Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley: Tonno Callipo, al via le attività della B2 e della D

Volley: Tonno Callipo, al via le attività della B2 e della D

C’è grande fermento nel quartier generale della Tonno Callipo Vibo Valentia dove, oltre alla preparazione della prima squadra, sono da ieri in corso anche le attività delle formazioni

giovanili che quest’anno prenderanno parte ai campionati di serie B2 e di serie D. Dopo la riconferma dello staff tecnico, avvenuta alcune settimana fa, e la promozione in prima squadra di ben tre atleti che nella passata stagione si sono messi in evidenza in queste categorie, è tempo di profondo rinnovamento anche per i roster delle formazioni minori affidati alle direttive di coach Claudio Torchia, con il supporto di Francesco Spanò, per la B2 e di coach Tonino Chirumbolo, coadiuvato dal neo-dirigente Vito Iurlaro, per la serie D. Del resto la programmazione dell’intero settore è già stata avviata da qualche tempo con riunioni tecniche e stage che hanno permesso ai selezionatori giallorossi di visionare diversi giovani interessanti i quali, a partire da ieri, sono al lavoro in vista dell’inizio dei rispettivi tornei. Queste le prime impressioni dello staff tecnico.
ClaudioTorchia: «La nostra stagione si è ufficialmente aperta ieri e ci troviamo, per il momento, a lavorare con un unico gruppo che andrà poi a sdoppiarsi nelle due formazioni di B2 e D. Intanto abbiamo effettuato alcuni test d’ingresso, prese le misure antropometriche, e siamo in fase di programmazione del lavoro con il preparatore atletico. È ancora molto presto per farsi un’idea delle potenzialità di questo nuovo gruppo, ma c’è da dire che si tratta di ragazzi molto giovani e siamo quindi perfettamente coscienti che, dal punto di vista dei risultati agonistici, potremmo avere qualche difficoltà. Tuttavia, si tratta di un gruppo fisicamente ben dotato sul quale occorrerà lavorare ancora dal punto di vista tecnico. Noi siamo qui per questo e puntiamo a migliorare le capacità dei ragazzi senza demoralizzarci se dovesse essere un’annata “particolare” sul piano dei risultati. Dopotutto l’obiettivo è quello di formare giocatori di prospettiva che possano avere un futuro importante nella pallavolo. Per fare ciò sarà decisivo che tutti abbiano la possibilità di giocare, di fare esperienza sul campo e misurarsi di continuo».