Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Automobilismo, sono 121 gli iscritti alla “4^ Salita Morano Campotenese”

Automobilismo, sono 121 gli iscritti alla “4^ Salita Morano Campotenese”

Sono 121 i piloti iscritti alla cronoscalata Morano-Campotenese, uno spettacolo sportivo ormai giunto alla quarta edizione. I migliori piloti del panorama automobilistico montano si sfideranno in una delle prove più affascinanti del Trofeo Italiano Velocità Montagna sud, serie cadetta Aci Csai.
Nel magnifico scenario del monte Pollino, nel cuore della Calabria, sarà una sfida tra le più affascinanti.
Tra i piloti che ambiscono al successo finale, l’esperto reggino di Pellaro Carmelo Scaramozzino, su Lola Dome della Jonia corse, gareggerà nel gruppo E2/M riservato alle monoposto.
Tra le biposto di gruppo E2/B occhi puntati sui siciliani Domenico Cubeda (Osella Pa 2000 Cubeda Corse) e Giovanni Cassibba, veterano su Clw con motore Mugen da 3000 cc della Gc Motorsport. Su Radical Sr4 correranno il catanzarese Natale Stabile e il cosentino Franz Caruso (Cosenza Corse), mentre il reggino Antonino Iaria si affiderà a una Osella Pa 20 S della scuderia Vesuvio. Altra Osella (21 EVO) per il catanzarese Sandro Greco, conterraneo di Francesco Ferragina che salirà a bordo di una Elia Avrio da 1300 cc. Fanno rumore le assenze di due dei piloti più acclamati in terra calabrese, il cosentino Domenico Scola (che non potrà difendere il primato in Tivm sud tra le E2B) e il castrovillarese (padrone di casa, dunque) Rosario Iaquinta, entrambi impegnati nella massima serie tricolore alla Trento-Bondone.
Nel gruppo CN, in classe 3000 l’Osella Pa 20 S del cosentino Silvio Reda, mentre a sfidarsi tra le 2000 saranno il bruzio Dario Gentile su Gisa motorizzata Honda, il siciliano Giuseppe Corona su Osella Pa 21 S, per il quale sarà l’occasione di guadagna punti importanti in categoria e continuare il proficuo apprendistato dopo il podio di gruppo ottenuto ad Ascoli nella gara del Tricolore della scorsa domenica. Sandro Greco su vettura con variante Evo.
Tra le Gt spiccano le magnifiche Ferrari del bruzio Ivan Fava e di Pietro Chiarelli.
In gruppo E1 il quarto classificato provvisorio in Tivm Salvatore Macrì, driver e preparatore messinese, vorrà spingere al massimo la sua Alfa 147 Gta, al pari del catanzarese Gianluca Rodino su Peugeot 106 della New Generation, e di piloti come Vitantonio Micoli e Angelo Cardone su Renault 5 GT Turbo ed Antonio Cardone su Opel Astra OPC della Apulia Corse. In classe 1600 tra i protagonisti della vigilia l’ingegnere calabrese Giuseppe Aragona su Peugeot 106, autentico riferimento per la categoria sulla vettura che cura in proprio unitamente a papà Franco.
In Gruppo A sotto i riflettori il cosentino Roberto Spadafora su Citroen Saxo della Sila Racing, e i catanzaresi Ennio Donato su Ford Escort e Luca Miceli (lametino) su Fiat 600.
Gruppo N di fuoco con il reggino Antonio Lipari su 600 della Kronoracing, e i luzzesi Davide D’Acri su Citroen Saxo e l’esperto Eugenio Molinaro su Honda Civic 2000, che nella stessa classe tra gli accreditati avversari troverà anche il potentino Giancarlo D’Andrea con la Peugeot 206 RC. Su Saxo correrà anche il cosentino Mirko Paletta.
Tra le Racing Start occhi puntati sul poliziotto salernitano Giovanni Loffredo su Opel corsa OPC turbo, al pari di Roberto Chivaroli e Giovanni Angelini (entrambi a bordo Renault Clio aspirate), protagonisti della massima serie tricolore, come il cosentino Francesco Iantorno su Citroen Saxo, poi Andrea Arnone su Fiat Panda 100 e il giovane Mattia Caruso su Honda Civic.
In E3 correranno Luigi Scarpelli e Oscar Marano su Renault 5Gtt, mentre Martino Sisto gareggerà su Renault Clio.
Tra le intramontabili, agili e scattanti Minicar, sfida aperta tra il lametino Angelo Mercuri, i catanzarese Domenico Procopio e Antonio Ferragina, tutti su Fiat 500, come l’abile pugliese Vincenzo Pezzolla.
Il tracciato, tecnico e veloce, si snoda sulla strada provinciale 241, da località “Terrarossa” con arrivo a pochi metri dalla galleria “Le teste”. La gara è organizzata dalla Morano Motorsport. Le verifiche tecniche e sportive si svolgeranno venerdì 4 luglio dalle ore 14.30 alle ore 19.30 presso il suggestivo chiostro di San Bernardino. Sabato 5 luglio, a partire dalle 9,30, si disputeranno le prove che consentiranno ai piloti di prendere confidenza col tracciato. Domenica 6, sempre alle 9,30, semaforo verde per la 4. Morano-Campotenese. La premiazione è prevista davanti nella piazza antistante il municipio di Morano Calabro. Info, foto, curiosità e tempi sul portale www.salitamoranocampotenese.it e sulla pagina facebook @salitamoranocampotenese