Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Basket, la Viola fa cinquina contro Giugliano

Basket, la Viola fa cinquina contro Giugliano

BASKET
di Gianni Tripodi –
Un allenamento, niente di più. Al Pala Botteghelle la Viola travolge il fanalino di coda Giugliano (121-43) con 78 punti di scarto in una gara mai in discussione e già

ampiamente chiusa dopo pochi minuti, grazie a questo successo Caprari e soci si rilanciano in classifica. Con la quinta vittoria consecutiva la Viola aggancia al secondo posto il duo Martina Franca – Roseto a quota 40 punti, nel turno odierno i pugliesi non hanno giocato, rispettando così il turno di riposo previsto dal calendario, mentre gli abruzzesi hanno perso in casa dell’Agropoli (66-52). A tre giornate dal termine della regular season adesso tutto è possibile, domenica il campionato si fermerà per la sosta pasquale, alla ripresa i nero arancio dovranno subito vedersela contro Roseto, sarà una gara fondamentale per le sorti del secondo posto. Un “garbage time” di quaranta minuti quello contro l’ormai retrocesso Giugliano, a secco di vittorie dall’inizio del campionato ed incapace di impensierire, seppur per qualche minuto il team nero arancio, concentrato nonostante il valore tecnico dell’avversario e capace di chiudere subito il match con grande determinazione.  Molto spazio per Laganà ed Ingrosso, mattatori dell’incontro, 31 punti con l’87% al tiro per il primo e 21 punti con il 77% al tiro per il secondo, spazio per tutti, coach Bolignano ruota tutti gli uomini a sua disposizione, 12 minuti sul parquet anche per il giovanissimo Smorto (classe 95). La Viola tira con il 67% dal campo, domina a rimbalzo (47 contro i 26) e diverte il pubblico presente al Pala Botteghelle con schiacciate in campo aperto e belle giocate in contropiede, adesso la pausa pasquale, dopodiché il 15 aprile lo scontro diretto contro Roseto, ci si gioca il secondo posto.
30° giornata DNB girone C
LIOMATIC VIOLA RC – TECFI GIUGLIANO 121-43
Parziali: 29-11, 55-20, 93-31, 121-43
Arbitri: Tarascio Sebastiano di Priolo Gargallo (SR) e Venga Vincenzo di Ragusa (RG)
LIOMATIC VIOLA RC
Laganà 31, Ingrosso 21, Agosta 17, Caprari 12, Gambolati 12, Potì 11, Zampogna 6, Smorto 5, Paparella 4, Coronini 2
Coach: Bolignano Domenico
TECFI GIUGLIANO
Zamo 17, Orefice 15, D’Orta 5, Covino 3, Leccia 3
Coach: D’Addio Federico
Così come tutte le squadre di LNP, anche Viola e Giugliano partecipano alla protesta sulla possibile ennesima riforma del campionato dilettantistico, le prime due azioni di gioco vengono giocate passivamente da entrambi i team che lasciano far scorrere il cronometro dei 24” senza tirare, la gara inizia di fatto al nono minuto. Novità in quintetto per coach Bolignano, Ingrosso al posto di Gambolati, completano il quintetto Zampogna, Paparella, Caprari ed Agosta. La Viola fa subito la voce grossa sotto canestro con Ingrosso ed Agosta, quattro punti per il primo e cinque per il secondo, Giugliano va a segno con Orefice, 9-3 il primo parziale dopo due minuti di gioco. Il ritmo è blando, Zampogna con l’arresto e tiro, Zamo a punti per gli ospiti, i nero arancio cominciano ad allungare, tripla di Caprari e canestro con fallo di Zampogna, 20-9, timeout Giugliano. La Viola gioca con tranquillità, il play di Palmi serve splendidamente Ingrosso che schiaccia a due mani, D’Orta alza la parabola, Ingrosso canestro e fallo, la Viola comincia a correre, quattro punti consecutivi di Gambolati per il 29-11. Secondo quarto: Laganà appena entrato segna subendo il fallo, Coronini in contropiede, Bolignano ruota i suo,i dentro Zampogna e Potì, gli ospiti faticano a trovare la via del canestro, Orefice dalla lunetta (1/2), Zampogna in entrata, la Viola accelera in velocità,  Giugliano a punti con Medaglia dalla media, Laganà è reattivo sotto i tabelloni e ne mette altri due, i soliti Potì e Laganà per il 43-16, rientra Caprari, Laganà scatenato con il piazzato, Coronini serve sotto Caprari, 47-17, +30. Spazio anche per il giovanissimo Smorto, Potì (2/2), Laganà implacabile dalla media, Zamo rompe il digiuno per i suoi, Laganà in versione assist man serve Caprari sotto canestro che non può sbagliare, Laganà realizza sul finire di tempo, 55-20. Terzo quarto: Agosta subito a segno con quattro punti di fila, Caprari con la tripla nell’angolo la Viola vola sul 62-22, +40. Agosta ruba palla e va a schiacciare in contropiede, timeout Giugliano. Due schiacciate di Ingrosso, Paparella in contropiede, tripla di Zamo, Agosta appoggia facile, dentro Gambolati e Coronini. Ingrosso ancora con la schiacciata e Gambolati per il 78-27. Ingrosso con il piazzato, la Viola è padrona del parquet, Caprari con la palla schiacciata per Gambolati che segna subendo il fallo, dentro Potì. Paparella in contropiede, dentro Laganà ed Ingrosso, il reggino a segno in area pitturata, il solo Zamo va a punti per  Giugliano. Tripla nell’angolo di uno scatenato Laganà, 93-31. Quarto quarto: Coach Bolignano dà ancora spazio ai giovani, dentro Smorto, Laganà e Potì, la Viola vola e diverte i tifosi presenti al Pala Calafiore, piovono triple con Smorto e Laganà, Luca schiaccia in contropiede, 101-31 a 6 minuti dal termine. Zamo canestro e fallo, tripla di Potì, Laganà (2/2), inizia anche la gara delle schiacciate, Ingrosso e Laganà protagonisti, finisce 121-43, con 78 punti di scarto la Viola affonda il Giugliano.