Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5,Coppa Italia: la Five Soccer vince il Catanzaro

Calcio a 5,Coppa Italia: la Five Soccer vince il Catanzaro

Come da previsioni la Five Soccer Catanzaro ribalta la sconfitta di Lamezia vedendosi assegnare la vittoria a tavolino. Sulla base di tali decisioni sabato a giocare il secondo turno di Coppa Italia saranno Costa del Lione vs.Lamezia Soccer.

Di seguito un estratto del C.U.

Gara del 6/ 9/2014 LAMEZIA SOCCER – FIVE SOCCER CATANZARO

Il Giudice Sportivo Territoriale, letto il ricorso della società Five Soccer Catanzaro con il quale chiede che venga inflitta alla squadra avversaria la punizione sportiva della perdita della gara per avere nelle fila di quest’ultima partecipato il calciatore Di Bella Simone nato il 31-08-1978 non avente titolo in quanto doveva scontare una giornata di squalifica inflittagli dal G.S.T. per come risultante dal C.U. nº143 del 30/4/2014 allorché prendeva parte alla gara di Coppa Calabria Lamezia soccer- Aurora Gallico del 23-04-2014; rilevato che nel C.U. nº143 del 30/4/2014 del C.R.C. il giocatore Di Bella Simone 31-08-1978 veniva squalificato per una gara effettiva per recidiva in ammonizione (II infrazione) maturata nel corso della gara di Coppa Calabria, Lamezia soccer – Aurora Gallico del 23.4.2014; che dagli atti della gara Lamezia Soccer – Five Soccer Catanzaro risulta l’impiego del giocatore Di Bella Simone nato il 31-08-1978; considerato che il giocatore Di Bella Simone, appartenente alla società Lamezia Soccer, non aveva titolo a prendere legittimamente parte alla gara oggetto di reclamo in quanto il giocatore non ha scontato la giornata di squalifica residua; visti gli artt. 17,18 e 19 del C.G.S.; delibera

1) infliggere alla società LAMEZIA SOCCER la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0 – 6;

2) squalificare il calciatore DI BELLA Simone per UNA giornata;

3) infliggere l’ammenda di € 50,00 alla società LAMEZIA SOCCER;

4) inibire il dirigente accompagnatore del Lamezia Soccer Sig. MANFREDI Francesco fino al 24.9.2014;

5) accreditare la relativa tassa reclamo sul conto della società reclamante. Redazione Calabriafutsal.it