Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Il Gallico-Catona si ferma in finale a Castrovillari con 200 tifosi al seguito. Niente Serie D

Il Gallico-Catona si ferma in finale a Castrovillari con 200 tifosi al seguito. Niente Serie D

“Grazie lo stesso” dice Nello Violante. Un abbraccio finale con Ivan Franceschini ( rimarrà o andrà via) e i giocatori. A Castrovillari un’altra ottima prestazione , un confronto alla pari con i blasonati rossoneri debutto di spessore di Totò Vicari, mai impegnato il portiere “fuori quota” Barillà. Peppe Calarco e Musarella i migliori, un po’ in ombra purtroppo Daniele Zappia. Leo Gatto, Marco Cormaci e Andrea Penna su standard elevati.

E’ finita la stagione agonistica. Una splendida stagione per il comprensorio Gallico- Catona, sfiorata la serie D con il “terno” al lotto play off. A Castrovillari si ferma la pur splendida “cavalcata” della formazione di Ivan Franceschini proprio ai “ supplementari” e con un comportamento poco sportivo che non si addicevad una formazione blasonata come quella del pollino ( giocatore a terra del Gallico- Catona e i locali li beffano con la rete del successo di Lombardi).

Un salto di qualità notevole frutto di una società seria e competente. La “svolta” con l’arrivo di Ivan Franceschini, tecnico neofita che ha benissimo. I numeri sono tutti dalla sua parte. Un girone discendente da record. Ha raggiunto tutti gli obiettivi possibili ed immaginabili il comprensorio Gallico- Catona. I play off, la valorizzazione degli “under” , la simbiosi perfetta fra le due tifoserie di Gallico e Catona.200 tifosi al seguito nel Pollino.

Terzo posto nella stagione regolare, la seconda piazza sfuggita proprio negli ultimi novanta minuti di gioco con lo 0 a 0 contro la Paolana. Una vera e propria “iattura”, chissà a campi invertiti nella semifinale contro i rossoneri di Castrovillari!

Si era superata la gara 1 play off contro il Guardavalle.

Fra mille difficoltà oggettive, fra mille peripezie, una “disorganizzazione perfetta” che ha fatto emozionare e ridato entusiasmo.

E adesso ! Il futuro ? La società ha le idee chiare. Ci sono dei “punti” da cui ripartire e tentare qualcosa di davvero “storico” per le realtà sportive di Gallico e Catona.

La splendida struttura del “ Lo Presti” stimola a migliorare la scuola calcio e il settore giovanile.

I responsabili dirigenziali vogliono allargare l’assetto societario se possibile con l’ingresso di nuovi soci, di

nuovi sponsor, un azionariato popolare. Staremo a vedere.

Rimane o va via Ivan Franceschini? Sicuramente Gallico è stata per lui un’ottima “vetrina”, un trampolino di lancio per allenare in categorie superiori. Lo merita il giovane trainer emiliano.

Rimarranno i pezzi pregiati della compagine ? I vari Zappia, Calarco, Marco Cormaci, Leo Gatto, lo stesso Vicari ?

Tutte domande che presto saranno esaudite. Nello Violante fa un ‘analisi approfondita di una stagione esaltante. Un girone discendente “ straripante” ,28 punti in 12 gare nella stagione regolare.

E adesso dopo quest’esaltante stagione cosa rimane per ripartire. Ripetersi non sarà facile.

Si aprirà probabilmente un altro “ciclo” vincente.

Giuseppe Calabrò