Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Atletica – Salto triplo, brilla ancora Pascone

Atletica – Salto triplo, brilla ancora Pascone

Sull’impianto di atletica leggera dello stadio comunale di Siderno, venerdì 13 e sabato 14 giugno u.s., si sono svolti i Campionati Regionali individuali per Ragazzi e Ragazze, unitamente al C.d.S. Assoluto e Master e ai Campionati Provinciali Individuali per Allievi e Allieve. L’organizzazione dell’evento sportivo è stato possibile anche grazie alla fattiva collaborazione dei dirigenti della neo ASD Atletica Siderno, che si sono adoperati per mettere l’impianto nelle migliori condizioni per lo svolgimento delle gare. La temperatura, decisamente estiva, ha condizionato le gare di mezzofondo, ma nelle prove veloci e nei concorsi, la temperatura non sembra abbia influito sulle prestazioni tecniche. Nelle gare previste per il settore assoluto, si è messo in evidenza nei metri 200 piani l’allievo Giovanni Barletta (Atletica Olympus) che ha ottenuto il “personal best” col tempo di 23″28, davanti al compagno di squadra Christian Poner che ferma i cronometri sul tempo di 24″65.
Nei metri 3000 allievi vittoria di Giuseppe Pilello (Atletica Minniti) che, ancora una volta, sfiora il minimo per l’accesso ai campionati italiani di categoria per meno di un secondo. Nel giavellotto maschile, lo junior John Barbarello (Atletica Barbas) non riesce a valicare il muro dei 50 metri, lanciando il giavellotto a m. 48.87 anche se, ai recenti campionati italiani juniores di Torino, aveva ottenuto la misura di m. 50,20. Si migliora invece l’allieva Aurora Cuzzocrea (Atletica Olympus) che nel lancio del martello con l’attrezzo da kg. 3 ottiene la misura di m. 55,17 e, considerato che ancora a Reggio Calabria l’Atletica Leggera viene svolta su impianti di fortuna, grazie all’inefficienza delle istituzioni locali che, a tutt’oggi e ormai da diversi mesi, hanno lasciato alla deriva tutto un patrimonio atletico che, diversamente, avrebbe dato ancora più lustro alla nostra città, sempre più allo sbando! Buon rientro, dopo qualche mese di assenza dalla pista e dalle pedane, Gaia Sergi (Atletica Minniti) fa un test sul suo stato di forma e ottiene un buon 40,70 nella gara del glancio del giavellotto. Tra i risultati del C.d.S. Master, l’unico atleta ad aver superato la soglia dei 700 punti è stato Giuseppe Ammendola – SM70 – dell’Atletica Amatori Reggio, che nel lancio del disco da kg. 1,00 vince la gara con la misura di m. 30,36 (punti 762), lasciando dietro di se il compagno di squadra Vincenzo Casadonte, secondo con m. 29,63 (punti 655). Buona pure la prestazione di Maria Grandinetti – SF50 – della Nuova Artemide di Cosenza, che nel lancio del martello scaglia l’attrezzo da 3 kg a m. 33,09. Nella gara dei metri 200Hs riservata alla categoria master, Giusy Lacava – SF45 – in forza all’Assi Giglio Rosso di Firenze, ottiene il tempo di 36″19, non migliorando il personale stagionale (35″47) ma mantenendo la leadership della specialità, in vista dei prossimi impegni nazionali. La gara dei metri 60, riservata alla categoria ragazzi, ha fatto vivere un entusiasmante duello tra Simone Biase dell’Atletica Runners 2012 di Crotone e Vincenzo Geracitano dell’Atletica Siderno che si sono dati battaglia sin dallo sparo d’avvio e che, alla fine, si è risolto in favore dell’atleta crotonese che vince col tempo di 8″80, staccando di soli 4 centesimi di secondo l’atleta di casa. Analoga situazione, che si è risolta negli ultimi metri, è stata vissuta nella gara dei m. 1000 ragazzi, dove Antonino Marino (Atletica Minniti) e Samuele Fortuna (Atletica Olympus) hanno condotto quasi appaiati tutta la gara che, solo nel finale, uno stacco di Marino, riesce a stabilire il vincitore, che chiude col tempo di 3:28.22, mentre Fortuna ottiene 2:28.44. Al terzo posto si classifica Giuseppe Pancione (Atletica