Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Basket: la Viola concede il bis, battuta anche Palestrina

Basket: la Viola concede il bis, battuta anche Palestrina

BASKET
di Gianni Tripodi –
Seconda vittoria consecutiva per i nero arancio della gestione Bolignano che, dopo il successo di tre giorni fa contro Scauri, riescono finalmente a trovare continuità,

battendo tra le mura amiche l’Itop Palestrina (87-78). Classifica invariata con i reggini che rimangono in terza posizione sempre in compagnia di Roseto (28) che ha sconfitto la capolista Agrigento (81-65), il secondo posto occupato dal Martina Franca (30) dista ancora due punti.  Al Pala Calafiore, con il lutto sulla canotta e un minuto di silenzio la Viola ha ricordato lo storico coach Gianfranco Benvenuti, scomparso a Livorno nella giornata di venerdì all’età di 80 anni, fu l’artefice della prima storica promozione in A1. Contro l’ex Lorenzetti, accolto dalla tifoseria reggina con un lungo applauso al suo ingresso sul parquet, coach Bolignano conferma il quintetto schierato giovedì a Scauri composto da Zampogna, Paparella, Caprari, Ingrosso ed Agosta. Partenza sprint dei reggini, l’atletismo di Agosta sotto canestro e il dinamismo di Zampogna, 8 punti a testa, creano non pochi problemi ai laziali, spiazzati dall’intensità offensiva dei padroni di casa che guidano il match con un vantaggio in doppia cifra, 27-17. Nel secondo quarto, dopo essere arrivati al max vantaggio, +16, i nero arancio abbassano un po’ la guardia, Palestrina ne approfitta e con l’ex Lorenzetti e Ricciardi riduce il gap portandosi sul -10. Ci pensa “Bum Bum” Caprari a ridare slancio ai suoi, 49-35. Dopo l’intervallo, al rientro sul parquet, la Viola allunga ancora con Ingrosso e uno scatenato Zampogna, belle giocate del team nero arancio con Caprari e Paparella che infiammano il pubblico del Pala Calafiore, Palestrina non demorde e si affida al solito duo (Lorenzetti – Ricciardi) che li riporta in partita, 68-61. Quarto quarto decisivo, il canestro iniziale di Brenda per il -5 Palestrina mette paura al team di Bolignano, con il passare dei minuti la Viola stringe le maglie in difesa trovando anche continuità in attacco. Tre triple consecutive del giovane Potì e le penetrazioni di un super Zampogna costringono i laziali alla resa, il pubblico del Pala Calafiore può così festeggiare il secondo successo consecutivo. Tutto il quintetto iniziale in doppia cifra, sugli scudi il play di Palmi, Stefano Zampogna con 19 punti e il 73% dal campo (8/11) e il lungo Ingrosso, 13 punti con il 50% dal campo (5/10).  Da evidenziare la buona gara di Stefano Potì, 9 punti con un 3/6 da tre punti subentrando dalla panchina e la “solita” solida prestazione di “Bum Bum” Caprari da 21 punti con il 57% dal campo (8/14). Prossimo impegno domenica 26 febbraio contro la Soagevel Francavilla.
24° giornata DNB girone C
LIOMATIC VIOLA RC – ITOP PALESTRINA  87-78
Parziali: 27-17, 49-35, 68-61, 87-78
Arbitri: Tarascio Sebastiano di Priolo Gargallo (SR) e Giummarra Emanuele di Ragusa (RG)
LIOMATIC VIOLA RC
Caprari 21, Zampogna 19, Ingrosso 13, Paparella 11, Agosta 10, Potì 9, Gambolati 2, Grasso 2
Coach: Bolignano Domenico
ITOP PALESTRINA
Ricciardi 26, Lorenzetti 22, Riva 10, Basanisi 9, Omoregie 5, Nozzolillo 4, Brenda 2
Coach: Cecconi Rossella
