Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Vibo, volley: Tonno Callipo in volata piazza la vittoria da 3 punti

Vibo, volley: Tonno Callipo in volata piazza la vittoria da 3 punti

Match ricco di emozioni in un PalaValentia arricchito da una bella cornice di pubblico che ha incitato i padroni di casa spingendoli nelle fasi cruciali della gara. Accoglienza di riguardo anche

per gli ex di turno tra le fila di Padova: Simeonov, Gonzalez e Sulijagic salutati da un caloroso applauso e con un targa ricordo consegnata all’ex capitano giallorosso dagli ultrà della Fossa. Dopo il minuto di silenzio tributato ai militari italiani morti in Afghanistan, si aprono i giochi di una sfida intensa e combattuta che regala emozioni a raffica in tutti i parziali giocati.   Padroni di casa in campo con la diagonale Coscione-Klapwijk, i centrali Nikolov e Rak, le bande Cernic e Diaz e Fanuli libero. Dall’altra parte della rete Montagnani schiera il sestetto tipo con Gonzalez e l’opposto Simeonov, ritornato regolarmente in campo per tutta la gara, Sulijagic e Semenzato al centro, De Marchi e Schwarz di banda, Zingaro libero.
Squadre reattive fin dall’inizio del match con Vibo che parte bene (8-4 il vantaggio al primo riposo tecnico), ma subisce poi il ritorno ospite con Simeonov e Gonzalez e con l’attacco out di Diaz sul quale Blengini chiama time-out. Al secondo time-out tecnico è Padova a farsi trovare davanti +3 grazie a Schwarz che trova il tocco a muro di Vibo. Finisce sulla banda l’attacco di Diaz che regala a Padova un allungo importante (13-18) che diventa poi 15-20. Sul servizio a rete di Vibo, Padova può andare al set point con 5 palle di vantaggio e chiudere con Schwarz sul 20-25. Secondo set tiratissimo con Padova che continua a far registrare break importanti ma che subisce in finale di set il ritorno veemente della Callipo in grado di piazzare una rimonta da manuale, portandosi da -4 a +1 e strappando poi il set ai vantaggi con il punto in battuta di Diaz per 27-25.
Nel terzo set, sospinta dal suo tifo, la Callipo rimette in circolo energie e gioco e trova punti importanti a muro con un monumentale Nikolov (votato Mvp dell’incontro) e Klapwijk che ritrova la sua vena in attacco. Tocca l’asticella la palla attaccata da De Marchi sul 24-23 e Vibo fa suo il set mandando in visibilio il PalaValentia. Nel quarto set Cernic spinge avanti  i suoi, Rak ci mette del suo forzando al servizio e trovando il punto in battuta del 6-3.  Dall’altra parte si fa vedere Simeonov e la fase centrale del set si caratterizza per i lunghi scambi e un intenso punto a punto dal quale alla fine emerge Padova che prova a chiudere il set e portare la gara al tie-break sul 22-24. Ma Vibo reagisce come nel secondo set e con Cernic e il muro sempre efficace di Nikolov impatta sul 24 pari chiudendo definitivamente i giochi sul 27-25 con il servizio di Cernic che manda in palla la ricezione avversaria.

I commenti a fine gara:

Nikolay Nikolov (Tonno Callipo Vibo Valentia): “Sono molto felice per come sono andate le cose sia per me che per la squadra. Si tratta di una vittoria molto importante soprattutto per come è venuta. Quando si parte in maniera così complicata come è successo nel primo set è sempre molto difficile ritrovare il modo di stare in campo con l’atteggiamento giusto. Noi però ci siamo riusciti e per questo abbiamo vinto.”

Francesco De Marchi (Fidia Padova): “Abbiamo preparato la partita nel migliore dei modi, sapevamo di trovare un pubblico caldissimo e nonostante questo per i primi due set abbiamo giocato la nostra pallavolo. Poi dall’altra parte hanno acceso il turbo e giocatori come Cernic, Diaz, i centrali e l’opposto hanno ingranato e noi abbiamo faticato a stargli dietro. Bella partita, punto a punto fino alla fine del quarto set, poi il campo ha dato il suo verdetto.” 

TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA – FIDIA PADOVA 3-1 (20-25, 27-25, 25-23, 27-25)

TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA: Falasca 1, Coscione 1, Mignolo (L), Cernic 11, Diaz 18, Grassano, Rak 9, Klapwijk 24, Barone, Fanuli (L), Nikolov 12. Non entrati Serafini, Banderò. All. Blengini.

FIDIA PADOVA: Schwarz 6, Gonzalez 4, Tiberti, Koshikawa, Rosso 6, De Marchi 18, Simeonov 20, Semenzato 7, Suljagic 7, Zingaro (L). Non entrati Garghella, Cricca, Giannotti. All. Montagnani.

ARBITRI: Ippoliti, Castagna.

NOTE – Spettatori 900, incasso 3200, durata set: 27′, 32′, 30′, 33′; tot: 122′.

MVP: Nikolay Nikolov