L), 46’ e 49 Calafiore (L), 50’ A. Varamo (EM), 53’ Quaranta (EM), 55’ A. Varamo (EM)

Calabriafutsal.it