Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley Vibo: Nikolov, pronto per Cuneo guardando a Sofia

Volley Vibo: Nikolov, pronto per Cuneo guardando a Sofia

Con la testa ai Play-off e, quindi, ai prossimi impegni che vedranno la Tonno Callipo Vibo Valentia alle prese con il girone C con sede a Cuneo, contro i padroni di casa della Bre Banca Lannutti e la Copra Elior Piacenza, la formazione allenata da Chicco Blengini sfrutta le ultime ore d’intenso lavoro in palestra per preparare al meglio la “tre giorni” che vale l’accesso alle semifinali scudetto. La

partenza alla volta del Pala Bre Banca è in programma per domani nel primo pomeriggio, quando i giallorossi voleranno verso la città piemontese dove in serata è prevista una seduta tecnica. 
Delle sfide Play-off ha parlato il centrale della Tonno Callipo Nikolay Nikolov, recentemente convocato da coach Radostin Stoytchev a far parte dei 25 che vestiranno la casacca della nazionale bulgara nel torneo continentale di qualificazione olimpica che si giocherà proprio in Bulgaria dall’8 al 13 maggio prossimi, e nella successiva World League.    
Così il centrale giallorosso si è espresso sui quarti di finale Scudetto: «Andremo a giocare contro due squadre molto forti, ma sappiamo benissimo che contro qualunque avversario non sarebbe stato facile, visto che in Italia non ci sono squadre che si possono definire “deboli”. Per questo andremo a  Cuneo pronti a dare battaglia guardando sempre avanti, anche se Cuneo e Piacenza stanno giocando veramente bene in questo momento. Noi scenderemo sempre in campo per fare il massimo e cercare di strappare la vittoria. Contro Cuneo, entrambe le partite della Stagione regolare le abbiamo giocate molto bene. Loro hanno fatto molta fatica contro di noi e anche questa volta io credo che sarà una partita molto combattuta e spettacolare da vedere. Anche contro Piacenza sarà una bella battaglia. La Copra è un’altra squadra fortissima e quando s’incontrano formazioni così, si ha una grande motivazione in più per dare il massimo in campo ed esprimere tutta la qualità di cui siamo capaci. Saranno sicuramente due grandissime battaglie». 
E, ancora, sulla sua chiamata nella nazionale bulgara: «Sono molto contento di questa convocazione. L’anno scorso ho avuto non pochi problemi e sono stato fermo per 4-5 mesi per recuperare dopo un intervento abbastanza grave. Adesso mi fa piacere aver ricevuto questa convocazione e sono pronto a dare tutto ciò che posso alla nostra nazionale anche se questo vorrà dire affrontare tanti impegni: qualificazione olimpica, World League e, speriamo, olimpiadi. Voglio comunque dare tutto ciò che posso. Sappiamo molto bene che questo torneo di qualificazione che si giocherà in Bulgaria sarà molto duro, una sorta di mini-campionato d’Europa, contro squadre fortissime come Italia, Serbia, ecc. Noi saremo comunque là per lottare e vincere la possibilità di andare a giocarci le olimpiadi. Se riusciremo a farlo a Sofia per noi sarà ancora più bello».