Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Calcio – Salernitana-Cosenza, sfida per grandi bomber
tifosi cosenza calcio

Calcio – Salernitana-Cosenza, sfida per grandi bomber

Cosenza e Salernitana, due nobili decadute con obiettivi diversi. I silani del presidente Guarascio stanno attuando una politica dei piccoli passi, dove la priorità è stata quella di ringiovanire la “rosa”. In riva al Crati si punta alla salvezza. Sull’altro fronte, i campani non possono fallire dopo una campagna acquisti faraonica che ha portato in dote elementi del calibro di Calil e Gabionetta, tanto per citare due giocatori che hanno fatto la differenza in categorie superiori neanche troppo tempo fa. I campani sono reduci dal cambio in panchina. L’ex rossoblù Somma è stato rimpiazzato da Menichini. Nell’ultima amichevole, la Salernitana ha battuto l’Equipe Salerno di misura (1-0, gol di Ginestra dagli undici metri). Blondett e compagni dovranno guardarsi, oltre che dai due esterni d’attacco arrivati a rinforzare i campani durante l’estate, anche dal bomber Mendicino. Se l’ex di turno in casa Cosenza è il ds Meluso (che contro i rossoblù segno un gol all’“Arechi” nel 2-0 della stagione ’85-’86), sulla sponda campana hanno indossato la maglia del Cosenza i difensori Lanzaro e Giacomini. La maglia granata evoca bei ricordi ai tifosi rossoblù. Il più bello porta allo spareggio-salvezza di Pescara nella stagione ’90-’91, quando un gol di Gigi Marulla nei supplementari consegnò al Cosenza la permanenza in cadetteria e condannò alla serie C gli avversari. In terra ospite, tuttavia, i rossoblù hanno raccolto poche soddisfazioni. L’ultima in ordine di tempo nell’anno della doppia retrocessione (scesero in C sia Cosenza che Salernitana), 2002-2003, culminata col fallimento dei “lupi” a fine stagione. Grazie ai gol di Lentini e Guidoni (aveva segnato in Salernitana-Cosenza anche con la maglia amaranto) nel primo tempo, i rossoblù espugnarono Salerno, mentre ai padroni di casa non bastò il rigore di maschio. Lo stesso Guidoni risultò decisivo nella stagione 2000-2001 (1-0 all’“Arechi”). Alla sfida sull’asse calabro-campano è legata un’altra partita indimenticabile per i tifosi rossoblù, disputata, però, al “San Vito”: l’1-0 sotto un autentico diluvio universale targato Zampagna nel campionato 2000-2001.