Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Vela, la VI Zona FIV è pronta per la fase nazionale dei giochi sportivi studenteschi

Vela, la VI Zona FIV è pronta per la fase nazionale dei giochi sportivi studenteschi

Nelle finali disputate mercoledì nelle acque antistanti il Club Velico
Crotone del presidente Francesco Verri, il team del Liceo Scientifico
‘Filolao’ di Crotone, guidato dalla vicepreside Nadia De Sandro e
composto da Sean Cuomo (al timone), Giuseppe Gentile, Rossana
Gentile e Valerio Piro, si è imposto sul Liceo Scientifico ‘Alessandro
Volta’ di Reggio Calabria capitanato dalla Professoressa Valentina
Colella, e composto da Giovanni Giordano (al timone), Rosalba
Giordano, Fabio Remo e Fiorenzo Foti, in una regata molto
combattuta e impegnativa a causa del forte vento da Nord che ha
spazzato il golfo crotonese sin dalle prime ore del mattino.
La professoressa Valentina Colella del Liceo Alessandro Volta di
Reggio Calabria, nonché Coordinatore Tecnico Zonale (CTZ) di
Calabria e Basilicata, ha dichiarato: “dopo un lungo e faticoso
‘combattimento’, l’equipaggio del Volta ha dovuto cedere il passo alla
squadra crotonese, aggiudicandosi così la medaglia d’argento.
Grande l’amarezza per il nostro equipaggio ma al tempo stesso fieri di
aver dato filo da torcere agli avversari fino all’ultimo metro. La sfida
in acqua continua il prossimo anno – continua la Professoressa
Colella – e afferma, infine, che non a caso i Licei finalisti sono anche
quelli che la regione Calabria ha indicato come licei scientifici a
indirizzo sportivi (Filolao di Crotone, Volta di Reggio Calabria, I.I.S
Castrolibero di Cosenza).
Medaglia di bronzo per l’I.I.S Castrolibero di Cosenza, accompagnati
dal Prof. Malfi e composto dal timoniere del CVL Fabio Sicilia, Leida
Paura, Vincenzo Sammarro e Simona Ponissi, assistiti tecnicamente
dal Centro Velico Lampetia di Cetraro, sede delle finali provinciali. “Il
‘nostro’ equipaggio – ha dichiarato il Presidente del CVL Ferruccio
Rizzuti, si è allenato con altre barche e in condizioni di mare calmo.
Durante la fase regionale si è trovato a navigare in un mare con onde
formate e con un vento di 20-25 nodi che ha creato condizioni serie
di stress, ma l’equipaggio ha affrontato e superato le difficoltà
portando a casa una meritata medaglia di bronzo”.
Fra le scuole di primo grado ha vinto la scuola media Vittorino Da
Feltre di Reggio Calabria, guidata dalla professoressa Katia Romeo e
composta da Angelo Pugliatti, Giulia Galante, Achille Cannizzaro e
Elisa Pellicanò cui va in ogni caso il merito di aver superato, così come
la Giovanni XXIII – guidata dal professore Giuseppe Elia e composto
da Matteo Verri (al timone), Maura Calabretta, Alice Ruggiu e Gaia
Verri, ma assenti alla fase regionale per impegni scolastici e per la
contemporanea partecipazione di tre componenti dell’equipaggio al
Trofeo internazionale a squadre Rizzotti di Venezia – le fasi provinciali
conquistando un biglietto per le regionali.
L’Ufficio scolastico provinciale con il suo coordinatore delle attività
sportive Santino Mariano e i soci del Club Velico Crotone si sono
occupati dell’accoglienza, dell’ospitalità e dell’organizzazione tecnica,
rimettendo in funzione, per l’occasione, la macchina rodata dalle
regate nazionali disputate a Crotone nell’ultimo anno.
Il comitato di regata composto dall’ufficiale di regata nazionale
Domenico Pugliatti, presidente di giuria, Venturino Pugliese,
Valentina Colella e Saverio Greco ha gestito la regata con la prudenza
suggerita dal forte vento, imponendo alle imbarcazioni di far rientro a
terra per ben due volte per evitare pericoli e rotture.
“I Giochi sportivi studenteschi sono stati una grande scommessa del
Comitato VI zona FIV. Siamo partiti con sole tre province e poche
scuole aderenti – ha commentato il Presidente della VI Zona FIV
Calabria e Basilicata – l’avvocato Fabio Colella. I Dirigenti scolastici
ritenevano lo sport della vela lontano dal soddisfare i bisogni
educativi degli studenti e, in alcuni casi, “pericoloso”. Siamo riusciti in
questi anni a far comprendere come invece la disciplina della vela sia
trasversale ai saperi scientifici e che, pertanto, facilmente si inserisce
nel piano dell’offerta formativa collegandosi con discipline quali la
fisica, la matematica, la biologia marina, le scienze della terra e le
scienze motorie.”
“Il progetto nazionale “Vela Scuola”, nato da un protocollo tra il
MIUR e la FIV, ha permesso di far arrivare la vela nella scuola e nella
nostra regione e in numerose realtà è divenuto caratterizzante per
molte scuole, in particolare per quelle città in cui il rapporto con il
mare necessità di una sensibilizzazione di difesa e protezione
dell’ecosistema”, continua Colella.
“Da subito il MIUR, nella persona del Prof. Rosario Mercurio, ci ha
sostenuto. Abbiamo ricevuto degli ostacoli solo da parte del CONI
Calabria che, però, sono stati superati e oggi, grazie alla caparbietà
dei presidenti di circolo e dei dirigenti di questa zona, siamo riusciti
ad avere la presenza delle cinque provincie”.
Grazie al lavoro svolto sul territorio – conclude il Presidente della VI
Zona, l’avvocato Fabio Colella – i nostri ragazzi hanno vissuto
un’esperienza di sport e di vita unica.