Home / Sport Strillit / BASKET / Basket: finisce in parità l’amichevole tra la Viola U.19 e il Cocuzza San Filippo del Mela

Basket: finisce in parità l’amichevole tra la Viola U.19 e il Cocuzza San Filippo del Mela

Si è chiusa in parità l’amichevole che si è disputata nel pomeriggio di lunedì 22 settembre presso il Centro Sportivo Viola tra la Viola U19 Ecc. e il Cocuzza San Filippo del Mela degli ex Luzza, Pandolfi e Laganà, formazione che prenderà parte al prossimo torneo di Serie C. È stato un test positivo per i neroarancio che ha consentito ai tecnici Bolignano e Barilla di ricavare spunti interessanti sullo stato di salute della squadra a poco più di un mese dall’inizio del campionato di DNG che prenderà il via il 27 ottobre, e che vedrà ai nastri di partenza del Girone D, oltre ai reggini, alla prima esperienza in questa competizione, Felice Scandone Avellino, Basket Juve Caserta, Basket Francavilla, New Basket Brindisi, Pall. Virtus Roma, Pall. Palestrina, Latina Basket e SMG Bk School Latina.
Nonostante il caldo asfissiante del PalaMazzetto, gli atleti non hanno lesinato energie dando vita a uno spettacolo godibile. I padroni di casa hanno tenuto molto bene il campo aggiudicandosi i primi due quarti durante i quali sono stati sempre in vantaggio ( 24-16 e 40-33 i parziali), dimostrando già un buon affiatamento. Nella terza frazione si è registrato il ritorno dei siciliani mentre negli ultimi 10’, giocati punto a punto, Latella ha evitato la sconfitta dei suoi insaccando la tripla che ha fissato il risultato sul 76-76.
“Sicuramente questo era un test che mi serviva per valutare ancora meglio i ragazzi all’interno di una partita ‘vera’ – esordisce coach Bolignano nel post partita – , questo è un gruppo che ha iniziato da poco quindi tutto sommato non potevo chiedere troppo visto che questa è la seconda volta che ci ritroviamo al completo, adesso contiamo di recuperare al più presto Osmatescu ancora fermo ai box. Per quanto riguarda le cose che ho chiesto, bene o male ho avuto delle risposte ma soprattutto ho avuto la possibilità di osservare e valutare quello che realmente c’è da fare. Sicuramente c’è molto da lavorare, questo è un gruppo completamente nuovo formato da ragazzi che hanno esperienze diverse e che necessitano di migliorare tantissimo dal punto di vista individuale . Buona comunque la risposta da parte di tutti, qualcuno dei più “piccoli” non è sceso in campo, però troveranno spazio anche loro. Abbiamo intenzione di organizzare altre amichevoli per abituarci al tipo di competizione che ci aspetta, sarà un mese abbastanza duro in cui dovremo allenarci al massimo per farci trovare pronti alla prima partita. Il nostro obiettivo – conclude l’allenatore neroarancio – è quello di consentire a questi ragazzi di confrontarsi con i loro pari età ad alti livelli visto che finora non c’è stata l’opportunità se non all’interzona, quindi l’obiettivo principale è farli crescere e riuscire a portarli in prima squadra nelle condizioni tecniche, fisiche e mentali idonee, è ovvio che questo sarà un banco di prova abbastanza importante per tutti ”.