Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Caso Suarez, Abeijon si ricorda di Tedesco e della Reggina: “Questo calcio è mafia!”

Caso Suarez, Abeijon si ricorda di Tedesco e della Reggina: “Questo calcio è mafia!”

Sono passati  otto anni da quel Cagliari-Reggina 2006. Era Serie A e gli amaranto si imposero in trasferta 2-0 con le reti di Alessandro Lucarelli e Giacomo Tedesco.
A far rumore, però, non fu la vittoria della squadra di Mazzarri ma il frizzante dopo partita. Giacomo Tedesco venne squalificato per quattro partite, perché accusato, nel parapiglia finale, di aver provocato il cagliaritano Abeijon “consigliandogli” di pensare alle cose serie e alla figlia “malata” che aveva.
Il centrocampista palermitano ha sempre smentito la versione dei fatti emersa. Oggi, però la vicenda torna attuale.
L’ex capitano del Cagliari, commentando la vicenda Suarez, punito con nove giornate e quattro mesi di squalifica per il morso a Chiellini è andato su tutte le furie per la pena comminata al suo connazionale, ricordando proprio l’episodio.
“Nel calcio ci sono cose peggiori – ha detto Abeijon – e questi mafiosi stanno trattando Luis come un criminale che non può venire allo stadio. In Italia a un giocatore che ha parlato dei problemi di mia figlia hanno dato cinque giornate e nessuno ha detto nulla”.
Evidente il riferimento a Giacomo Tedesco nella circostanza e nel suo commento affidato a Twitter ci sono anche insulti per Chiellini.

Di seguito i suoi tweets:

 

abeijontwitter2