Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / In campo anche le donne nel corso di questa ultima stagione di Lega Pro

In campo anche le donne nel corso di questa ultima stagione di Lega Pro

E’ una squadra e scende in campo ogni domenica. E’ quella composta dagli ispettori della Lega Pro.La particolarità di questo gruppo è la continua crescita della sua componente femminile che vede la presenza di 10 donne. Provengono da quasi tutto il territorio nazionale e sono per la maggior parte avvocati, medici e architetti. Coordinate da Giorgio Sancricca, che guida anche la “formazione” maschile, hanno un unico comune denominatore: la passione per il calcio. Ecco la squadra: Alessandra Albanese parte dalla pallavolo, ma poi ha seguito il calcio, Federica Caraffa seguiva il padre allo stadio e da allora il rettangolo di gioco è una seconda casa, Silvia Contri è impegnata col calcio legandolo ad iniziative sociali, Maddalena Lepore si è avvicinata al calcio, seguendo le gesta del marito in campo. Ed ancora: Finizia Lo Sapio, che ha fatto la domanda per diventare ispettore di Lega Pro, perché voleva vivere il calcio sul campo e non più dietro le quinte, Simona Montorfano ha seguito una collega e si è avvicinata al calcio, Maria Elena Pulga ha detto sì al calcio per seguire il figlio che indossava gli scarpini. Anna Maria Valente si è avvicinata al mondo del pallone da “autodidatta”, Giada De Angeli ha sempre seguito il calcio, Manuela Rigoni ha giocato a calcio e non perdeva una partita dell’Hellas Verona con il suo primo anno allo stadio, coinciso con lo scudetto del 1985.”Il bilancio è positivo- dichiara Antonio Rizzo, Vice presidente della Lega Pro, che segue gli ispettori dal primo anno dei play, dal 1993- la componente femminile, cresciuta notevolmente in particolare nell’ultima stagione, ha rappresentato un valore aggiunto e  si è amalgamata al buon lavoro fatto dal team maschile”.