San Costantino) che chiude in 3:34.04. Le giovani leve dell’Atletica Siderno, del presidente Gaetano Vumbaca, si fanno onore e si aggiudicano diverse gare e relativi titoli di campione regionale: Mattia Gulloni nel salto in alto ragazzi ottiene la misura di m. 1,50 e bissa la vittoria nel peso, dove ottiene m. 11,14 davanti ad Alessandro Raneri (Atletica Olympus) che lancia il peso da kg. 2 a m. 11,03; il lungo ragazzi lo vince Vincenzo Geracitano con m. 4,54. Anche nella categoria ragazze l’Atletica Siderno ottiene i seguenti titoli di campione regionale nelle seguenti gare: m. 60 ad opera di Jenifer Fimognari (9″39) che bissa anche il salto in lungo con m. 3,98; Fabiana De Girolamo m. 1,31 nel salto in alto; Sara Crupi m. 10,03 nel getto del peso e m. 14,03 nel lancio del giavellotto. Le altre gare assegnano il titolo a Federica Lucisano (Atletica Olympus), campione regionale nei m. 1000 ragazze col tempo di 4:28.75; Luigi Lecis (Atletica Rendese) che si aggiudica il titolo nel giavellotto ragazzi, lanciando a m. 18,32; la marcia ragazzi m. 2000 viene vinta da Carmelo Gambello (Icaro) che completa i 5 giri di pista in 10:49.39. Le gare cadetti e cadette, hanno visto la vittoria di Danilo Pallonetto (Atletica Olympus) nei metri 80 piani col tempo di 10″20; di Luigi Sghirrapi (Atletica Runners 2012) nei metri 2000 che chiude in 6:23.04 davanti a Luca Ursano, rappresentante della Fiamma Catanzaro, che ottiene il tempo di 6:28.26. Senza storia le gare del salto triplo e del salto in alto cadetti, dove Ernesto Pascone, portacolori della Bramatletica di Bruno Ambusto, vince a mani basse le gare di salto triplo e di salto in alto. Nel salto in estensione, ottiene in 5 dei 6 salti a disposizione, misure oltre i 13 metri, dove la migliore, ripetuta due volte, è stata quella di m. 13,28 che lo colloca al 2° posto della graduatoria stagionale del triplo cadetti. Anche la gara del salto in alto, svoltasi sulla stessa pedana che, appena meno di un mese addietro, gli aveva regalato la splendida misura di metri 2.00 (prestazione di cui non è stata fatta menzione da parte di questo settore stampa, per motivi meramente tecnici) con la quale ha migliorato il già suo record regionale e, quel che più conta, collocandosi anche nella specialità del salto in alto, nella seconda posizione della graduatoria nazionale stagionale; ottiene comunque la vittoria con un miglior salto di m. 1,80. Indubbiamente alle prossime competizioni importanti, quali e soprattutto i prossimi Campionati Italiani Individuali Cadetti, l’atleta reggino costituirà la punta di diamante della nostra rappresentativa regionale. Domenico Sanso, cadetto del CSG di Catanzaro Lido, si aggiudica la 5 km di marcia col il tempo di 31:023.13. Letizia e Greta Panetta, velociste dell’Atletica Siderno, si collocano ai primi due posti nella gara dei m. 80 piani, ottenendo rispettivamente 11″17 e 11″26 e lasciando il terzo posto a Valeria Accurso (Atletica Olympus), che ottiene il tempo di 11″58. In crescendo Francesca Pancione (Atletica San Costantino) che si afferma nella gara dei metri 2000 dove si migliora e ottiene il tempo di 7:11.08. Ancora una vittoria dell’Atletica Siderno nella gara del m. 80Hs, dove Chiara Crupi, col tempo di 15″77 ha la meglio sulla compagna di squadra Federica Vumbaca, che ottiene 16″10. La stessa Federica Vumbaca si afferma poi nel salto in alto con la misura di m. 1,46 mentre al secondo posto si colloca Katia Provenzano della Bramatletica, che valica l’asticella posta a metri 1,43. Letizia Panetta (Atletica Siderno) e Katia Provenzano (Bramatletica) si classificano nell’ordine nella gara del salto in lungo, ottenendo rispettivamente metri 4,40 e 4,27. Infine nella gara di marcia m. 3000 le rappresentanti dell’Icaro Martina Ramiro e Marianna D’amico giungono al 1° e 2° posto fermando i cronometri sui tempi di 17:26.09 e 18:42.54.