Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto: Imperia- Wp Despar Messina 20-6

Pallanuoto: Imperia- Wp Despar Messina 20-6

Riceviamo e pubblichiamo: Sarà l’ultima giornata della fase regolare a decidere se la Waterpolo Despar Messina riuscirà a centrare la salvezza nel massimo campionato femminile di pallanuoto ripreso oggi, con le gare dell’ottava di ritorno, dopo una lunga pausa per consentire alle squadre nazionali di preparare la meglio le qualificazioni alle Olimpiadi di Londra. La formazione peloritana è stata sconfitta per 20-6

ad Imperia, dal “sette” , finalista di Coppa Len e già sicura di un posto nella final four scudetto. A complicare il quadro soprattutto i risultati delle rivali dirette, con l’Ortigia Siracusa capace di vincere il derby con l’Orizzonte ed il Bologna superare la Fiorentina. Adesso la Waterpolo Despar Messina, per ottenere la permanenza, dovrà vincere la partita casalinga con l’Ortigia Siracusa, in programma il 9 maggio alla piscina Cappuccini, nella giornata che chiuderà la fase regolare. Con un pareggio nel derby ed una contemporanea sconfitta di Bologna, impegnata a Santa Maria Capua Vetere contro il Volturno andrebbe, invece, allo spareggio con le felsinee.
La Waterpolo Despar Messina ha fatto del suo meglio visto che non giocava un impegno ufficiale dalla fine di marzo, la coppa Italia dove, peraltro, ha dovuto rinunciare alla sua atleta di punta, Barbara Bujka, la fuoriclasse ungherese a cui la squadra peloritana si aggrapperà per raggiungere l’obiettivo stagionale. Proprio la magiara, oggi, è stata espulsa per tre falli all’inizio del secondo tempo, un’assenza che ha penalizzato tutta la prestazione delle messinesi, apparse, comunque, sottotono. Le liguri, spinte da un pubblico sempre molto caloroso,  hanno, invece, confermato di essere le compagini più forti del nostro movimento.

Deluso, e non solo per la prova del “Cascione”,  il  tecnico Francesco Misiti  “ Sapevamo che avremmo incontrato difficoltà, per la forza notevole dell’Imperia e per la nostra condizione fisica. L’espulsione della Bujka, la nostra giocatrice migliore, ha complicato tutto. Adesso conta arrivare mentalmente bene alla gara casalinga con l’Ortigia Siracusa, non mi aspettavo, dopo un torneo dl genere in cui abbiamo vinto anche delle partite difficilissime, che ci saremmo dovuti giocare tutto all’ultima giornata. Prendiamo atto della situazione e speriamo di non fallire l’appuntamento con la vittoria nel match più importante della stagione”.
TABELLINO 
Mediterranea Imperia-Despar Messina 20-6  (6-2, 4-1, 7-1, 3-2 )
Mediterranea Imperia: Giulia Gorlero, Solaini, Borriello, Gloria Gorlero 1, Stieber 4, Emmolo 4, Carrega 4 (1 rig.), Russo, Risivi 2, Bencardino, Drocco, Pomeri 4 (1 rig.), Casanova 1. All. Capanna.
Despar Messina: Sabatini, Gitto, Bonanno, Sparacio 1, Arangio, D’Agata 4 (1 rig.), Tagliaferri, Bujka 1, Rella, Marino. All. Misiti.
Arbitri: Rovida e Savarese.
Uscite per limite di falli Bujka (M) nel secondo tempo, Arangio (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche Imperia 4/7, Messina 1/9.
Questi i risultati della ottava giornata di ritorno: Pro Recco-Padova 8-9, Ortigia Sr-Orizzonte CT 13-10, NGM Firenze-Volturno 17-17, Bologna-Fiorentina 8-6,
In classifica guida la Pro Recco con 46 punti, Padova 43, Imperia 38, Orizzonte Ct  36,     Fiorentina 27,  NGM Firenze 18,  Bologna e Ortigia Sr  11, Waterpolo Despar Messina 10, Volturno 7.
Pro Recco, Padova, Orizzonte Ct e Imperia già qualificate per la final four, Le ultime due retrocedono direttamente in A/2.