Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Basket, finali nazionali under 14: la Lumaka Reggio Calabria cede il passo alla Reyer

Basket, finali nazionali under 14: la Lumaka Reggio Calabria cede il passo alla Reyer

Contro una delle formazioni più quotate per la vittoria dello Scudetto, la Reyer Venezia, gli Snails perdono 34 a 71.
Inizio partita a senso unico dove gli oro granata di coach De Marchi prendono in mano le redini della partita con un devastante 19 a 3 che chiude il primo quarto.
Nel secondo quarto gli Snails, spronati da coach Tripodi, entrano in campo una faccia diversa e palla dopo palla riescono a recuperare fino al -7, Venezia reagisce nel finale e si va negli spogliatoi sul 20 a 31 per i veneti.
Al rientro dagli spogliatoi la LuMaKa prova ad accorciare ulteriormente con una tripla di Commisso, ma la Reyer, con esperienza ed una panchina infinitamente lunga, piazza un contro break che chiude praticamente la partita, all’ultimo mini riposo il tabellone dice 25 LuMaKa 51 Venezia.
Nel quarto periodo, i coach di entrambe le squadre danno spazio a tutti gli effettivi, la partita termina 34 a 71.
Nonostante la pesante sconfitta, i reggini non compromettono nulla ai fini della classifica: infatti,domani alle 16.30, si deciderà tutto contro la Sancat Firenze.

Il tabellino:
LuMaKa:
Scialabba 6, Laganà 4, Crucitti 2, Fiorillo 7, Commisso 3, Panuccio, Palamara 10, Egwoh 2, Lo Giudice, Martinello, Scopelliti, Cristiano. All. Tripodi
Reyer:
Zecchin 11, Freguja 15, Bettiol, Piccinin 2, Favaretto 14, Battiston, Ferraro 2, De Nat 4, D’Ambrosio 14, Serafini, Rigutto 2, Schraulecii 8. All De Marchi

Arbitri: Attard e Colucci.

Un bilancio di coach Tripodi alla fine del match:
“Siamo tutti moderatamente soddisfatti per il lavoro fatto dai nostri ragazzi, che ci mettono grande impegno e soprattutto tantissima voglia di fare.
Abbiamo ricevuto complimenti da moltissimi addetti ai lavori per la nostra squadra e per il nostro modo di giocare.
Oggi avevamo davanti una squadra molto quotata per la vittoria finale e sicuramente più pronta di noi, abbiamo provato comunque a giocarcela su ogni pallone. Nel finale abbiamo allungato le rotazioni per provare a risparmiare un pò di energie per la partita di domani, dove ci giocheremo il piazzamento finale nel girone con Firenze.”