Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Villa San Giovanni (RC): svolta la prima edizione del quadrangolare dedicato a Totò Idone

Villa San Giovanni (RC): svolta la prima edizione del quadrangolare dedicato a Totò Idone

Al Comunale Santoro di Villa San Giovanni, nel giorno della Festa della Repubblica, si è conclusa la prima edizione dell’All Star Game Iam CALCIO Reggio Calabria, un quadrangolare di calcio in memoria del prof. Totò Idone, recentemente scomparso. Il Memorial è stato organizzato dal villese Gianluca Trunfio, direttore responsabile di Iam CALCIO Reggio Calabria, ed è stato un’occasione per ricordare anche Francesco Zerbi, bomber della Cittanovese, deceduto tragicamente la scorsa settimana. Due le rappresentative all’opera di Seconda e Terza Categoria, composte dai migliori 23 selezionati dagli utenti registrati al sito dedicato. Il quadrangolare vedeva, tra l’altro, le neopromosse nei campionati di Prima e Seconda Categoria: Val Gallico e Scillese. Le quattro formazioni si sono affrontate alla presenza di un numeroso pubblico, disputando due partite ciascuna della durata di 45 minuti. La bella giornata di sport che ha visto protagonisti i migliori giocatori dei rispettivi campionati è iniziata nel migliore dei modi, con la presentazione del programma dell’evento, accolto da tutti con un grande applauso. Gli abbinamenti delle semifinali sono scaturiti dal sorteggio in presenza dei “capitani” delle quattro squadre protagoniste: Giancarlo Tedesco per la Scillese, Pasquale Luvarà per la Rappresentativa di Seconda, Michele Cotroneo per la Terza e il Presidente Gianluca Califano per il Val Gallico. La prima partita è finita 2-1 per la Scillese. La squadra guidata da mister Rocco Macrì inizia con il piglio giusto. Una bella occasione per Cimarosa che non aggancia il pallone come dovrebbe e l’azione sfuma. Sul successivo capovolgimento di fronte però è la Rappresentativa di Terza Categoria a portarsi in vantaggio, al termine di una combinazione in area tutta di marca Audax Ravagnese. Condiorio serve Laganà, che fulmina al volo imparabilmente l’impietrito Polistena. Colpita a freddo, la Scillese si affida a bomber Davide Manglaviti, che su punizione ribadisce la parità: 1-1. La partita sembra orientata ai calci di rigore (in caso di parità la regola prevede questo), mister Penna opera alcuni cambi, ma a due minuti dalla fine subisce la doppietta del bomber: 2-1 e Scillese in finale. Dopo la prima partita, pausa in ricordo di Totò Idone, uomo ricco di virtù e bontà, calciatore ben voluto e amato da tutti suoi innumerevoli amici presenti all’evento. Totò, fino all’ultimo, ha affrontato con grande dignità una malattia che purtroppo non gli ha dato la possibilità di difendersi. Lui che era un difensore nato, aveva una forza interiore che gli permetteva di superare ogni ostacolo. L’emotività della sua prematura scomparsa ci ha fatto pensare ad una giornata organizzata con tutti gli amici, esclusivamente per ricordarne la memoria. Chiunque lo abbia conosciuto ha sicuramente apprezzato la sua generosità, educazione, rispetto e l’attaccamento allo sport ed in particolare al calcio. Questo suo attaccamento riusciva a trasmetterlo a tutti i suoi intimi, con passione, umiltà e grande lealtà, una persona veramente speciale. Alla famiglia Idone, che ha preso parte all’applauso che ha commosso i presenti, è stata consegnata una targa in memoria di Totò. Alla premiazione è intervenuto l’Assessore allo Sport del Comune Giovanni Siclari, al quale è stata consegnata anche una targa di partecipazione, in presenza del vice-presidente AIAC Saro Bellè. L’Assessore Siclari si è soffermato sulla figura di Totò Idone, ringraziando l’organizzatore