Squadra che vince non si cambia, coach Bolignano conferma il quintetto di Scauri con Zampogna, Paparella, Caprari, Ingrosso ed Agosta. Il primo canestro dell’incontro è di Palestrina con il lungo Omoregie, risposta dei nero arancio nell’altra metà campo con Agosta che, segna, subendo il fallo del nigeriano, gioco da tre punti realizzato. I padroni di casa provano ad allungare, prima con Ingrosso e poi con Zampogna, 6-2 dopo 2 minuti di gioco. Secondo fallo per Omoregie e Paparella, dentro Nozzolillo e Potì, si segna solo dalla lunetta, Ricciardi (1/2), Agosta (1/2) e Lorenzetti (1/2), Agosta è implacabile sotto canestro, due canestri consecutivi, 11-4, timeout Palestrina. Caprari con l’arresto e tiro, botta e risposta tra i due lunghi: Nozzolillo ed Ingrosso, sale di livello “Bum Bum”, canestro con il fallo, Viola sul +12, 18-6. Scaldano la mano Zampogna (4) da una parte e Ricciardi dall’altra (4), i nero arancio rimangono avanti con i canestri di Caprari e il solito Zampogna già a 8 punti con il 3/3 dal campo, Palestrina prova a rimanere in partita con quattro punti di Riva e la tripla di Basanini, -10, 27-17. Secondo quarto: Paparella realizza dalla media distanza, arriva la prima tripla per l’ex Lorenzetti, ma i nero arancio continuano a martellare il canestro avversario con Gambolati e Paparella, “Bum Bum” colpisce dalla lunga distanza, max vantaggio Viola, 36-20, +16. Perde palla Grasso, Ricciardi segna e subisce il secondo fallo di Caprari, tripla realizzata da Paparella, la Viola torna sul +16. Ancora Ricciardi in lunetta (2/2), il team di Bolignano corre in contropiede, Agosta appoggiando facile a canestro, break di 4-0 per gli ospiti con Lorenzetti (tripla) e Nozzolillo, 42-30, timeout Viola.  Palestrina vuol ridurre il gap, Riva da sotto infila il canestro del -10, Agosta serve Ingrosso che va a schiacciare, Lorenzetti tiene in partita i suoi, “Bum Bum” con la specialità della casa, tripla del +13, il pubblico del Pala Calafiore si esalta, Ricciardi (1/2), con il canestro di Caprari si chiude il primo periodo sul 49-35. Terzo quarto: Ingrosso dalla media distanza, Lorenzetti prova e trova il canestro dalla lunga distanza, con Caprari e Ingrosso la Viola torna sul +14, ancora Lorenzetti con la tripla a scuotere Palestrina, anche Ingrosso trova tre punti che permettono ai reggini di rimanere avanti con un esiguo vantaggio, 58-42, timeout ospiti. Si scatenano Ingrosso e Zampogna, bel canestro realizzato dal play di Palmi, il pubblico si infiamma, gran momento per la Viola, Lorenzetti a segno, 17 punti per lui, tripla senza ritmo di Ricciardi, primo canestro dell’incontro per capitan Grasso, ancora Zampogna a segno, Palestrina si affida al solito Ricciardi, 6 punti di fila per lui, tre falli per Caprari e Paparella, 65-51. Gli ospiti non demordono e prendono fiducia, break di 4-0 con Lorenzetti e Basanisi, la tripla di Paparella ad interrompere la rimonta ospite che sul finire di tempo si concretizza con Basanisi e Ricciardi, 68-61 e Palestrina torna in partita. Quarto quarto: I laziali credono nella rimonta, subito a segno Brenda, è Zampogna a prendersi la responsabilità di tenere a bada gli avversari, bel canestro dalla media distanza per Zampogna, Omoregie di forza realizza sotto canestro, è ancora il play di Palmi a trovare altri due punti fondamentali per tenere a distanza Palestrina. “Bum Bum” con la tripla in transizione a scuotere il pubblico reggino, risposta di Lorenzetti, tripla per l’ex nero arancio, 75-68, la gara si infiamma. Le due squadre si affidano al tiro dalla lunga distanza, a segno Potì da una parte e Basanisi dall’altra, quarto fallo per Caprari, Potì appena trova un altra tripla nell’angolo che vale il +10 a 2 minuti dal termine, Agosta è costretto a lasciare il parquet (quinto fallo). Show del giovane under Potì, terza tripla consecutiva, anche Zampogna non vuole essere da meno, il play di Palmi infila la tripla, il pubblico del Pala Calafiore è in estasi. Palestrina molla defintivamente la presa, la Viola affonda i laziali, finisce 87-78.