Home / Sport Strillit / BASKET / Basket, 42° Trofeo Sant’Ambrogio: un’incontenibile Viola batte Agrigento e vola in finale contro l’Upea

Basket, 42° Trofeo Sant’Ambrogio: un’incontenibile Viola batte Agrigento e vola in finale contro l’Upea

di Gianni Tripodi – La squadra di Coach Benedetto continua a brillare in un precampionato a dir poco esaltante

Tradizionale appuntamento con il Trofeo Sant’Ambrogio, un classico del basket estivo reggino, giunto ormai alla quarantaduesima edizione. Nella prima semifinale tra Capo d’Orlando e Trapani, l’Upea ha la meglio in un match punto a punto contro il team allenato dall’ex nero arancio Lino Lardo (75-74). Nella seconda semifinale contro Agrigento la Viola si presentava con Tourè out (infiammazione al tendine d’achille) e il giovane Lupusor non al meglio alle prese con un leggero affaticamento muscolare. Coach Benedetto schiera in quintetto il giovanissimo play De Meo con Deloach, Rush, Rezzano e Ammannato. Inizia il match con Deloach che stoppa Evangelisti, arriva subito la prima palla persa dei nero arancio con De Meo, Deloach costretto a spendere il suo secondo fallo, due triple di Dudzinski portano avanti i siciliani, gli americani della Viola per il 4-6. Ammannato stoppa Williams e dall’altra parte è la tripla del giovane De Meo a dare il primo vantaggio ai padroni di casa, sul +1, la Viola comincia a correre con Deloach per Ammannato che non può sbagliare, 9-6. Agrigento con la reazione d’orgoglio, Piazza e William per il -1, serve la tripla di Rush a riportare avanti i suoi, continua il buon momento degli ospiti, Piazza ed Evangelisti per il sorpasso, 12-15, timeout Benedetto. I soliti Piazza ed Evangelista per i siciliani, tripla di Rush e schiacciata in contropiede di Casini per il -3 Viola. Piazza prende per mano i suoi e gli regala il max vantaggio, +6 a 1’34” dal termine, la terza tripla di Rush riporta i nero arancio sul -2, De Laurentis sul finale per il 21-25. Secondo quarto: Fallo di Azzaro su Udon che centra il gioco da tre punti, Azzaro si riscatta dall’altra parte del campo andando ad appoggiare e la Viola rimane sul -5. Saccagi per i siciliani, ma Azzaro ne infila altri due, rimbalzo offensivo per Udon che segna con l’aiuto della tabella, 25-32. Tripla allo scadere dei 24” per Deloach a ridurre il gap, ancora Udon stavolta con la schiacciata a punire una disattenzione difensiva, altra tripla per la Viola stavolta con Casini, -3 a 4’30” dal termine. Agrigento prova a spingere il piede sull’acceleratore con Williams e Saccagi, in chiusura Spera e Deloach con il parziale di 6-2 per il 39-43. Terzo quarto: Parziale di 6-2 per i siciliani in avvio con Chiarastella e Dudzinski, fiammata nero arancio e controparziale di 7-0 con la tripla di Rezzano e i liberi di Rush e Ammannato, match in parità sul 49 pari. E’ la tripla di De Meo dall’angolo a rompere l’equilibrio, timeout Ciani. Evangelisti da una parte e Rezzano dall’altra, la Viola comincia a prendere le redini del match, tripla di Rush ed Ammannato da sotto per il +8, applausi a scena aperta per il giovane De Meo, in crescita rispetto al primo periodo, 59-51. I liberi di Casini e la bomba allo scadere di uno straordinario De Meo regalano il max vantaggio, +12. Quarto quarto: La Viola comincia a prendere il largo con la tripla di Casini, +16, con Agrigento che sembra ormai aver mollato la presa con ancora 7’46” sul cronometro. Siciliani in grande difficoltà, Deloach con una tripla allo scadere dei 24” ad esaltare il pubblico del Pala Mazzetto. Black out Viola, nel momento migliore i nero arancio calano d’intensità e complice un po’ di stanchezza permettono ad Agrigento di ridurre il gap arrivando al -4 a 1’33” dal termine, Benedetto è furibondo e chiama il timeout. Botta e risposta dalla lunga tra Rush e Piazza e si rimane sul 78-74, finale tirato con Deloach (2/2) e Dudzinski (2/2) in lunetta, la tripla di Evangelisti per il -3 di Agrigento mette paura alla Viola che nell’ultimo possesso difende con le unghie e con i denti il risicato vantaggio, finisce 82-79 ed affronterà così in finale l’Upea Capo d’Orlando.

 

Viola Reggio Calabria – Moncada Agrigento 82-79

Parziali (21-25, 39-43, 65-53, 82-79)

Arbitri: Viglianisi e Mucella

Viola Reggio Calabria: Tourè ne, Casini 11, Deloach 10, Azzaro 5, Rezzano 10, Lupusor 2, Rush 25, De Meo 9, Latella ne, Spera 2, Ammannato 8

Coach: Giovanni Benedetto

Moncada Agrigento: Vai, Evangelisti 13, Di Simone ne, Williams 8, Chiarastella 6, De Laurentis 4, Saccaggi 11, Piazza 11, Udon 12, Portanese, Dudzinski 14