Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / La Viola giocherà al Palacalafiore
Logo Viola Basket

La Viola giocherà al Palacalafiore

di Giuseppe Praticò – Dopo un anno passato tra il Centro Sportivo Mazzetto e il “PalaMaiata” di Vibo Valentia, nella prossima stagione le gare interne della Viola saranno disputate al “PalaCalafiore”.
Anche se con cauto ottimismo, ad affermarlo è l’ingegnere Franco, responsabile della task force voluta dal presidente Branca per seguire le vicende del “PalaCalafiore”
Franco, presidente del comitato “Cuore Viola”, ormai da mesi s’interessa della situazione inerente al palazzetto di pentimele, grazie alla disponibilità di tutti i responsabili dei vari protocolli.
Nel corso della conferenza stampa, Franco ha approfondito quanto fatto fino al momento al palazzetto, illustrando i dettagli tecnici dell’operazione.
Tra le prime operazioni compiute è stato ripristinato il manto del tetto. Le varie cricche presenti nella guaina ormai vecchia deteriorata dal sole, vento e acqua sono state riparate. Anche se questa non sarà la soluzione definitiva.
Problema parquet: La Dalla Riva, società aggiudicatrice dell’appalto, ha delegato un’azienda reggina affinchè svolga per conto proprio il rifacimento totale del parquet fino sotto le tribune. La sostituzione del parquet si è resa necessario in quanto lo stesso è stato fortemente danneggiato dall’impalcatura caduta. La società di Montebelluna comunica che il parquet esistente è di ottima qualità, se non rovinato, con una lamata sarebbe stato efficiente.
In questi due anni di chiusura, l’impianto elettrico è stato danneggiato dai roditori presenti all’interno della struttura. Il tutto sarà ripristinato a breve.
Per quanto riguarda invece l’impianto idrico, s’inizierà con la sostituzione di due pompe elettriche e saranno riabilitati i quindici punti di adduzione (lavandini, rubinetti, ndr) che sono ostruiti.
Si dovranno ripristinare inoltre le poche porte che sono state sfondate da alcuni vandali entrati all’interno della struttura, ma saranno sistemate in appena due giorni.
I lavori dovranno essere consegnati entro il 5 agosto, ma c’è ottimismo, si pensa addirittura che le operazioni possano concludersi con margini temporali molto più stretti.