Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio, Eccellenza: presentato un Bocale ambizioso

Calcio, Eccellenza: presentato un Bocale ambizioso

di Giuseppe Praticò – <<Il Bocale Calcio ha grandi ambizioni>>. Esordisce cosi il presidente Antonio Sapone alla presentazione della rosa 2014/15 che si è tenuta presso il Cristal Bar della famiglia Latella di Melito Porto Salvo.

 

La società tirrenica si appresta a disputare il 31° campionato della propria storia inaugurando la stagione ad Isola Capo Rizzuto.

In qualità di primo socio sostenitore all’evento è intervenuto anche il senatore Renato Meduri che dopo aver fatto il personale in bocca al lupo per la nuova stagione, ha elogiato il lavoro svolto dalla famiglia Cogliandro in grado di coinvolgere imprenditori dell’intera provincia reggina tra cui i due vicepresidenti Nino Spinella e Filippo Vadalà, cosa non facile considerato il periodo di crisi che attanaglia l’Italia, ma soprattutto il settore sportivo: “Ogni anno muoiono tante società, se il Bocale festeggia il 31° anno di attività, vuol dire che alla base c’è un progetto serio e programmato”

 

Non ha dubbi il confermato tecnico Piero Lo Gatto: <<Questa squadra è stata costruita per migliorare il risultato dello scorso anno puntando al raggiungimento dei play off, obiettivo minimo stagionale>>.

 

Buone notizie per quel che riguarda il campo dove il Bocale disputerà le gare interne. A comunicarlo è il presidente onorario Filippo Cogliandro: “la  nostra società si aggiudicata il bando inerente alla concessione della struttura ed a giorni il Comune di Reggio Calabria, risolte le pratiche burocratiche, consegnerà le chiavi del “Campoli” dove verrà costruito un campo di calcio a 8 ed una foresteria con 15 stanze”.

 

Di poche parole il vicepresidente Filippo Vadalà: “Pur essendo di Bova Marina, da due anni ormai faccio parte di questo straordinario gruppo, non ci sono mezzi termini – aggiunge Vadalà –  alla squadra non manca nulla per fare bene, i giocatori hanno le carte in regola per portare ottimi risultati”.

 

Dello stesso avviso l’altro vicepresidente Nino Spinella, “new entry” in società: “Dopo le mie ultime esperienze, avevo detto che non avrei più fatto sport dilettantistico, ma sono stato coinvolto a 360° in questa avventura e non ho potuto rifiutare la proposta del Bocale Calcio, sono certo che faremo bene”

 

La società ha fatto il massimo per allestire una società competitiva, in settimana potrebbe arrivare anche un altro giocatore a completare l’organico consegnato al tecnico reggino. Ora la parola passa al campo.