Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Coach Blengini resta alla guida della Tonno Callipo

Coach Blengini resta alla guida della Tonno Callipo

È stato formalizzato questa mattina presso gli uffici del PalaValentia l’accordo per il prolungamento del contratto dell’allenatore Gianlorenzo Blengini che rimarrà, di conseguenza, ancora per un anno sulla panchina della Tonno Callipo Vibo Valentia. Il tecnico piemontese, protagonista della stagione giallorossa al suo esordio in A1 da head coach, ha sottoscritto unitamente al presidente Pippo Callipo il rinnovo del contratto che lo legherà per il secondo anno consecutivo alla società calabrese.

Così Pippo Callipo in merito alla riconferma del coach: «Abbiamo trovato un accordo soddisfacente per entrambi, data la ferma volontà sia da parte di Chicco che da parte nostra di proseguire questo rapporto di collaborazione dopo il buon “test” della stagione 2011-12 conclusasi all’insegna della grande armonia tra squadra, staff tecnico e medico, e dei rapporti eccellenti con la dirigenza, anche e soprattutto dal punto di vista umano. Avevamo già in essere un pre-accordo che abbiamo, dunque, confermato con estremo piacere. Adesso ci daremo da fare per costruire una squadra e fare un campionato più che discreto, specie ora che ci sono già le basi di un gruppo collaudato al quale apporteremo gli opportuni accorgimenti che il Ds Prestinenzi, il Supervisore Ferraro e mister Blengini di comune accordo riterranno di fare».
Soddisfatto anche il commento di Chicco Blengini: «Sono molto contento e credo che questo rapporto di fiducia reciproca sia una base importante per migliorare quanto fatto nel campionato da poco concluso, anche perché ritengo che un anno soltanto non sia mai sufficiente per esprimersi al meglio. Nel prossimo campionato ci saranno da fare i conti con regole differenti e con uno scenario che andrà valutato in corso d’opera, sia dal punto di vista dei valori che degli obiettivi, però io credo che  la cosa più importante sia avere la possibilità di proseguire bene il lavoro avviato nella convinzione che il secondo anno sarà più produttivo del primo. Pertanto mi fa molto piacere poter proseguire questo rapporto professionale e la cosa che mi fa ancor più piacere è che ci sia, evidentemente, l’apprezzamento per il lavoro svolto quest’anno sia sotto il profilo professionale che sotto quello personale».
Poi, pensando alla squadra, il coach ha aggiunto: «Complessivamente sono contento del rendimento che i ragazzi hanno avuto, anche perché abbiamo dovuto attraversare vicissitudini molto complicate che a volte hanno rischiato di affossarci. L’essere riusciti a superarle e poi ritornare a giocare a un certo livello secondo me è stata la grande virtù che la squadra ha dimostrato di avere. Poi dal punto di vista tecnico e umano sono ancor più soddisfatto perché i ragazzi hanno dimostrato una grandissima disponibilità al lavoro e al sacrificio. Su quella che sarà la prossima stagione, dipenderà molto dall’andamento del mercato che come sappiamo è sempre molto isterico e tutti gli anni dà luogo a grossi stravolgimenti. Intanto ripeto che sono soddisfatto di questo gruppo, poi analizzeremo le posizioni individuali e provvederemo ad integrare il gruppo secondo quello che è il criterio principale nel comporre una squadra, cioè quello degli equilibri che vanno cercati il più possibile in sede di mercato. Per me rimane comunque fondamentale operare in grande collaborazione e in sinergia con la dirigenza, condizione che qui ho trovato in maniera speciale, e comporre una squadra che tenga conto delle esigenze della società e le faccia combaciare con le esigenze che il tecnico richiede dal punto di vista degli equilibri e della qualità».