Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / La grande festa del Taekwondo al “Bounty” di Soverato

La grande festa del Taekwondo al “Bounty” di Soverato

Una bella festa di sport, all’insegna del Taekwondo, sabato scorso al “Bounty” di Soverato. Gli allievi del maestro Bruno Leuzzi (presente nelle palestre Taekdance di Badolato, Flex Gym di Soverato e Energym Center di Chiaravalle) hanno affrontato con entusiasmo e una comprensibile punta d’emozione gli esami per il passaggio di cintura. A scendere in campo le classi d’età da 4 a 12 anni che, di fronte allo stesso maestro Leuzzi e al consigliere tecnico nazionale federale Fita Salvatore Chiodo, hanno esibito tutte le forme, i movimenti, gli scatti, gli esercizi, i colpi e le parate appresi nel corso dell’anno. Ma il Taekwondo è un’arte marziale che, accanto alla preparazione fisica, pone dei saldi principi morali di crescita per gli allievi quali: l’integrità, la cortesia, la perseveranza e l’autocontrollo. Aspetti etici fondamentali che non sono sfuggiti all’occhio attento degli esaminatori. E’ seguito un gustoso momento conviviale che ha preceduto la spettacolare esibizione delle cinture nere e la proposizione davvero originale di tecniche di calci a ritmo di musica e danza taekdance contemporanea e moderna. Partecipazione straordinaria della maestra Arlyett Amador Calzado, laureata presso la scuola nazionale di arte e spettacolo di Cuba e ballerina del corpo di ballo della televisione cubana. Nel corso della serata sono stati assegnati riconoscimenti a Martina Migliarese, Simona Provenzale (squadra regionale Calabria di Taekwondo), Francesco Varano e Salvatore Marra (diploma Kukkiwon). Per la danza, premi a Mara Codispoti, Antonio Vignali e Gessica Berlangeri, “per avere ottenuto borse di studio e piazzamenti a livello italiano e regionale con diversi primi posti”. Il Taekwondo oggi è lo sport di combattimento più diffuso al mondo: con 204 nazioni affiliate, la World Taekwondo Federation (Wtf) è al sesto posto tra le federazioni olimpiche estive per numero di paesi membri. La stima sui praticanti parla di circa 70 milioni di persone, presenti in tutti i cinque continenti. Il Taekwondo è diventato sport olimpico ufficiale a partire dai Giochi di Sydney 2000 ed è stato confermato nei 25 “core sport” per Rio 2016 e Tokyo 2020.