Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Pallamano, le due giovani promesse della Puliverde Crotone a testa altissima nelle finali nazionali di

Pallamano, le due giovani promesse della Puliverde Crotone a testa altissima nelle finali nazionali di

Sono usciti a testa alta, anzi altissima, le due giovani promesse della Puliverde Crotone impegnate nelle finali delle nazionali di area nei giorni scorsi a Misano Adriatico. Quest’anno è stata inserita una grossa novità che mira alla crescita dei giovani giocatori. Le selezioni di area Under 16 infatti saranno inserite nei gironi del prossimo campionato di serie A2. La federazione ha deciso di dare un’accelerata alla crescita dei futuri campioni e la proposta è stata ben accolta dalle società. Alessandro Fiorenza e Giovanni Cusato unici due calabresi convocati rispettivamente nelle nazionali di area sud Under 16 ed Under 14 hanno ben figurato ed anzi hanno attirato le attenzioni dei tecnici nazionali. Fiorenza è stato titolare fisso ed inamovibile nella formazione Under, 16 ha dato il suo contributo per il raggiungimento del quinto posto finale. La nazionale di area sud non avrebbe potuto fare di più. Già dalla vigilia si sapeva che le altre selezioni avevano un tasso tecnico, ed anche fisico, maggiore e quindi candidate alla vittoria finale. È andata meglio alla formazione Under 14 che ha raggiunto il terzo posto finale. A differenza di Fiorenza Cusato ha dovuto impegnarsi al massimo per ritagliarsi uno spazio adeguato, ma quando è sceso in campo ha sfruttato al meglio la fiducia che gli è stata data. In una partita ha messo a segno il gol decisivo. Davvero niente male per un ragazzo che ha avuto fino pochi confronti importanti fino a questo momento. Dunque anche nella manifestazione di quest’anno il contributo dato dalla Puliverde Crotone, in termini di giocatori, è stato importante. Unica società calabrese che ha fornito giocatori alla selezione di area sud. Un vanto per la società del presidente Claudio Liotti e per lo staff tecnico che fa un lavoro encomiabile, specie sui più giovani. I due ragazzi sono tornati decisamente arricchiti sotto ogni profilo. “È stata davvero una gran bella esperienza. Si è creato un bel gruppo speriamo di dire la nostra nel campionato di serie A2” dice Fiorenza chiamato il prossimo anno a fare gli straordinari visto che dovrà giocare ben due campionati. Quello di A2 con la nazionale sud e quello di B con il Crotone. La società ha già deciso di dare priorità alla nazionale e privarsi dell’importante giocatore nel caso di concomitanza degli incontri di campionato. Ancora più entusiasta Cusato: “Questa si che è pallamano. Ho imparato molto, ho visto della cose che nei nostri campionati forse non vedremo mai. Peccato essere così penalizzati in Calabria”.