Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Basket, la Viola si aggiudica gara 1 contro Scauri (66-58)

Basket, la Viola si aggiudica gara 1 contro Scauri (66-58)

BASKET
di Gianni Tripodi –
Buona la prima! All’esordio nei playoff la Viola vince contro l’Autosoft Scauri (66-58) grazie soprattutto ad un’ottima prova difensiva e si prepara adesso a chiudere

la serie giovedì in gara 2 in terra laziale. Il team di coach Bolignano tiene sempre in mano il pallino dell’incontro riuscendo con il passare dei minuti ad incrementare il vantaggio arrivando anche al +20 con belle giocate in transizione, una difesa al limite della perfezione su Bagnoli, uno dei migliori lunghi della lega, costringe il centro laziale a realizzare solo 4 punti con un pessimo 33% dal campo (1/3) con il loro giocatore chiave fuori ritmo gli ospiti non riescono a trovare fluidità in attacco e faticano per tutto il match, 40% dal campo con uno 0/5 da tre punti. Una leggera flessione sul finire dell’ultimo quarto permette ai laziali di ridurre l’ampio gap e a portarsi così al -8 a pochi minuti dal termine, l’azione che chiude definitivamente la partita è firmata dal duo Agosta-Caprari, grandi protagonisti della vittoria, il lungo stoppa la conclusione al tiro di Marinello, “Bum Bum” recupera palla, corre in contropiede e va ad appoggiare per la gioia della tifoseria nero arancio presente al Pala Botteghelle. La Viola fa sua gara 1 e adesso tenterà di chiudere la serie già giovedì sera (20.30) a Scauri per evitare così la bella in programma domenica 16 ancora in riva allo Stretto. Settimana travagliata per Paparella, già con qualche problema alla schiena (contrattura), l’argentino è uscito dal parquet nell’ultimo quarto dopo per aver subito un brutto taglio alla mano destra, probabilmente sarà necessario qualche punto di sutura, ma  la sua presenza in gara 2 non dovrebbe essere in dubbio. Contro Scauri coach Bolignano ruota tutti gli uomini a sua disposizione, bene Ingrosso (6 punti) e Zampogna (8 punti) partendo dalla panchina con il solito duo Caprari (18) – Agosta (14) in gran forma da 32 punti in due con il 50% dal campo.
Primo Turno Playoff, Quarti di Finale DNB girone C
LIOMATIC VIOLA RC – AUTOSOFT SCAURI 66-58
Parziali: 23-14, 41-30, 59-41, 66-58
Arbitri: Maniero Daniele di Venezia e Gallo Stefano di Padova
LIOMATIC VIOLA RC
Caprari 18, Agosta 14, Zampogna 8, Paparella 7, Coronini 6, Ingrosso 6, Marengo 3, Gambolati 2, Grasso 2
Coach: Bolignano Domenico
AUTOSOFT SCAURI
Requena 13, Richotti 11, Pignalosa 9, Valentino 9, Basile 5, Bagnoli 4, Marinello 3, Raskovic 2, Violo 2
Coach: Fabbri Enrico
Nonostante i problemi alla schiena Paparella parte in quintetto assieme ai confermati Coronini, Caprari,Gambolati ed Agosta. Inizia gara 1, immediato il primo fallo commesso da Bagnoli, Coronini in lunetta (0/2), Richotti in penetrazione segna i primi punti, Pignalosa punisce ancora una difesa reggina troppo soft, 0-4, Agosta con l’aiuto della tabella, Scauri si chiude bene ed intercetta le linee di passaggio dei nero arancio, canestro e fallo di Requena, 2-6 dopo tre minuti di gioco. Tripla di Caprari a scuotere i suoi, Richotti con l’arresto e tiro, altra tripla per la Viola, stavolta con Paparella, parità a quota 8. Richotti da sotto, Agosta appoggiando alla tabella subisce il secondo fallo di Bagnoli, 10-10. Paparella in lunetta (2/2) e coast to coast di Caprari per il break di 4-0, timeout Scauri. “Bum Bum” uscendo dai blocchi infila la tripla, anche Coronini non vuole essere da meno, canestro dai 6.75 anche per il play e la Viola vola sul +10. Bagnoli in post basso, Caprari segna cadendo all’indietro sull’ottima difesa di Bagnoli, dentro anche Marengo, Agosta (1/2), Pignalosa allo scadere in penetrazione, 23-14. Secondo quarto: Tripla nell’angolo per Marengo, Richotti ilude l’intervento di Caprari e appoggia, Ingrosso in reverse, Valentino segna subendo il fallo di Zampogna, 28-19. Raskovic (2/2), Paparella con l’arresto e tiro, schiacciata di Requena, terzo fallo di Bagnoli, Agosta di forza sotto canestro, +9, Scauri soffre l’aggressività difensiva dei reggini, Agosta appoggiando alla tabella, gli ospiti si innervosiscono, fallo in attacco fischiato a Requena, timeout Scauri. Requena in area pitturata, tripla di Caprari uscendo dai blocchi, Requena con una schiacciata imperiosa, Corinini con la tripla nell’angolo, 39-27. Canestro e fallo di Richotti e Scauri accorcia le distanze, -9, semi gancio di Agosta, 41-30. Terzo quarto: Requena appoggiando alla tabella, la Viola corre in contropiede con Zampogna che serve Gambolati che non può sbagliare, tecnico fischiato a Bagnoli, Caprari (2/2), Scauri in netta difficoltà, Agosta segna subendo il fallo, gioco da tre punti realizzato, 47-32, +15. Pignalosa con l’arresto e tiro, Zampogna (2/2), terzo fallo di Caprari, Pignalosa (1/2), bel gioco a due tra Pignalosa e Basile con quest’ultimo che segna subendo il fallo, 49-38. Ingrosso (2/2), secondo fallo di Basile su Agosta che va in lunetta (0/2), arresto e tiro per Zampogna, nero arancio sul +15. Valentino (1/2), Zampogna show, il play di Palmi è scatenato, altri due canestri per lui, Viola sul +18. Difesa reggina impeccabile, ospiti a secco, Grasso appoggia in contropiede, Valentino trova due punti, 59-41. Quarto quarto: Valentino in lunetta (2/2), tecnico fischiato a Zampogna per proteste, ancora Valentino (2/2), buon momento per gli ospiti, Bagnoli (1/2) che riducono il gap, -14. Tecnico a Valentino, Caprari (1/2), Paparella si fa male alla mano ed è costretto ad uscire, Ingrosso in penetrazione va a schiacciare, il pubblico del Pala Botteghelle si esalta, timeout Scauri. Bagnoli in lunetta (1/2), Caprari a segno con il contatto del difensore, Basile (2/2), Requena (1/2) e Violo permettono ai laziali di accorciare, -13 a 3’20” dal termine. Marinello (2/2), i nero arancio soffrono l’ assalto finale degli ospiti, Requena (2/2), -9, timeout Bolignano. Blackout Viola, fallo di Agosta su Marinello (1/2), fiammata nero arancio, Agosta stoppa Marinello e Caprari in contropiede va ad appoggiare,  il pubblico reggino può finalmente festeggiare, finisce il match 66-58, gara 1 è della Viola.