Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Karate: Notarianni ottiene livello di Giudice A di Kata e Kumite

Karate: Notarianni ottiene livello di Giudice A di Kata e Kumite

Di seguito la nota: Ulteriore qualifica per l’Ufficiale di Gara Giuseppe Notarianni di Lametia Terme, che in occasione della sessione di esami tenutasi a Mosca dall’8 al 10 giugno scorsi, in concomitanza dei Campionati Europei

per Regioni, ha acquisito il massimo livello di Giudice A di Kata e Kumite. Notarianni ha così completato l’iter di formazione europeo, ed è già ammesso al Corso per Arbitro Mondiale che si terrà il prossimo novembre a Parigi, in occasione dei Campionati Mondiali.

 

Il risultato di Notarianni, che rappresenta un motivo di orgoglio per tutto il Comitato Regionale Calabria FIJLKAM, va visto anche in un ottica nazionale, in quanto altri arbitri provenienti da altre regioni hanno sostenuto esami in questa sessione, ottenendo analoghe categorie. Questi sono: Anna Maria Notari, che ottiene la qualifica di Giudice A di Kata e Giudice B di Kumite, Alessio Giraldi, Giudice A di Kata e Kumite, e Umberto Benedetto che diviene giudice B sia per il Kata che per il Kumite, e che sono dimostrazione della costante crescita della classe arbitrale FIJLKAM.

I complimenti, per questa nuova qualifica di Notarianni, sono giunti tempestivi da parte del Maestro Gerardo Gemelli, delegato in Calabria FIJLKAM per il settore Karate, da parte di tutto lo staff regionale, e da parte del prof. Pellicone, che oltre ad essere presidente vicario nazionale FIJLKAM, è presidente onorario del Comitato Regionale FIJLKAM.

Notiamo con piacere come la classe arbitrale calabrese stia divenendo sempre più efficiente, sia come livello di qualifiche, che come numero. Di questo è certamente artefice anche Notarianni, che insieme ai suoi collaboratori, tra cui ricordiamo Vincenzo Martino e Annamaria Niccoli, entrambi arbitri nazionali, senza alcun problema passano dall’arbitraggio di finali di finali nazionali o internazionali, alla conduzione di gare di bambini, alla formazione delle nuove leve e alla divulgazione del regolamento arbitrale tra Atleti e tecnici. Tutti questi aspetti hanno un ruolo fondamentale per mantenere la crescita del Karate Calabrese, essendo la classe arbitrale una “infrastruttura” fondamentale per il corretto sviluppo di una disciplina sportiva.