Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Basket, La Redel firma il quinto successo

Basket, La Redel firma il quinto successo

La Redel firma il quinto successo in sequenza battendo la resistenza di un voglioso ma “incerottato” Rosarno.
Si sono fatte sentire le assenze di Alfonso e Donato e la separazione settimanale da Speranza per i giallo-blu.

In aggiunta, il lungo Lo Presti subirà una botta alla caviglia sin dal primo periodo che ne comprometterà l’utilizzo.
Le prime due azioni della gara hanno presentato direttamente sul parquet la protesta delle squadre della Lnp contro la nuova riforma dei campionati programmata dalla Fip che ridurrebbe il valore e la visibilità del primo campionato nazionale.I due team hanno simbolicamente “sprecato” due possessi per dimostrare il loro disappunto.
L’avvio è stato tutto per la Redel. Antinori crea, Cavalieri finalizza per un break assolutamente devastante. 13 a 2 di inizio gara ma Rosarno non sembra assolutamente k.o.
Una tripla di Pasquale Crucitti e due giocate di Iaria fanno risorgere gli ospiti.
La gara inizia a percorrere i binari dell’equilibrio.
Nel secondo quarto, per la gioia del Presidente Mimmo Rizzo scenderà in campo il voglioso sedicenne Giorgio Garruzzo: il giovanotto rosarnese, con tanta grinta insaccherà due canestri inaspettati ed importantissimi.
Rizzieri e soci riusciranno anche a firmare un clamoroso sorpasso sospinti dalle triple di Nino Crucitti.
La Redel dovrà fare i conti con l’infortunio subito al regista Scaffidi.Una brutta botta alla caviglia che ne comprometterà le manovre offensive con la speranza di rivederlo il prima possibile sul parquet.
Rosarno non è messa meglio:la situazione falli di capitan Iaria, il miglior marcatore del torneo è preoccupante.
Nonostante l’assenza per gran parte di terzo quarto della canotta numero dieci Rosarno terrà botta grazie ad un’immensa prova di Nino Crucitti:il reggino classe 1991 sarà senza dubbio il migliore dei suoi.La Redel risponderà con una prova stellare di Pellegrino e Cavalieri:il primo non sbaglierà praticamente nulla nel pitturato, il secondo continuerà a finalizzare offrendo anche palloni preziosi per i compagni.
A sei minuti dal termine della gara, lo staff tecnico rosarnese rimanderà sul cubo dei cambi il capitano Iaria.Due canestri in sequenza per Rosarno che ritornerà sotto di quattro.Sul possesso successivo l’arbitro sanzionerà un fallo “pesantissimo” per la squadra ospite:il quinto fallo sarà fischiato proprio ad Antonio Iaria che abbanonderà il campo.
L’equilibrio si trascinerà fino a tre minuti dal termine dalla gara.
Matteo Grande, Mvp della sfida di andata, insaccherà due canestri basilari per la vittoria di una Redel che ipoteca un piazzamento PlayOff consolidando il quinto posto ed iniziando a sognare un nuovo derby dello stretto contro Messina. Rosarno aspetta il ritorno di Alfonso e spera di poter lottare ancora per conquistare un posto nella post-season.

Giovanni Mafrici
Reggioacanestro.com

Redel Energia Vis Reggio Calabria-Basket Rosarno 82-78
(24-15,23-26,13-13,22-24)
Redel Energia:Scaffidi 4,Pellegrino 18,Cavalieri 26,Cugliando 4,Soldatesca 3,Grande 8,Scafaro 2,Stracuzzi 1,Antinori 14,De Marco 2.All Checco D’Arrigo
Basket Rosarno:Crucitti P. 11,Brugalossi 15,Rizzieri 10,Iaria 19,Crucitti A. 17,Pronestì 2,Garruzzo 4,La Rosa,Lo Presti.
Arbitri Vitanostra di Corato e Pellegrino di Ruvo di Puglia.