Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio, Eccellenza: il Gallico Catona vince e convince. Sersale battuto (3-1)

Calcio, Eccellenza: il Gallico Catona vince e convince. Sersale battuto (3-1)

di Giuseppe Calabrò – Solito “straripante” primo tempo, due reti di vantaggio con Marco Cormaci dopo una “palla inattiva” del

compagno  “ tenore” Leo Gatto ( sia Gatto che Cormaci hanno giocato con le scarpette di color verde) e un

“ eurogol” del debuttante  “ Cecè” Mileto un  “ 93” guarda caso di Bagnara Calabra.

Nella ripresa di un pomeriggio di settembre “ torrido” si “tira” il fiato, Ivan Franceschini fa la “staffetta”

Mileto- Giunta ( alla fine c’è spazio per tutti in un torneo lungo e di “ prima fascia come è quello del Gallico-

Catona), fa “ tris” ed ‘ cannoniere del complesso il cinico “ fuori quota” Manuel Monorchio ( due gare , due

Reti), la rete della bandiera degli ospiti nel finale di gara con  Caturano e pensare che sette giorni fa gli

uomini di Mancini ( ex trainer  del Sambiase) avevano battuto in casa il titolato Castrovillari.

Due gare, quattro punti. Cinque reti realizzate ( e non si ha un attaccante di “peso”) , tre ( e son troppe!)

subite.

Si doveva tornare a vincere e soprattutto convincere dopo l’esclusione dalla Coppa Italia e dal pari esterno

“imbronciato” di Corigliano. Ivan Franceschini ha delle conferme, delle certezze nella qualità e

nell’espressione di gioco. Leo Gatto dopo il ritorno da Roccella vuole dimostrare ancor di più il suo “peso

specifico”,  è decisivo nelle “palle inattive”  , al 21 Lombardo ribatte una sua magistrale punizione, sulla

ribattuta  si avventa come un “ falco” Marco Cormaci che fa gonfiare la rete del Sersale.

Al 34 l’eurogol di “ Cecè” Mileto, il debuttante “scaglia” un tiro da 25 metri che si infila nel sette

imprendibile per il “guardiano” dei pali ospite. Da stropicciarsi gli occhi.

E’ un Gallico – Catona che gioca a memoria, verticalizza , sugli esterni “scorazzano” i fuori quota Musarella

( è bravo anche nel crossare) e l’atletico Andrea L a Cava.

Andrea Penna il “ capitano” è una diga a metà campo, nel finale di primo tempo fa una” percussione”

devastante, ma tutto solo davanti  a Lombardo manda fuori. Peccato, sarebbe stato una rete da “

cineteca”.

E il Sersale ? Nel primo tempo ha deluso, “ molle”, poco reattivo ma anche per la potenzialità degli

Avversari, nella ripresa è stato piò offensivo ( non aveva nulla da perdere sul 2 a 0 ) , Orazio Barillà

è stato bravissimo in uscita su Caturano, il “ fuori quota” portiere del Gallico Catona in netta crescita,

reattivo, bravo nelle prese alte. Una certezza su cui puntare.

Diligente Peppe Caputo utilizzato da esterno nel primo tempo, più accentrato nella ripresa. Un acquisto

Indovinato.

Hanno debuttato in difesa Oliveri e l’esperto Caridi che ha rilevato un affaticato Peppe Calarco.

Caridi è giocatore di notevole esperienza e ringrazia anche l’Hintereggio per avergli consentito di effettuare

la preparazione prima di approdare a Gallico.

Vince e convince un Gallico – Catona che sicuramente sarà una delle protagoniste per le prime piazze.

Ma se questo Gallico – Catona è più forte della scorsa stagione ( si è arrivati secondi )  chissà…. Le

Attuali fuggitive ne devono tener conto! Staremo a vedere, si è solo alle prime battute.

 

Gallico Catona – Serale 3-1, il tabellino

Gallico –   Catona 3  –  Sersale  1                                                                     2 giornata Eccellenza

Marcatori :al 21 Cormaci, al 34 Mileto, all’81 Monorchio, all’86 Caturano

Gallico –  Catona : O. Barillà 7, Musarella 7,5, La Cava 7,5, Penna 7, Calarco 7 (al 72 Caridi s.v.).Oliveri 7,

Caputo 7,5, Gatto 7,5 ( al 71 Firriolo 6), Monorchio 7,5, Cormaci 7,5, Mileto 7,5 (al 46 Giunta 7). All.

Franceschini

Sersale: Lombardo 5,5, Mercurio 5, Costa 5 ( al 63 Tripodi 5), Percopo 5 (al 76 Calidonna 5), Gerace 6, De

Martino 6, Franco 5 ( al 63 Borelli 5), Scozzafava 5, Grano 6, Caturano 6, Colosimo 5. All. Mancini

Arbitro-Mario Francesco Sicilia di Cosenza  6  (   Ivan   De Bartolo  e Giovanni De Bartolo di Cosenza )