Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Viola, dg Condello: “Mettiamo da parte le polemiche, pensiamo a vincere il campionato”

Viola, dg Condello: “Mettiamo da parte le polemiche, pensiamo a vincere il campionato”

di Gianni Tripodi – – Il post partita di Liomatic Viola RC – Tecfi Giugliano 121-43
Il direttore generale Gaetano Condello: Oggi abbiamo vinto una partita che sulla carta era quasi

scontata, il nostro obiettivo era quella di vincere senza farsi male visto che nella gara d’andata c’è stato l’infortunio di Coronini. Proseguiamo il nostro cammino in vista dell’inizio dei playoff, la condizione della squadra è buona e andiamo avanti, siamo secondi, la prossima partita contro Roseto diventa a questo punto fondamentale, ma sono molto fiducioso,  In settimana sono apparse delle notizie in merito alla società e alla squadra, notizie da bar, non so perché siano uscite proprio in questo momento, le difficoltà le abbiamo sempre manifestate, ma non abbiamo mai fatto nessun allarmismo. La squadra è composta da professionisti che sin da agosto si impegnano al massimo, la società ha risanato un bilancio fallimentare, quindi oggi la Viola non ha più debiti. Quest’anno potevamo fare anche la A dilettanti, è stata una rinuncia da parte del presidente Muscolino, vogliamo ottenere la promozione sul campo. Queste polemiche mettiamole da parte, a me dispiace perché qualcuno ha sindacato sul nostro operato, quando si fa un articolo nel quale si dice che la società ha pagato quattro stipendi mi può anche andar bene perché è la realtà, siamo una società che ha qualche difficoltà, il main sponsor ha dei ritardi, ma questi problemi li abbiamo affrontati con il presidente che ha sempre mantenuto gli impegni. Quando si dice che il management della Viola non ha operato bene, non è riuscita a coinvolgere la città, questo non ritengo sia vero, per esprimere questo giudizio bisogna essere presenti, documentarsi e soprattutto vedere come lavora tutti i giorni la società. Non mi è piaciuta neanche la parte della fusione, non abbiamo chiesto nessuna fusione e nessun aiuto a nessuno, né alla Vis, né alla Jolly, né a nessuno a Reggio Calabria. Il presidente mi ha dato mandato di dialogare con alcune realtà presenti sul territorio che stanno lavorando per cercare di condividere alcuni progetti, era soltanto una fase di dialogo. In una eventuale fusione ci possono essere delle persone che vogliono “comandare”, ma credo che per “comandare” bisogna prima di tutto possedere della capacità professionali e dei capitali, la Viola è oggi è una società abbastanza sana. Sono stati dati giudizi che non mi hanno fatto piacere perché vengono in un momento in cui la Viola aveva ritrovato quella serenità necessaria per affrontare la parte finale del campionato. L’incontro con i giocatori era già previsto, indipendentemente dalla pubblicazione dell’articolo, c’era una problematica che dovevamo risolvere, ala fine si è svolto e abbiamo risanato con i ragazzi per dare maggiore tranquillità. Il nostro obiettivo è sempre quello, vogliamo vincere questo campionato e le possibilità ci sono. L’anno scorso abbiamo disputato un gran campionato, quest’anno stiamo facendo un campionato dignitoso, rientra tutto nei nostri programmi, c’è il rammarico di qualche partita persa, ma ci sta nell’arco dell’intera stagione. C’è stato un cambiamento di allenatore e non è stato facile, abbiamo affidato la squadra ad un coach giovane come Bolignano che abbiamo deciso di lanciare, non riesco proprio a capire perché in un momento di tranquillità sia uscito fuori un articolo in cui si va a sindacare sull’operato di una società. Sulla questione che Muscolino possa lasciare la Viola credo che questa sia una valutazione che si farà a fine campionato, per poter far diventare grande la Viola ci dovranno essere nuovi soci, nuovi imprenditori e nuovi sponsor, su questo stiamo lavorando, conosciamo benissimo la realtà italiana e non solo quella calabrese e sappiamo benissimo che ci sono delle difficoltà in tutti i settori. Mi chiedo a questo punto se i giornalisti sono pagati puntualmente, se i collaboratori di Strill sono pagati, ma io non vado a sindacare sull’operato di una testata giornalistica, mi baso sul lavoro che fa una società, l’importante è operare in maniera seria, gli allarmismi saremo noi a darli quando ce ne sarà bisogno con il presidente, ma non è oggi quel momento.
Luca Laganà, 31 punti con l’87% al tiro (13/15): Sono riuscito a mettermi in mostra anche per l’avversario non era di quelli importanti, non mi era mai capitato nella mia carriere di fare tanti punti, questa vittoria è il frutto del lavoro di tutta la squadra, siamo stati a bravi a non sottovalutarli e a non abbassare mai la guardia nonostante fossero una squadra di bassa classifica Adesso ci sarà il rush finale, puntiamo ad arrivare più in alto possibile, il gruppo si sta caompattando sempre di più e possiamo davvero far bene. Siamo stati bravi a chiudere le porte alle voci che sono arrivate dall’esterno in settimana, noi pensiamo solo ad allenarci e a fare il meglio possibile. Non abbiamo mai messo in dubbio l’impegno della società, le difficoltà come ha detto il presidente quando ci siamo incontrati sono oggettive, ma non sono solo del presidente Muscolino, anche realtà più importanti in campionati superiori stanno attraversando problemi molti più gravi dei nostri e quindi non ci possiamo lamentare. Le ultime tre partite saranno fondamentali, le affronteremo con lo spirito giusto perché ci troviamo in un ottimo stato di forma. 
Tommaso Ingrosso, 21 punti con il 77% al tiro (10/13): E’ stata una partita di allenamento, l’abbiamo usata per ripassare i nostri giochi, è andata via facile, adesso pensiamo alle prossime partite. Ci sono state due partite in cui abbiamo sbagliato l’approccio, partite no, speriamo oggi di aver dato una buona risposta e ci prepariamo per il finale di stagione. Le prossime tre gare diranno molto sul nostro futuro, dobbiamo rimanere concentrati, nel mezzo ci sarà la pausa di Pasqua e avremo l’occasione per prepararci al meglio.
L’addetto ai report statistici Giuseppe Polimeni: Oggi abbiamo fatto un allenamento, ma prima della gara, com’è giusto che sia, abbiamo detto ai ragazzi che la gara contro il Giugliano andava comunque affrontata nel modo giusto e con il massimo rispetto per l’avversario. Oggi hanno giocato tutti bene, hanno difeso forte e c’è stata la possibilità di oliare meglio certi meccanismi di gioco. Io ho il compito di tirar fuori le statistiche che Domenico (Bolignano ndr) pensa che possano servire durante la settimana, mi occupo anche della parte video. Pasquale Motta invece è a tutti gli effetti il secondo, è presente sul parquet, diamo tutti una mano per quello che è possibile. Tutti i ragazzi si impegnano, sono dei professionisti e si allenano al massimo, più siamo come staff e più riusciamo a fare durante la settimana. Lavoriamo molto sulla difesa perché da lì nasce tutto, il coach ci tiene molto alla fase difensiva e in quest’ultimo periodo stiamo davvero facendo bene.