dell’evento Gianluca Trunfio per l’ottima riuscita della manifestazione. La seconda partita ha poi visto protagoniste Val Gallico e Rappresentativa di Seconda Categoria. Subito a segno Walter Cartisano, su invito di Spanò, il Val Gallico sembra poter arginare tranquillamente il gioco orchestrato da Attisano e compagni, ma a pochi minuti dalla fine, Staicu, con una giocata delle sue: stop a seguire e grande conclusione di destro che si insacca imparabilmente in rete. Si va ai calci di rigore, aperti da un bel piazzato dello scillese doc Pontillo, dopo gli errori di Spanò e Delfino, è lo stesso Staicu che può chiudere i conti, ma calcia fuori. Sulla successiva opportunità, Aneri respinge il tiro dell’ultimo rigorista del Val Gallico e la Selezione di Seconda raggiunge la Scillese nella finalissima. Per il terzo e quarto posto botta e risposta tra il solito Walter Cartisano e bomber Fedele (capicannoniere con Manglaviti nel campionato di Terza) nel tempo regolamentare: stavolta ai rigori la spunta il Val Gallico. La finalissima vede il solito Staicu (alla fine votato miglior giocatore dell’All Star Game al Memorial, al pari di Paolo Battaglia) emettere la sentenza: 1-0 per la Seconda Categoria. Scillese nuovamente colpita a freddo, ancora prima di trovare la sortita giusta in avanti, che arriva però alla mezz’ora, dopo una bellissima combinazione sulla fascia tra De Marco e Cimarosa: quest’ultimo serve Manglaviti e il bomber firma l’1-1. Anche questa sembra doversi decidere ai rigori, ma sull’asse Cinquefrondi, Attisano serve Ligato che davanti a Polistena non sbaglia e firma il 2-1. La Scillese usufruisce di un calcio di rigore per poter pareggiare, ma Cimarosa spedisce fuori volontariamente. La Rappresentativa di Seconda Categoria si aggiudica la Prima Edizione All Star Game Iam CALCIO Reggio Calabria, in occasione del Memorial Totò Idone. La serata si è conclusa con la cerimonia di premiazione (che ha visto la consegna di targhe a tutti coloro i quali si sono distinti nei loro campionati, ruolo per ruolo). I migliori della Seconda Categoria sono stati: Salvatore Grillo Brancati (portiere Val Gallico), Emanuele Aletta (difensore Val Gallico), Vincenzo Attisano (centrocampista Cinquefrondi), Giovanni Bartolomeo (capocannoniere del torneo, Real Catona), Roberto Crea (allenatore San Gaetano Catanoso), Giuseppe Scevola (allenatore Motta San Giovanni), Santo Falcone (allenatore Val Gallico), Gianluca Califano (Presidente Val Gallico) e il Cinquefrondi Calcio per meriti sportivi. I migliori della Terza Categoria: Tonino Polistena (portiere Scillese), Alessandro Suraci (difensore Real Santo Stefano), Giuseppe Porpiglia (centrocampista Atletico Catona), Giuseppe Fedele e Davide Manglaviti (capocannonieri ex equo, rispettivamente di Real Santo Stefano e Scillese), Stefano Penna (allenatore Real Santo Stefano), Rocco Macrì e Francesco Api per meriti sportivi (allenatori di Scillese e San Giorgio) e il Real Santo Stefano per la Coppa disciplina. Ringraziamenti finali al Presidente della Sezione AIA di Reggio Calabria Giacomo Idone e al direttore di gara Leonardo Sgrò, coadiuvato dagli assistenti Angelo Cristiano ed Enzo Puliatti; alla Esso di Martine Bellè, per aver sostenuto moralmente ed economicamente il tutto; al Bar Winner per il vestiario messo a disposizione per le Rappresentative di Seconda e Terza Categoria. A Giovanni Siclari e a Michele Raso, Assessori allo Sport, rispettivamente ai Comuni di Villa San Giovanni e Cinquefrondi; alla Villese Calcio e all’Amministrazione Comunale per aver messo a disposizione il campo e tutti i servizi dei quali si è beneficiato. All’Acrobatic di Rinaldo e Andrea Ripepi per la cena finale e i finanziamenti offerti.