Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Tennis, il presidente Postorino: “Puntiamo al rilancio del Circolo Polimeni”

Tennis, il presidente Postorino: “Puntiamo al rilancio del Circolo Polimeni”

di Michele Favano – 885 voti contro i 650 del diretto avversario. Con questi numeri Igino Postorino ha conquistato il suo quinto mandato alla presidente del Circolo del Tennis Rocco Polimeni. Guiderà, insieme al nuovo consiglio che si andrà a formare, il prossimo quadriennio. Noi di sport.strill.it lo abbiamo intervistato il giorno dopo il sofferto e faticoso successo.

“Mi godo questa vittoria che mi rende più felice rispetto alle volte precedenti, soprattutto perché è stata una vera e propria battaglia, conclusasi con uno scarto di voti non elevato. Prima di ripartire e pensare al rilancio del Circolo, dopo la formazione del nuovo consiglio direttivo, sarà importante fare tutti noi una lunga riflessione sugli errori commessi in passato e lavorare per evitarli in futuro. La struttura deve essere sempre più punto di riferimento per gli amanti del tennis nella nostra città ma anche nella regione intera. Lo siamo stati per anni, percorso condiviso con quello che in questa competizione elettorale è stato il mio avversario. Sidari ha fatto parte del consiglio per 17 anni, ricoprendo anche il ruolo di vicepresidente. Si è partiti con una inutile polemica, con il passare del tempo il confronto, invece, è diventato assolutamente civile, oggi vincitori e vinti hanno come unico obiettivo il rilancio del Circolo. “

Perché ha vinto ancora una volta Igino Postorino?
“Nella elezione i soci si sono divisi in maniera impensabile, secondo me, ma sol perché in tanti non hanno capito il perché di questa contrapposizione. C’è stata molta confusione e poca chiarezza soprattutto nella parte iniziale di questo confronto. Ripeto quanto detto in precedenza, lo faccio ancora dopo aver vista confermata la mia carica di presidente. Avrei gradito un avversario diverso, non un competitor che mi è stato compagno di tante battaglie in consiglio per lunghissimo tempo. Questa è la mia opinione che ritenevo di dover confermare anche dopo il successo. Da questo momento, però, è necessario mettere da parte ogni forma di polemica e pensare a costruire qualcosa di importante per una delle più prestigiose realtà del panorama calabrese.”